Fukuoka: La rivoluzione del filo di paglia

la rivoluzione del filo di pagliaVi parliamo di un libro davvero speciale, uno di quelli che nella nostra piccola biblioteca dell’orto occupa il posto riservato ai classici e ai testi fondamentali e che non può mancare nella libreria di tutti quelli che hanno a cuore una coltivazione senza l’uso di prodotti chimici.

Le teorie di Masanobu Fukuoka sono alla base dell’agricoltura naturale e “La rivoluzione del filo di paglia” è un manifesto, da questi spunti nascono la permacoltura e tutta l’agricoltura sinergica.

L’intuizione di Fukuoka è quella di ribaltare il modo di pensare dell’agricoltura moderna: mentre l’agricoltore si interroga su cosa si possa fare per massimizzare la produzione, richiamando l’industria, Fukuoka si chiede “cosa posso non fare?”. Si tratta di una nuova concezione del coltivare: cercare di fare il meno possibile e limitarsi a godere dei frutti della terra, lasciando alla natura il suo corso, rifiutando il consumismo del mondo in cui viviamo. L’insegnamento di questo libro è: “servi semplicemente la natura e tutto andrà bene”: coltivare senza macchinari, senza sostanze chimiche e persino senza diserbare,

Sono molti i consigli pratici su come liberarsi dall’uso di prodotti chimici, evitare di uccidere gli insetti parassiti e di dover strappare le erbe infestanti… A cominciare dal filo di paglia del titolo che diventa un’ottima pacciamatura naturale, ma questo testo è molto più di un manuale di coltivazione.

La rivoluzione del filo di paglia unisce alle indicazioni concrete una profonda riflessione filosofica sul rapporto tra l’uomo e la natura, rifiutando la società dei consumi e cercando appunto una rivoluzione, accompagnando sempre il pensiero al gesto concreto. La rivoluzione del filo di paglia è un libro che parla di agricoltura,  ma che ha una visione ampia, che si estende a tutto il vivere dell’essere umano. Fukuoka ci parla di scienza, di alimentazione, di educazione, in una visione del mondo olistica e coerente, rivoluzionaria fin dalle piccole cose come suggerisce il titolo.

Se vi state avvicinando a questo libro fate attenzione perché è uno di quelli che arricchiscono il lettore e che lo contaminano, seminando (è proprio il caso di dirlo) idee. Se volete leggerlo lo trovate qui.

linea di coltivazione

Punti forti del libro:

  • Ci fa conoscere meglio Masanobu Fukuoka, uno dei grandi pensatori del nostro tempo che dovrebbe esser studiato nelle scuole.
  • Sa unire spunti pratici di coltivazioni a riflessioni filosofiche, per cui la teoria non resta sulla carta.
  • Insegna a guardare le piccole cose con una visione più ampia e più poetica.

A chi consigliamo questo libro:

  • A chi sente un rifiuto verso il consumismo.
  • A chi cerca un rapporto diverso con la natura, anche tramite la coltivazione.
  • A chi sa stupirsi di quello che la natura e la terra regalano.
  • A chi è appassionato di orto sinergico e di permacoltura.
  • A chiunque, perché pensiamo che a tutti faccia bene incontrare il pensiero di Masanobu Fukuoka.

linea di coltivazione

Titolo del libro: La rivoluzione del filo di paglia

Autore: Masanobu Fukuoka

Casa editrice: Libreria Editrice Fiorentina, 2011

Pagine: 205

Prezzo: 12 euro  ( acquistabile qui )

Nostra valutazione: 10/10 (con lode!)

Share

2 comments on “Fukuoka: La rivoluzione del filo di paglia

  1. E’ il mio primo approccio a questo sito e la prima impressione è positiva: una presentazione cronologica esaustiva; non trovo, però, alcuna spiegazione corredata da immagini, relativaalla posa su terreno delle piantine di zucchine utilizzando il telo trspirante utile alla pacciamatura e relativo sistema idrico di irrigazione automatica dedicato. Posso avere un riscontro? Nutro interesse anche per la Vs biblioteca a favore mio e delle due nipotine di 8 e10 anni. Ringrazio anticipatamente. ANF – Lago Maggiore 220m slm.

    1. Buongiorno Aldo. Noi gestiamo il sito per passione, al momento non abbiamo in programma per ragioni di tempo di fare una spiegazione fotografica sulle zucchine, inoltre per quanto riguarda il sistema idrico non ne abbiamo le competenze. Grazie dei complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *