I lavori nell’orto a giugno

giugnoInizia nell’orto la stagione calda, fatta di raccolte, irrigazioni, zanzare e tanto caldo. Vediamo un po’ cosa c’è da fare secondo il calendario dei lavori…

Cosa seminare a giugno. Siccome il discorso è lungo vi rimandiamo alla pagina delle semine di giugno, lasciandovi qui di seguito la lista di tutti gli altri lavori da fare nell’orto secondo il nostro calendario.

Cosa si raccoglie a giugno. L’orto a giugno è decisamente generoso, se a inizio primavera abbiamo seminato correttamente non mancheranno i frutti. Si inizia con le zucchine, insalate come lattuga e rucola, sedano e i primi legumi seminati d’inverno (fave, piselli). E’ tempo anche di raccogliere le piante aromatiche, dal basilico al timo, per farle essiccare.

E’ ora di fare diverse operazioni utili alla coltivazione di molti ortaggi, vediamole una per una:

Irrigazione. Giugno è il primo mese di caldo estivo, per cui per prima cosa bisogna fare attenzione alla siccità. Se non piove occorre irrigare le piantine, in particolare le più giovani che ancora non hanno sviluppato radici profonde e quelle che stanno producendo frutto. Se invece ci sono piogge conviene approffittarne per fare scorta di acqua piovana da usare quando arriveranno caldo e siccità.

Pacciamatura. Per non impazzire con erbacce e irrigazioni bisogna pacciamare la maggior parte degli ortaggi.

Rincalzi. Le patate sono da rincalzare, un leggero rincalzo è bene anche per le altre solanacee e per i legumi.

Sostegni e reti. Bisogna mettere i sostegni a tutti gli ortaggi rampicanti, legare pomodori, peperoni, melanzane. Preparare eventualmente reti antigrandine per evitare disastri da temporale estivo.

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *