Altre coltivazioni

Non solo ortaggi: nell’orto biologico devono trovare spazio anche altre coltivazioni, che oltre a essere utili possano garantire all’ambiente la giusta biodiversità, capace di creare un ecosistema stabile ed equilibrato. Studiando bene le consociazioni e le piante giuste possiamo attirare insetti e microrganismi utili, allontanando senza alcun trattamento parassiti e malattie.

Questi sono i principi vitali dell’agricoltura naturale e dell’orto sinergico, provate ad applicarli e il risultato sarà sorprendente: l’equilibrio ambientale previene gran parte delle malattie e dei parassiti evitando l’uso di pesticidi.

Tra le coltivazioni che non possono mancare nell’orto ci sono:

  • Erbe aromatiche. Indispensabili in cucina, importanti per il benessere con le loro proprietà e spesso molto utili come consociazione alle piante orticole. In un buon orto sinergico non devono mancare le piante officinali.
  • Fiori. Attirano gli insetti impollinatori, respingono alcuni parassiti e colorano l’orto, rallegrandolo e trasformandolo in piacevole giardino. Non dimenticate di piantare qualche fiore nell’orto domestico.
  • Erbe spontanee. Ogni cosa in natura ha un suo utilizzo, bisogna saperlo valorizzare. Ci sono tante erbe spontanee come il tarassaco e la portulaca che magari non conosciamo ma che si possono mangiare. Invece di chiamarle erbacce impariamo a riconoscerle e a cucinarle, sarà una scoperta.

linea di coltivazione

piante di basilico
Erbe aromatiche
fiore della calendula
Fiori utili
portulaca spontanea
Erbe spontanee

linea di coltivazione

Share