Tagete, un fiore contro i nematodi

tagete garofano indianoIl tagete, conosciuto anche come garofano indiano, è un fiore dai colori sgargianti, disponibile in diverse tonalità dal giallo al rosso intenso e in diverse varietà, dal fusto alto oppure nane.

Non è un fiore profumato, anzi ha un odore piuttosto sgradevole, tanto che sono state selezionate varietà inodore.

Questo fiore si semina in semenzaio nel mese di marzo, per poi trapiantarlo nell’orto, questa pianta non ha problemi a essere trapiantata, anche quando è già sviluppata e fiorita.

Il tagete vive bene in tutti i tipi di terreno, si stabilisce anche nei terreni sassosi, purchè vi sia una buona esposizione al sole. Ha poco bisogno di acqua mentre non ama ristagno e umidità persistente, per cui è poco esigente anche in termini di irrigazione, si tratta quindi di un fiore molto semplice da coltivare.

Le varietà più diffuse sono annuali, la fioritura avviene da marzo a novembre, rallegrando di colore giardini e aiuole.

Nel nostro orto biologico il tagete è un fiore molto utile perchè ha proprietà nematodicide, uccide i vermi nematodi, fastidiosi parassiti che temono le esalazioni radicali di questo fiore.

Per questo può essere utile avere dei fiori di tagete disseminate tra le aiole e le piantine dell’orto. Come tutti i fiori il tagete fa anche l’ottimo servizio di attirare api, vespe e altri insetti impollinatori.

riga verde

 

Share

2 comments on “Tagete, un fiore contro i nematodi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *