Eliminare le larve di maggiolino

Abbiamo ricevuto una domanda interessante da Giovanni, condividiamo con voi la risposta perché potrebbe capitare ad altri lo stesso problema…

Buongiorno, utilizzo da circa 1 anno una compostiera. Da alcuni mesi, quando giro il compost, vedo muoversi nella massa che sta maturando dei “vermoni” bianchi (lunghi circa 2 cm) che sono gli stessi che mi è capitato di trovare nei vasi di piante sofferenti o morte.
Cosa devo fare per eliminarli?
Vi ringrazio in anticipo per le informazioni che mi potrete dare.

Buongiorno Giovanni, per prima cosa occorre identificare le larve: quelle di maggiolino si caratterizzano per la forma grassoccia, sono bianche, con la testa sul marrone e davanti hanno delle zampine. Descrizione e dimensioni che tu fai sono coerenti con questo insetto.larva di maggiolino

Il maggiolino  (Melolontha melolontha) è un coleottero, della famiglia degli scarabei, da adulto diventa grosso e vola poco, fa pochi danni alle piante ma quando è larva è davvero un disastro averlo nell’orto visto che si ciba di radici e quindi fa soffrire molto le piante. Purtroppo questo insetto ha un ciclo vitale lungo e resta larva per tre anni, quindi è decisamente dannoso. L’adulto deponte le uova nel terreno, predilige i terreni fertili e quindi il compost è un habitat invitante per lui. Una volta schiuse le uova la larva va in profondità dove resta durante l’inverno, mentre passate le gelate riemerge per nutrirsi delle nostre piantine.

Ma veniamo al dunque e vediamo come eliminare le larve di maggiolino dall’orto…

Per prevenire il problema bisogna innanzi tutto rivoltare spesso il terreno, o nel caso di Giovanni il mucchio del compost. In questo modo i coleotteri trovandolo soffice eviteranno di depositarci uova. Se si vuole anche tener lontani i maggiolini adulti si può mettere una bella bat box, visto che i pipistrelli sono ghiotti di questi coleotteri.

Se però dovete intervenire su un’infestazione già avviata (come nel caso di Giovanni) serve una soluzione più immediata. Sulla larva si potrebbe usare l‘olio di neem, un insetticida biologico molto utile, ma essendo un prodotto che agisce per contatto non possiamo pensare di scovare tutti i maggiolini per poterli eliminare. Essendo le larve nel terreno bisogna usare qualcosa in grado di disinfestare il suolo. Precisiamo che noi per scelta non utilizziamo geodisinfestanti chimici, quindi diciamo no per principio a tutti quei prodotti che non sono consentiti in agricoltura biologica. Usare un prodotto chimico significa far morire oltre alle larve anche una serie di microrganismi positivi per le nostre coltivazioni, impoverendo la terra che coltiviamo.

Nell’orto bio una soluzione molto interessante contro le larve di maggiolino è la lotta biologica, immettendo degli antagonisti naturali del maggiolino in modo da render dura la vita alle larve. Ci sono per questo uso dei nematodi che sono entoparassiti e si possono usare contro le larve (nematodi Heterorhabditis), in alternativa si possono usare anche dei funghi entomopatogeni ma è decisamente più complicato.

Ovviamente se si tratta di un’infestazione di poco conto conviene rivoltare il terreno o la compostiera con attenzione e eliminare manualmente le larve, fortunatamente sono belle grosse e bianche, per cui si individuano abbastanza semplicemente.

riga verde dei consigli

Share

11 comments on “Eliminare le larve di maggiolino

  1. vi scrivo perchè da 1 anno e mezzonel pratosottostante una pianta di sughera si è insediata la larva del maggiolino, lo scorso autunno ho rimosso il pezzo di prato interessato quindi ho lavorato il terreno,rimosso tutte le larve che ho trovato e quindi in primavera ho seminato il prato che inizialmente è cresciuto bene ma che poi una volta maturo è ricominciata la stessa storia, praticamente vengono mangiate le radici e tende ad ingallire e a venire via facilmente addirittura anche con il taglia erbe,vorrei avere indicazioni di un prodotto efficace all’eliminazione delle larve senza dover rimuovere il prato nuovamente e sapere se possono danneggiare anche l’albero di sughera.

    1. Non posso esserti molto utile perché non ho esperienza diretta di grandi infestazioni di maggiolino. In letteratura si parla spesso di combattere le larve coi nematodi e come dicevo si parla anche di un fungo sono metodi però che non ho mai sperimentato di persona. Non credo che le larve possano fare danni seri a un albero.
      Io mi fermo qui, magari qualche visitatore ha esperienza diretta su come risolvere il tuo problema.

      1. Purtroppo mi dispiace contraddirla, ma questo insetto riesce a fare danni seri anche agli alberi. Le larve di maggiolino che infestano il mio giardino e che finora i giardinieri non sono riusciti a debellare hanno mangiato interamente le radici di qualunque albero da frutta che ho piantato, tranne gli agrumi, per non parlare delle piante a cespuglio di fiori. Dopo qualche mese cominciano ad ingiallire e quando ormai sono visibilmente morti vengono via senza nessuna resistenza perchè sono diventati dei tronconi senza radici.

        1. Benissimo essere contraddetti se può servire a qualcuno un’esperienza diversa dalla nostra. Ho sempre sentito solo danni alle piantine, forse gli alberi da frutta erano ancora piccoli, comunque motivo in più per stare attenti a questo insetto in orto e a questo punto anche frutteto.

  2. Da anni coltivo un piccolo orticello. Di tanto in tanto trova l’insalata bucata dai vermi. Ho scoperto qualcuno è ucciso. Ma compaiono altri. Cosa fare????? I vermi son lunghi sette o più centimetri. Cosa consigliate

    1. Sarebbe da capire che vermi sono. Se sono larve è ottimo il baccillus thuringensis, un insetticida biologico innocuo all’uomo.

  3. Se sono lombrichi non bucano l’insalata. I lombrichi vivono sottoterra e lavorano il terreno e sono quindi utilissimi. Un verme grasso e lungo 5-7 cm potrebbe essere una larva di cavolaia.

    1. Dopo aver tolto l’anno scorso un troncone di un bellissimo fico le cui radici erano state divorate da larve da 3 a 6 cm pensavo di piantarne un altro ma nello scavo ho trovato ancora 3 enorme larve. Che trattamento preventivo posso fare?
      Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *