Prevenire la mosca del porro

i danni della mosca del porroLa Napomyza Gymnostoma, meglio conosciuta dal contadino come mosca del porro, è un insetto fastidioso perchè va a depositare le sue uova all’interno delle piante di porri. Una volta che le uova si schiudono le larve da dentro la pianta distruggono il porro, rovinandoci completamente il raccolto. Siccome la larva di questo insetto va a bucare la pianta dal dentro viene chiamato anche mosca minatrice del porro.

Se trovate i porri spaccati e con all’interno le larve di questa mosca non c’è molto da fare in agricoltura biologica, se non la rimozione degli ortaggi colpiti per eliminare i parassiti dal nostro orto. Come insetticida bio contro la Napomyza Gymnostoma si può usare il piretro ma se le larve sono dentro alla pianta è difficile colpire l’insetto e il trattamento risulta inefficace.

La mosca del porro può essere però efficacemente prevenuta conoscendo le sue abitudini: questi insetti si riproducono in diverse generazioni, solo alcune sono alate in modo da potersi spostare e il loro periodo di volo riproduttivo è tra settembre e ottobre. Possiamo quindi coprire la coltivazione di porri con tessuto non tessuto in questi mesi in modo da impedire alla mosca minatrice di deporre le uova e risolvere il problema in modo semplice e naturale, senza alcun trattamento.riga verde

 

Share

2 comments on “Prevenire la mosca del porro

  1. Ho raggruppato i porri in uno spazio ristretto. Verso la fine di agosto dispongo sopra una armatura tipo serrettina la rete anti-insetto, alias zanzariera. Il tessuto non tessuto non è sicuro. Alla fine di ottobre tolgo la protezione e trapianto i porri. In alternativa si potrebbe disporre la rete anti-insetto su tutta la piantagione, senza il trapianto: ma ce ne vuole troppa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *