Quassio: insetticidi naturali

pianta di quassiaIl quassio è un preparato utilissimo per la difesa dell’orto dai parassiti, quali gli afidi, si ottiene dalla corteccia di Quassia amara, una pianta di origine tropicale. Questa pianta si presenta come arbusto o alberello, sviluppandosi molto in altezza, fino a raggiungere anche i sei o sette metri. Il legno di quassia è conosciuto per le sue proprietà officinali, viene impiegato in erboristeria come digestivo, grazie al suo contenuto di alcaloidi. Per questo è possibile procurarsi la corteccia e il legno in un’erboristeria ben fornita, si trova anche in alcuni consorzi agrari che tengono prodotti per l’agricoltura biologica. In genere si trova in segatura oppure scaglie.

Preparare il decotto di quassio. Con la corteccia della quassia amara tramite un decotto si estraggono i principi attivi, utili per la lotta biologica nell’orto naturale. La preparazione del quassio è semplicissima: si lascia la corteccia a macerare un giorno, in dosi di 3 etti per 10 litri, poi si porta a ebollizione per un’ora a fuoco basso. Se la quassia è in polvere le tempistiche si riducono. Si diluisce poi aggiungendo acqua per 7-8 volte la sua quantità.

Funzionamento insetticida. Le quassine, ovvero i principi attivi contenuti nel legno di quassia, sono responsabili dell’amaro e agiscono sul sistema nervoso degli insetti rallentandolo fino alla paralisi. In questo senso il decotto ha un’azione insetticida simile per funzionamento a quella del piretro. Il vantaggio del quassio è che colpisce gli insetti più piccoli, essendo meno potente delle piretrine, per cui non danneggia gli agenti impollinatori (api e vespe) mentre è un buon rimedio per afidi, altiche e cocciniglia.

Utilizzo. Il decotto di quassio si spruzza sulle piante infestate una volta diluito come spiegato sopra. Agisce per contatto contro gli insetti e si può potenziare mescolandoci del sapone di Marsiglia che lo rende più adesivo. Spruzzando le piante con questo preparato naturale oltre all’azione insetticida si scoraggia i parassiti a mangiare le foglie della pianta irrorata per via del gusto amaro che il quassio conferisce.

Precauzioni. Il quassio è un prodotto completamente naturale e atossico per l’uomo, come anche per tutti gli animali a sangue caldo e per le api. Pur non essendoci periodi di carenza il sapore amaro rende sconsigliabile l’utilizzo su ortaggi da raccogliere.

In conclusione il quassio è un insetticida a bassa intensità, completamente atossico e naturale, molto utile nell’orto biologico. La materia prima essendo di origine tropicale deve essere necessariamente acquistata.

Bibliografia per approfondire:

riga verde dei consigli

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *