Macerato di ortica

ortica adatta al maceratoTra gli insetticidi naturali uno dei più importanti per l’orto famigliare è il macerato di ortica, perché oltre a essere completamente biologico può essere autoprodotto molto semplicemente, con un grande risparmio economico rispetto agli insetticidi che si trovano sul mercato. Le ortiche sono un’erba spontanea molto comune e per questo sono un ingrediente sempre disponibile per fare un antiparassitario biologico ed economico.

La preparazione del macerato è semplice, un chilo circa di piante di ortica tagliate alla base (le radici non servono al macerato) va lasciato in 10 litri di acqua. Il tempo di infusione va dai 3 ai 5 giorni, dopo di che il composto va filtrato ed è pronto da usare, irrorandolo sulle piante. Il macerato d’ortica si conserva poco, dopo una decina di giorni perde la sua efficacia, ed è un’insetticida utile se lo si usa all’inizio delle infestazioni, non ha il potere di contrastare con efficacia un insediamento rilevante di parassiti.

Dalle ortiche si può ottenere anche un fertilizzante, lasciandole a macerare per un tempo superiore ai 5 giorni.

Due le precauzioni che raccomandiamo nell’uso di questo insetticida biologico: la prima è di stare attenti a dove lasciate il bidone col macerato, perchè la puzza potrebbe infastidire i vicini, la seconda è di fare attenzione perché il macerato di ortica infastidisce tutti gli insetti, anche quelli che invece sono utili all’orto, è lievemente tossico ad esempio per le api.

Come periodo di carenza consigliamo di lasciar passare 5 giorni, si tratta comunque di un antiparassitario che non ha impatto sull’ambiente.

Questo insetticida è ottimo in particolare contro i pidocchi delle piante (afidi e cocciniglia), oltre ad essere un prodotto acaricida. Il suo effetto è dovuto all’acido formico. che è la sostanza che rende urticante le foglie dell’ortica.riga verde

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *