Marciume apicale: il “culo nero” del pomodoro

marciume apicaleIl marciume apicale è un problema che può capitare a chi coltiva pomodori nell’orto, questa patologia si verifica sul frutto, dove si vanno a creare delle marcescenze sulla parte finale (la punta) del pomodoro. Il marciume in realtà non è una malattia vera e propria ma una fisiopatia (ovvero un problema che non dipende da un batterio, un virus o un fungo, ma che è dovuto ad avverse condizioni ambientali).

Scherzosamente il marciume apicale viene chiamato anche “culo nero” del pomodoro, questo modo di dire si è diffuso a tal punto da poterlo ormai considerare un termine tecnico.

Le possibili cause del marciume apicale:

Essendo il culo nero del pomodoro una fisiopatia le cause sono da cercarsi nelle condizioni ambientali, capire le cause del culo nero è importante per poter rimediare, oppure perlomeno per evitare che si ripresenti in futuro. Ecco i principali fattori:

  • Carenza di calcio. In questo caso si può ovviare fonendo la pianta di calcio, ad esempio si può polverizzare i gusci di uova.
  • Eccesso d’acqua o sbalzi idrici. L’umidità concentrata in un punto del frutto (ad esempio all’apice o tra le righe dei frutti costoluti) provoca facilmente necrosi dei tessuti, facilitando anche l’insorgere di malattie crittogame. Troppe irrigazioni ugualmente possono provocare marciumi, in particolare se effettuate all’orario sbagliato. Quando il pomodoro forma i frutti non va irrigato mai nelle ore più calde del giorno, andrebbe bagnato prima dell’alba.
  • Carenza d’acqua. In questo caso bisogna intervenire, con l’accortezza di non farlo sotto il solleone.
  • Eccesso di azoto o di potassio. Una concimazione eccessiva può dare problemi alla pianta, in genere succede se si usano concimi liquidi o pellettati, che essendo concentrati è molto più facile sovradosare.

Quali varietà di pomodoro sono soggette al “culo nero”? Sono particolarmente sensibili i tipi di pomodoro che si sviluppano a punta, o che hanno rientranze tipo costolature, Cuor di Bue, Costoluto fiorentino, Rosa di Berna, San Marzano, meno invece i pomodori tondi e per nulla quelli di piccolo taglio, come i ciliegina.

linea di coltivazione

Letture consigliate:

Difendere l'Orto con i Rimedi Naturali
Fitosanitari, macerati, trappole e altre soluzioni bio per coltivare senza veleni
€ 13 con sconto 15% = 11,05 €

 

linea di coltivazione

Share

4 comments on “Marciume apicale: il “culo nero” del pomodoro

  1. alcuni dei miei pomodori hanno il marciume apicale, niente pacciamatura , sono irrigati tramite ala gocciolante nelle ore mattutine una volta a settimana per 2-3 ore e con bassa pressione a caduta da un serbatoio con dislivello di un metro. Dove sbaglio ?

    1. Impossibile dirlo da qui. La frequenza di irrigazione dipende dal clima, il marciume può essere causato anche da carenza di calcio, eccesso di azoto o di fosforo. In particolare l’eccesso di azoto può esser conseguenza di troppa concimazione.

  2. Ho piantato i pomodori tutti nello stesso periodo quindi nello stesso giorno, ma a differenza di posizione e di qualità il pomodoro insalataro sito al centro del terreno, si è praticamente ammalato già da quando era piccolo cioè verde. Ad oggi raccolgo questi pomodori tutti col “culo nero”. L’acqua la dò ogni 2/3 giorni in tarda sera, sempre nello stesso dosaggio anche perché non ho attualmente acqua corrente…. Biologico all’eccesso non uso concimi o letami… Quindi nel mio caso “il culo nero” da cosa è dovuto”? Grazie per la pazienza…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *