attrezzi da balconePer fare l’orto sul balcone, essendo le coltivazioni tenute in vaso, non servono grandi attrezzature come vanga, forca e zappa. Gli spazi sono piccoli quindi saranno piccoli anche gli attrezzi da utilizzare per lavorare all’interno del vaso, attorno alle piantine.

Tra gli attrezzi da giardino troviamo dei piccoli strumenti manuali, come zappette e palettine, che sembran quasi dei giocattoli a misura di bambino. In realtà sono utensili che si rivelano molto utili per l’orto sul terrazzo ma anche nel giardinaggio: quando si devono far lavoretti di precisione tra aiuole fiorite.

Nell’elenco dedicato a tutti gli attrezzi fondamentali per coltivare in vaso, abbiamo inserito i piccoli attrezzi manuali, come palettina, rastrellino e piantatore, proviamo a elencare tutti questi strumenti utili e a dare qualche consiglio sulla loro scelta.

Lista degli attrezzi utili

Ecco la lista degli attrezzi più utili per coltivare il vostro balcone.

  • Trapiantatore. Questo attrezzo è una sorta di palettina ricurva e si utilizza per trapiantare. Se fate crescere le piantine in un contenitore oppure se le comprate in vivaio arriva poi il momento di trasferirle in un vaso più grande, per farlo al meglio è utile aiutarsi con questo attrezzo.
  • Zappetta. La lavorazione del terreno è importante anche per chi realizza l’orto nel vaso. Zappare periodicamente il terreno attorno alle piantine è utile per evitare che si compatti troppo, in questo modo si rimuovono anche le erbacce infestanti. Inoltre, nelle coltivazioni in vaso occorre apportare concime periodicamente (come stallatico, compost o humus), per rendere l’azoto e gli altri nutrimenti che disponibili alla pianta. Sarà utile allo scopo una zappa in miniatura.
  • Tridente. Una piccola forca può essere utile a dissodare il terreno, se dovesse compattarsi troppo per la lavorazione con la zappetta.
  • Rastrellino. Un mini rastrello può essere funzionale durante le semine, per preparare il letto di semina e poi per interrare i semi (se si mettono a spaglio). Il rastrello si può usare anche per smuovere il terreno periodicamente. Viste le dimensioni dell’area da rastrellare si può usare benissimo allo scopo il tridente o la zappetta, per cui il rastrello non è strettamente necessario.
  • Forbici. Per potare le piante in vaso oppure per raccogliere alcuni ortaggi è utile dotarsi di un buon paio di forbici, che devono essere ben ergonomiche.
  • Scopa e paletta. Non si tratta di veri e propri attrezzi da orto ma è importante avere la scopa a portata di mano. Difficile che la terra resti tutta nel vaso mentre si lavora, quindi preparatevi anche a dover pulire il terrazzo.

Come scegliere i piccoli attrezzi

Consigliamo di scegliere attrezzi ergonomici, resistenti e che abbiano un’impugnatura comoda. Non serve prendere attrezzature particolarmente complesse o di marchi importanti, basterà provare a prendere in mano l’attrezzo e saggiarne la robustezza.

Per chi vuole andare sul sicuro ci sono gli attrezzi Solid proposti dalla Fiskars, che sono realizzati in poliammide rinforzato con fibra di vetro, materiale riciclabile, molto resistente e di facile pulizia.

Anche nel caso dell’orto in vaso gli attrezzi sono il veicolo ideale per la diffusione di malattie delle piante, che possono essere funginee, virosi o batteriosi. Per evitare di spostare il contagio da un vaso all’altro è bene scegliere attrezzi che possano esser puliti facilmente.

Articolo di Matteo Cereda

attrezzi della stihl

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina Facebook e Instagram.