Il pirodiserbo contro le infestanti

fuoco contro le erbacceIn agricoltura biologica non si possono usare diserbanti, che sono tra i prodotti chimici più nocivi per l’uomo e per l’ambiente usati in orticoltura, per questo motivo bisogna trovare metodi alternativi per il controllo delle erbacce nell’orto.

Il diserbo manuale, strappando le erbacce attorno alle piantine, e quello con la zappa interfila sono sicuramente i metodi principali, ma per risparmiare un po’ di lavoro nell’orto si possono anche usare altre tecniche, una di queste è il pirodiserbo.

Si tratta di pulire le erbacce usando il fuoco, che si produce tramite gli attrezzi a gas che si usano per stagnare e si può usare per togliere le erbe infestanti da tutte quelle colture che resistono bene la calore, in particolare le lilliacee che sono ricche di silicio (aglio, cipolla, porro, asparagi).

Il pirodiserbo è un metodo utile anche con le carote che hanno i semi lenti a germogliare. In questo caso conviene, 3-4 giorni dopo che le malerbe sono spuntate, coprire l’aiuola con politene e poi distruggere con la fiamma tutte le malerbe. Quando nasceranno semi più profondi le carote saranno già emerse e non verranno soffocate dalle erbacce.

Un altro metodo naturale di diserbo, più semplice da effettuare, è il metodo della falsa semina, col pirodiserbo o la falsa semina si può risparmiare molto lavoro di sarchiatura e si evita di dover strappare poi erbacce a mano durante tutta la durata della coltivazione.

Questo articolo è stato utile?  Puoi lasciare un commento con un parere, consigli, domande o altro, un feedback fa sempre piacere.

Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina facebook.

2 Commenti

  1. Davide 21 settembre 2017 al 12:06 - Rispondi

    Ciao. Ma devo usare alta o bassa pressione?

    • Matteo Cereda 21 settembre 2017 al 12:11 - Rispondi

      Ciao Davide. Non sono un esperto di pirodiserbo e tanto meno della parte meccanica e idraulica che ci sta dietro. Ho scritto l’articolo perché è un tema affascinante e volevo trattare con completezza i metodi naturali per controllare le infestanti, ma non ho esperienza diretta in merito. Credo possa essere utile se usato con cautela per colture tipo le carote, lente a germinare. Io coltivo anche zafferano e una volta o l’altra farò esperimenti in proposito, visto che stando il bulbo ben profondo penso che ad agosto si possa dare una bella passata. L’unico dispositivo che ho visto io per diserbare col fuoco aveva un riduttore di pressione prima della lancia, mi pare che viaggiasse su 1 o 1,5 bar. Penso che tutto dipenda da cosa vai a utilizzare, non mi fiderei a improvvisare un bruciatore, visto che può essere pericoloso.

Scrivi un commento