Allontanare le talpe dall’orto

la talpaPer prima cosa se state leggendo questo articolo dovete chiedervi se volete davvero allontanare le talpe dall’orto, oppure se è possibile convivere con questo simpatico animaletto.

Le talpe si cibano di insetti terricoli e difendono quindi l’orto da larve e parassiti come elateridi e nottue. Inoltre arieggiano il terreno grazie al loro costante lavoro di scavo. Per questo motivo sono animali utili alla nostra coltivazione.

La presenza della talpa si riconosce notando i caratteristici cumuli di terra all’uscita che forma alle uscite delle sue tane. La talpa è abitudinaria e segue abbastanza gli stessi tracciati, se non distruggete la galleria potete tenerne conto e spostare le piante in modo da non disturbarla. E’ vero però che il suo scavare può sradicare le piante ed essere fastidioso per l’orticoltore. In particolare la talpa è attiva a maggio per la stagione degli amori e in novembre quando si prepara all’inverno e risistema quindi la sua tana.

I maggiori danni provocati dalla talpa all’orto non sono diretti ma si verificano quando c’è una presenza combinata di talpa e arvicola. La talpa fa le galleria, le arvicole le percorrono e le usano per raggiungere qualsiasi cosa stia nell’orto.

tane di talpa

Le tane di talpa sono semplici da riconoscere, per via del cumulo di terra,

Dissuadere le talpe

Il mio consiglio è cercare sistemi pacifici per scacciare la talpa. Ci sono una serie di metodi per far capire a questi animali che non devono avvicinarsi alle nostre coltivazioni, si tratta sempre di metodi non sempre efficaci ma che se applicati con costanza possono col tempo allontanare le talpe dai vostri ortaggi:

  • Distruggere costantemente le tane.
  • Lasciare teste di sardina all’interno delle gallerie (pare che la puzza dia fastidio alla talpa).
  • Piantare piante sgradite alle talpe come la Fritillaria Imperialis o l’Euphorbia Lathyris (euforbia catapuzia).  L’euforbia secerne un lattice irritante per le talpe per cui non gli animali non si avvicinano, il problema è che è un rimedio adatto alle piccole estensioni (una pianta copre un diametro di 3 metri). Si può anche fare un macerato di euforbia da spruzzare nelle gallerie.
  • Piantare dei tubi o tondini di ferro con sopra una bottiglia a cui tagliate il fondo. La bottiglia mossa dal vento fa rumore e spaventa l’udito finissimo delle talpe.
  • Acquistare dispositivi a ultrasuoni per spaventare le talpe. Le esperienze sull’efficacia di questi sono molto discordanti, a volte gli ultrasuoni funzionano, altre volte le gallerie passano vicino al dispositivo come se nulla fosse.
  • Esiste un concime che si chiama calciocianamide che allontana le talpe dal terreno, personalmente preferisco continuare a fertilizzare utilizzando letame e humus, più naturali, e tenermi qualche talpa.
bottiglia anti talpa

Una bottiglia tagliata posta sopra a un palo di ferro nel terreno può spaventare le talpe e allontanarle.

Tenere le talpe fuori dall’orto

Una recinzione che tenga le talpe lontane dal vostro terreno si può fare, è però un’operazione dispendiosa in termini economici perché dovete usare una rete metallica a maglia stretta. Inoltre recintare tutto l’orto per evitare le talpe sarà anche un lavoro massacrante: bisogna interrare la rete di almeno 50 cm ed è opportuno che in basso sotto terra la rete faccia elle verso l’esterno per un 20/30 cm in modo che la talpa non riesca a passar sotto una volta trovato l’ostacolo.

 Uccidere le talpe

Se proprio volete uccidere le talpe potete trovare in commercio diverse trappole o esche avvelenate, io però vi sconsiglio vivamente di utilizzarle, vi invito a ripensarci e a cercare una convivenza con un animale che si rende utile nell’orto. Poche di queste trappole sono efficaci e in ogni caso richiedono un costante controllo. Piuttosto esistono anche trappole non cruente che permettono di catturare la talpa e liberarla poi a distanza di sicurezza dall’orto, certo non sempre prendono l’animale che non è per nulla facilone.

Usare veleni contro le talpe significa comunque immettere sostanze nocive nell’ambiente, con il rischio anche che animali domestici possano ingerirli. Da non usare assolutamente le cartucce fumogene: anche in questo caso significa riempire il terreno dell’orto di sostanze tossiche, non sono certo adatte ad una coltivazione biologica.

Un’opzione per chi non teme una levataccia e ha grande pazienza è aspettare l’uscita della talpa all’alba appostandosi controvento davanti a uno dei suoi cumuli, facendo conoscenza col simpatico musetto di questo piccolo mammifero forse non troverete il coraggio di colpirlo. Se proprio volete fare l’appostamento potreste catturare l’animale vivo per liberarlo dove non farà danni: con un badile riuscite facilmente a mettere la talpa in un secchio.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina facebook.

5 Commenti

  1. Armando Dematte 21 aprile 2015 al 16:13 - Rispondi

    Io c’è lo nella serra quindi o se ne va o io non mangio verdura per questo anno quindi mi dispiace ma contutti gli ettari di terreno che a a sua disposizione a sbagliato alloggio

    • orticoltore 22 aprile 2015 al 18:32 - Rispondi

      La talpa in teoria non mangia le verdure, è carnivora… Può capitare che fa danni alle radici ma dovrebbe lasciare in pace la maggior parte degli ortaggi. Se trovi verdure mangiate potrebbe essere un arvicola.

  2. giuseppe fanelli 10 ottobre 2017 al 11:09 - Rispondi

    Molti consigli interessanti.

  3. Carmelo P. 21 ottobre 2017 al 13:25 - Rispondi

    Salve. Fra un mesetto devo seminare i piselli. Nel mese di aprile-maggio, ho trovato una galleria di talpa esattamente lungo la fila di piselli rampicanti seminati a dicembre 2016. Per fortuna che la talpa ha incontrato un paletto ligneo e ha fortunatamente deviato il suo percorso dalla fila di piselli, salvando così per me buona parte del raccolto. Purtroppo una fila di 4 metri di piselli è andata perduta. Io avevo pensato di inserire nel mio orto una rete metallica almeno per proteggere le mie piantine di piselli. Non gradirei uccidere le talpe perché mi spiacerebbe. Volendo usare la rete metallica, quali dimensioni della maglia metallica mi consigliate? Buona Domenica.

    • Matteo Cereda 22 ottobre 2017 al 22:45 - Rispondi

      Se dovessi mettere la rete metallica sceglierei una maglia molto fine, diciamo con fori da mezzo centimetro, perché ostacoli anche eventuali topi nel modo migliore, evitando che riescano a rosicchiarla.

Scrivi un commento