testina a filoPer mantenere puliti gli spazi attorno a casa o all’orto ricorriamo sovente al decespugliatore. Questo attrezzo è un valido aiuto, a condizione di poterlo sfruttare nel modo migliore.

Quando si tratta di sfalcio di erba capita spesso di utilizzare la testina a filo, anche se dischi da sfalcio e coltelli sono valide alternative. Diventa quindi importante saper scegliere quale tipologia di filo adottare sulle testine dei nostri decespugliatori.

Per decidere quale filo montare sono da valutare prima di tutto due fattori:

  • La potenza dell’attrezzo, che può essere un maneggevole modello da bordure o un grosso decespugliatore professionale.
  • Il tipo di sfalcio che intendiamo portare a termine.

Nell’elencare come scegliere il miglior filo per il nostro decespugliatore vedremo un semplice trucchetto, che ci potrà aiutare a capire la bontà del filo che intendiamo acquistare. Inoltre capiremo come scegliere il diametro dello stesso in base alla potenza del nostro macchinario e al tipo di vegetazione da tagliare, andremo a esaminare le peculiarità delle diverse tipologie di filo e come conservarlo al meglio.

Acquistare sempre un filo di qualità

A prescindere dal profilo o dal diametro del filo che andremo ad acquistare è sempre bene acquistarne di buona qualità, magari facendo riferimento ad un marchio noto e affidabile del settore, così da garantirci buona autonomia e poche scocciature.

Un trucchetto che ci può essere utile per valutare la bontà di un filo è la sua flessibilità. Più è “morbido” e flessibile, maggiore sarà la sua tendenza a flettersi nell’impattare contro erba ed ostacoli, piuttosto che a rompersi.

Valutare la potenza a disposizione

Potrebbe sembrare ovvio che un filo di maggior dimensione assicuri una durata maggiore, ma attenzione perché questo non è altrettanto vero in termini di resa del lavoro e di minimizzazione dello stress sul motore del nostro decespugliatore.

Un filo più grande in diametro o con un profilo che offra maggiore superficie di impatto con l’aria sarà anche più frenato dalla stessa o dall’erba che colpirà. Bisogna quindi tenere presente che con l’aumentare della superficie del filo esposta all’aria durante la rotazione, aumenterà anche lo sforzo che dovrà compiere il motore. Per questo diametro e superficie devono essere proporzionati alla potenza dell’attrezzo.

In generale il consiglio è quello di scegliere sempre il filo più piccolo in grado di soddisfare le vostre esigenze specifiche di taglio. Questo significherà anche minori consumi nel lavoro.

Valutare il tipo di sfalcio da fare

testina a filoNell’ottica di ottenere massima resa con minimo sforzo è bene valutare che tipo di essenze si andranno a tagliare con il nostro decespugliatore.

Quando si tratta di giardini con semplici bordure di erba ben tenuta un filo di diametro 2.5mm è più che sufficiente a tagliare le erbe che incontra senza consumarsi troppo rapidamente. Quindi è la scelta migliore.

Per sfalci di erbacce alte e grasse, in terreni sporchi e con ostacoli, è consigliabile scegliere un filo tra i 2.7 ed i 3 mm di diametro.

Per lavori più gravosi si può arrivare anche a 3.5mm, ma è necessario utilizzare decespugliatori di grande potenza e soprattutto valutare l’utilizzo di accessori alternativi, quali ad esempio i dischi da sfalcio.

Per tagliare giovani rovi verdi ad esempio, un buon filo tra i 3 ed i 3.5mm potrebbe essere risolutivo anche senza necessità di utilizzare un disco, ma per lavori più pesanti risulterebbe poco efficace.

Tondo, Quadro, Animato, Silenziato

filo della STihlEsiste ormai una moltitudine di fili per decespugliatore in commercio, con forme e misure più disparate. Volendo soffermare la nostra attenzione soltanto sulle tipologie più significative, iniziamo con il confronto tra filo quadro e tondo.

Il filo a sezione tonda è quello con minore impatto all’aria a parità di diametro ed è caratterizzato da una rumorosità non troppo intensa, un taglio piuttosto netto ed una durata discreta (a parità di tipologia di filo in esame).

Il filo a sezione quadra ha un impatto con l’aria maggiore, una maggiore rumorosità, un taglio meno netto rispetto al profilo tondo, ma una durata maggiore rispetto a quest’ultimo, in virtù dell’area maggiore della sua sezione.

Seguendo questa filosofia, per unire la durata di un filo a sezione poligonale con la capacità di taglio di un filo a sezione tonda, vengono prodotti fili anche con sezione pentagonale o “a stella” per offrire sempre uno spigolo piuttosto acuminato all’impatto con la vegetazione, così da migliorare la capacità di taglio diminuendo lo sforzo. Un esempio è il filo STIHLl Hi-Tech per decespugliatori “CF3”.

Per migliorare la durata del filo nel tempo si è ricorso a diversi stratagemmi, uno di questi consiste nel inserire in filo cavo con particolari proprietà meccaniche un filo più piccolo con proprietà meccaniche complementari, riuscendo così ad ottener un filo unico, detto animato, che possa coniugare flessibilità e resistenza all’usura. Il filo silenziato, ovvero con un profilo studiato per ridurre il rumore, grazie alla sua forma che minimizza l’impatto con l’aria, è indicato soprattutto per l’uso in ambienti prossimi a case o in parchi e luoghi dove un miglior comfort acustico può essere apprezzato.

STIHL ha in catalogo una linea completa di fili per tutte le esigenze, tra questi anche fili silenziati.

Conservare in un luogo fresco ed… umido!

Avete capito bene, contrariamente a quanto leggete spesso sulle etichette di prodotti edibili o meno, una buona conservazione del filo per decespugliatore beneficia dell’umidità. Il filo è composto da polimeri igroscopici, ovvero in grado di assorbire l’acqua presente nell’aria. È per questo che se conservato in ambienti caldi e secchi, magari a diretto contatto della luce, tenderà ad infragilirsi. Conservatelo in cantina, magari in un bidone pieno d’acqua, rimarrete sorpresi di come le sue proprietà rimarranno inalterate nel tempo e anzi, di come potrebbero migliorare rispetto allo stesso appena comprato in negozio.

In conclusione, acquistando un filo di qualità, magari rivolgendovi ad un marchio affidabile, avendo avuto cura di tenere in considerazione la potenza a disposizione e il tipo di lavoro da svolgere, sarete sicuramente in grado di portare a termine il lavoro con soddisfazione a prescindere dall’avere scelto un filo per decespugliatore di una forma piuttosto che di un’altra.

Altri articoli sul decespugliatore

Articolo di Luca Gagliani

attrezzi della stihl

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina Facebook e Instagram.