Altre coltivazioni

Altre coltivazioni 2018-03-21T22:46:47+00:00

Non solo ortaggi: nell’orto biologico devono trovare spazio anche altre coltivazioni, che oltre a essere utili possano garantire all’ambiente la giusta biodiversità, capace di creare un ecosistema stabile ed equilibrato. Studiando bene le consociazioni e le piante giuste possiamo attirare insetti e microrganismi utili, allontanando senza alcun trattamento parassiti e malattie.

Questi sono i principi vitali dell’agricoltura naturale e dell’orto sinergico, provate ad applicarli e il risultato sarà sorprendente: l’equilibrio ambientale previene gran parte delle malattie e dei parassiti evitando l’uso di pesticidi.

erbe aromatiche
Aromatiche
fiori utili
Fiori utili
erbe spontanee
Erbe spontanee

Perché coltivare

La coltivazione è un’attività che consente di recuperare un rapporto tra uomo e natura tramite il lavoro della terra, fonte di grande soddisfazione. Più la società moderna si sposta verso ritmi di vita frenetici e industrializzazione più c’è bisogno di un ritorno all’agricoltura, che metta di nuovo al centro ritmi di vita più naturali. Fare un orto oggi è un piccolo atto di resistenza, così come lo è prendersi cura di un fiore o far crescere delle profumate erbe aromatiche. Le piante spontanee sono poi una risorsa dimenticata che la natura ci regala senza nulla chiedere, saperle riconoscere e portare in tavola sapori inaspettati e sorprendenti.

L’orto e il frutteto consentono di risparmiare sulla spesa ma anche di aumentare il benessere, avendo a disposizione verdure e frutte di stagione appena colte, quindi piene di tutte le loro proprietà. La verdura e i frutti coltivati in proprio con metodi naturali caratteristici dell’agricoltura biologica sono sani, senza trattamenti chimici quali pesticidi o diserbanti.

Tipi di coltivazione

Tra le coltivazioni che non possono mancare nell’orto è opportuno ricordare:

  • Gli ortaggi. Le verdure sono il primo prodotto dell’orto: dai pomodori alle patate, passando per l’insalata.
  • Erbe aromatiche. Indispensabili in cucina, importanti per il benessere con le loro proprietà e spesso molto utili come consociazione alle piante orticole. In un buon orto sinergico non devono mancare le piante officinali.
  • Fiori. Attirano gli insetti impollinatori, respingono alcuni parassiti e colorano l’orto, rallegrandolo e trasformandolo in piacevole giardino. Non dimenticate di piantare qualche fiore nell’orto domestico.
  • Erbe spontanee. Ogni cosa in natura ha un suo utilizzo, bisogna saperlo valorizzare. Ci sono tante erbe spontanee come il tarassaco e la portulaca che magari non conosciamo ma che si possono mangiare. Invece di chiamarle erbacce impariamo a riconoscerle e a cucinarle, sarà una scoperta.

C’è poi il frutteto che con i suoi alberi da frutto e con i piccoli frutti di bosco aggiunge biodiversità e permette di raccogliere altri squisiti prodotti naturali.

Questo articolo è stato utile?  Puoi lasciare un commento con un parere, consigli, domande o altro, un feedback fa sempre piacere.

Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina facebook.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Leggi come i dati dei tuoi commenti sono trattati.