Come spostare l’asparagiaia

Le vostre domande

domanda sulle erbacce
Leggi altre risposte

Buonasera,avrei bisogno di un suggerimento per spostare le vecchie piante di asparagi che aveva piantato mia mamma tanti anni fa. Ora devo spostarle. In che periodo è opportuno fare lo spostamento visto che ogni primavera c’è una discreta produzione? Sono in Trentino. Grazie per l’attenzione.

(Armando)

Ciao Armando

E’ corretto voler spostare dopo qualche anno l’asparagiaia. L’asparago è una coltivazione poliennale, che quindi non deve essere spostata da un anno all’altro ma dopo alcuni anni (in genere una decina d’anni), altrimenti inizia a produrre meno perché il terreno viene sfruttato molto e soprattutto è facile che si verifichino malattie. Puoi approfondire questo ortaggio leggendo l’articolo dedicato a come coltivare gli asparagi.

Per fare lo spostamento bisogna sradicare i rizomi di asparago, che vengono in gergo chiamati zampe e che devono essere trapiantati nel nuovo appezzamento. L’operazione è opportuno farla a inizio primavera, tra febbraio e aprile. Siccome nel tuo caso il clima del Trentino non è certo tra i più caldi d’Italia meglio aspettare metà marzo, la terra non deve essere gelata.

Quello che devi sapere è che la nuova asparagiaia impiegherà due anni a entrare in produzione, purtroppo lo spostamento non è indolore per le piante e l’anno in cui sposti non avrai certo un gran raccolto. A compenso dell’anno di produzione che perdi, se vuoi potrai allargare la dimensione dell’impianto, visto che gli asparagi negli anni si saranno sviluppati e otterrai un gran numero di zampe da trapiantare.




Risposta precedente
Fai una domanda
Risposta successiva



Le informazioni ti sono state utili? Puoi seguire Orto Da Coltivare iscrivendoti alla newsletter o mettendo “mi piace” alla pagina facebook.

Scrivi un commento