la melanzanaLe melanzane sono una verdura preziosa in cucina: in uso come contorno, fritte, nei sughi (tra cui la pasta alla norma) e in tanti piatti sostanziosi come la celebre caponata. Vale la pena quindi provare a coltivarle, anche perché si tratta di una pianta che può regalare molte soddisfazioni nell’orto.

La pianta fa parte della famiglia delle solanacee, parente di pomodori e peperoni, vi abbiamo già spiegato nei dettagli come coltivare la melanzana secondo il metodo dell’agricoltura biologica, qui invece proviamo a darvi qualche utile consiglio su quali varietà di cultivar scegliere se volete mettere le melanzane nel vostro orto.

Le melanzane infatti non sono tutte uguali: ce ne sono di tonde, di allungate, di violette o di bianche. Ecco una panoramica su alcune tipologie. Sarebbe impossibile descrivere qui tutte le melanzane esistenti, mi limito a citarne alcune abbastanza diffuse e interessanti.

Varietà di melanzana

Scopriamo alcune interessanti varietà di melanzana che vi consiglio di provare a seminare nel vostro orto, se ne avete altre che vi piacciono in particolare scrivetelo nei commenti al post.

  • Melanzana White Egg (uovo bianco). Frutto tondo ovale, non molto allungato, polpa soda con pochissimi semi. Gusto delicato, privo di amaro, con pochissimi semi e buccia sottile. Si tratta di melanzane ottime grigliate, fritte, sottolio e nella parmigiana. L’insolito colore totalmente bianco stupisce favorevolmente, la pianta diventa molto alta ed è robusta (si possono metter dei sostegni perché produce tanto ma comunque si sviluppa bene anche senza). La semente di melanzana white egg è disponibile qui.
  • Melanzana viola bianca sfumata. Melanzana viola chiaro lilla dal frutto tondo leggermente costoluto. Il frutto è grande e con pochi semi, per niente amaro. La pianta è vigorosa e decisamente produttiva, tra le più semplici da coltivare. Le sementi biologiche di melanzana bianca sfumata si possono trovare qui.
  • Melanzana lunga violetta. Pianta che produce molto bene (conviene pensare dei supporti) e raggiunge gli 80 cm di altezza, melanzane dal frutto pendente viola scuro quasi nero, cilindrico e allungato, molto buone. I semi di questa varietà hanno un’ottima germinazione, potete trovarli qui.
  • Melanzana lunga nera. Il frutto può arrivare anche a 30 cm, tipica melanzana da friggere o grigliare, le piante producono molto e richiedono un sesto di impianto largo e sostegni robusti.
  • Melanzana seta. Frutto di color violetto chiaro tendente al marrone, che schiarisce sul bianco in corrispondenza dell’attacco. La melanzana seta è una varietà locale ricercata in cucina per la sua polpa morbida e la buccia sottile.
  • Melanzana violetta palermitana. Varietà dal frutto nero e tondo molto dolce, cultivar poco resistente al freddo.

varietà di melanzana

Diverse varietà di melanzana. Foto di Orto pedagogico Resistente

Caratteristiche dei vari tipi

Le varietà di melanzane si differenziano per tanti aspetti: il più vistoso è il colore, ci sono melanzane nerissime, varietà viola e violette e persino melanzane bianche come uova. Si caratterizzano poi per la dimensione del frutto e per la sua forma che può essere allungata o tonda, e per una serie di caratteristiche interessanti per chi cucina (gusto, grado di amarezza, presenza di sementi, spessore della buccia). Le varietà di melanzana differiscono anche dal punto di vista della coltivazione: cambia la dimensione delle piante, che necessiteranno o meno di supporti adeguati e di diverse distanze tra le file, cambia la resistenza al freddo e alla siccità e il ciclo colturale (ci sono melanzane precoci che fruttificano rapidamente o tardive, che restano più a lungo nell’orto). Nello scegliere quale melanzana coltivare dovete tener presente il clima della vostra zona, una buona idea può essere quella di preferire le varietà locali o comunque di chiedere ai vecchi contadini dalle vostre parti che tipi di melanzane si usa coltivare.

Il seme di melanzana in genere si semina in contenitori tra gennaio e maggio, il trapianto in piena terra delle piantine deve invece avvenire a partire dal mese di marzo aprile, a seconda ovviamente del clima. Maggiori informazioni su come coltivare le melanzane le trovate in questa pagina.

Articolo di Matteo Cereda

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina facebook o instagram.