Il terreno ideale per l’orto biologico

terreno compostatoL’agricoltura biologica prende esempio da quello che succede in natura, per cui se le piante sono in grado di autoregolarsi per avere un terreno sempre fertile occorre imitarle. In un bosco le foglie cadono a terra e vengono mangiate dagli insetti, decomposte da batteri aerobi e trasformate in humus. Così nell’orticultura bio dobbiamo saper apportare sostanza organica e lavorare il terreno senza romperne gli equilibri. Ecco i passaggi necessari per capire come fare al meglio un orto biologico.
riga verde

Analizzare il terreno

Molto importante per fare l’orto è sapere che tipo di terreno stiamo per coltivare. Dobbiamo sapere se avremo a che fare con un terreno sciolto o compatto, serve anche misurare l’acidità del terreno per capire meglio quali ortaggi potremo coltivare con successo. Oltre a valutare la terra dobbiamo prestare attenzione anche al clima e alla posizione dell’orto. Occorre capire come disporre la coltivazione in base all’esposizione al sole e predisporre eventuali accorgimenti per limitare i danni. Approfondisci: analizzare il terreno dell’orto.
riga verde

Le tipologie di terreno

Che sia sabbioso, argilloso o sassoso a seconda del nostro terreno possiamo con alcune accortezze nella lavorazione e nella concimazione possiamo coltivare al meglio i nostri ortaggi biologici. Approfondisci: valutare le tipologie di terreno.
riga verde

Le sostanze nutritive

Coltivando occorre fare attenzione che determinate sostanze necessarie allo sviluppo dei nostri ortaggi siano presenti e si mantengano nel terreno. Ci sono 3 elementi principali (Azoto, Fosforo e Potassio) e diversi microelementi. Meglio conoscere bene cosa deve esserci nel terreno del nostro orto per arricchirlo se dovesse servire. Approfondisci: le sostanze nutritive delle piante dell’orto.
riga verde

Lavorazione del terreno

Nell’agricoltura biologica si lavora il terreno senza interrare lo strato superficiale per mantenere fertile e ricco di sostanza organica il nostro orto. Si evita l’aratro e si lavora quindi di forcone fino ai 30 cm (o di ripuntatore se volete usare un trattore) e di vanga solo nello strato superiore. Approfondisci: la lavorazione del terreno nell’orto biologico.
riga verde

La concimazione per apportare sostanza organica al terreno

La letamazione migliora le caratteristiche del terreno, non solo apportando elementi e sostanza organica ma rendendolo anche più soffice e più propenso a trattenere l’umidità. In inverno consigliamo di spargere letame, humus di lombrico o compost sul terreno del nostro orto. Si può usare anche concime biologico pellettato.
riga verde

Share