tecnovanga valmasVangare è un’operazione fondamentale per un buon esito della coltivazione, ma è anche una bella fatica, in particolare quando l’età avanza e la schiena non è più quella di una volta.

Per chi fa l’orto biologico è da preferire la vangatura manuale rispetto ai lavori svolti da aratro e motocoltivatori, per ragioni economiche, visto che se l’estensione è ridotta non conviene comprare macchinari agricoli dispendiosi, per ragioni ecologiche, evitando di dipendere dal petrolio, ma anche perché un lavoro di vangatura fatto per bene garantisce un risultato migliore nella preparazione del terreno.

La fatica che si svolge dipende molto dall’attrezzo che si usa e dalla sua ergonomia. Un attrezzo molto interessante in questo senso e davvero ingegnoso è la tecnovanga, uno strumento brevettato da Valmas.

La vanga salvaschiena

meccanismo per vangare

Si tratta di un attrezzo di utilizzo molto semplice, simile alla classica vanga che tutti conosciamo con manico e lama. Per lavorare il terreno si affonda la lama nel suolo come una vanga tradizionale, il bello viene al momento di rompere la zolla: il manico della vanga ha un meccanismo che consente di inclinarla, mediante un semplice movimento del piede. In questo modo si arriva a un punto di leva che minimizza lo sforzo di spaccare la zolla, dopo di che il manico torna automaticamente in posizione, pronto per un altra vangata.

Il cambio di inclinazione evita il movimento più faticoso per la schiena e permette di sfruttare l’effetto leva nel modo migliore. Quindi l’attrezzo è sicuramente utile per chi vuole evitare strappi e movimenti faticosi ai muscoli della schiena, è incredibile vedere come l’inclinazione del manico agevola il lavoro, senza nulla togliere alla qualità del risultato.

Oltre al meccanismo brevettato, idea tutto sommato semplice ma davvero efficace, merita di essere segnalata la robustezza generale della vanga Valmas.

Tipologie di Tecnovanga

le tecnovanghe valmas

La tecnovanga è disponibile in varie forme (tradizionale, a scudo, a punta squadrata Varese o in versione forca)  da selezionare in base al tipo di terreno che si va ad affrontare.

L’attrezzo si può comprare sia direttamente dal sito del produttore che su Amazon. Il mio consiglio è di preferire la Tecnoforca alla vanga classica, si tratta di un attrezzo più versatile nel penetrare anche suoli compatti e ugualmente performante nel lavorarli.

Questo attrezzo è molto comodo non solo per preparare il terreno per l’orto, ma anche per raccogliere le patate e per scavare buche, il movimento automatico del manico infatti agevola anche queste operazioni risparmiando un sacco di fatica.

La tecnovanga in video

Non è semplice spiegare a parole come mai inclinando il manico si risparmiano i muscoli della schiena, per capire come funziona il meccanismo della Tecno Vanga la cosa migliore sarebbe provarla, ma è utile anche vederla in azione. Ecco quindi un video che mostra l’attrezzo al lavoro.

Acquista Tecnovanga standard
Acquista Tecnovanga Forca

Articolo di Matteo Cereda

attrezzi della stihl

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina Facebook e Instagram.