Come e quando seminare la rucola

fila di rucolaLa rucola è una pianta semplice da coltivare e con una buona capacità produttiva, l’ortaggio che si raccoglie ha un caratteristico sapore piccante e aromatico che può dare personalità a diversi piatti, soprattutto alle insalate.

Come ortaggio è interessante perché è coltivabile in buona parte dell’anno, avendo un’ottima resistenza al freddo come quasi tutte le piante della famiglia delle crucifere. Per questo dalla primavera all’autunno possiamo seminare e coltivare questa insalata, con ottimi raccolti, in particolare se ci si avvale di protezioni dal freddo quali tunnel con telo trasparente o coperture in tessuto non tessuto. La semina della rucola è molto semplice da effettuare e conviene effettuarla direttamente in campo, vediamo qualche indicazione utile su periodo e modalità.

Esistono diverse varietà di rucola, in particolare le possiamo suddividere in rucola coltivata e rucola selvatica, quest’ultima è più piccante ma anche più rustica. La raccolta avviene tagliando le foglie, ma il bello è che la rucola rivegeta molto rapidamente e permette quindi di raccogliere in modo continuo e scalare.

Quando seminare la rucola

Il bello della rucola è che si può seminare in buona parte dell’anno: la pianta ha temperatura ottimale tra i 15 e i 20 gradi, ma vive fino ai 5 gradi. Ha dei semini molto piccoli: un grammo ne contiene anche 500, che nascono facilmente e si conservano per tre o quattro anni mantenendo una buona capacità germinativa.

Il periodo ideale per la semina comincia a marzo e si protrae fino a settembre, in zone temperate o con una serra non riscaldata si può prolungare di un mese il periodo in modo semplice. In genere nel giro di una settimana dalla semina si vedono emergere le giovani piantine e dopo un mese o un mese e mezzo si può cominciare col primo raccolto. Se la rucola resta in campo durante i mesi estivi bisogna però fare attenzione che non patisca troppo caldo o siccità, che può indurla ad andare in semente precocemente, reti ombreggianti e interventi di irrigazione sono importanti per evitarlo.

Semina e fase lunare

Sulla fase lunare giusta per piantare la rucola ci sono due punti di vista opposti, più la visione di chi è scettico e semina senza fare caso al calendario lunare. Alla fase crescente è attribuito un influsso positivo sullo sviluppo vegetativo fogliare e per questo si può preferirla, anche se questo periodo di semina favorirebbe anche la montata a seme, quindi si può anche decidere di mettere la rucola in calante per evitare che vada in fiore.

Come si semina la rucola

Essendo un ortaggio a ciclo colturale breve e di facile germogliazione consiglio di non seminare la rucola in semenzaio, ma di optare per una semina diretta nel terreno. Per farla si può scegliere il metodo a spaglio o quello per file.

La semina a spaglio ha il vantaggio di essere rapida, occorre semplicemente calcolare la dimensione dell’aiuola in modo che sia comodo raccogliere stando nel camminamento. Per attuare questo metodo si deve preparare il letto di semina ben affinato e livellato, lanciare i semini con un gesto ampio della mano, in modo che si distribuiscano in modo abbastanza uniforme e poi interrarli con un rastrellata leggera, basta che siano coperti da un velo di terra.

La semina per file è più comoda per il controllo delle erbe infestanti e si effettua tracciando un solco poco profondo, in cui depositare i semi, per poi andare a chiuderlo sempre con poca terra: il seme di rucola deve stare a solo mezzo centimetro dalla superficie. Se si sceglie questo metodo si possono rispettare le distanze di 30 cm tra le file e di 5/10 cm tra le singole piante lungo il solco.

Quale sia il metodo scelto per seminare il lavoro si conclude con una bella annaffiatura della parcella, che aiuta a far aderire la terra ai semini e crea l’umidità necessaria all’uscita del germoglio. Il suolo andrà poi mantenuto umido anche nei giorni successivi.

Acquista semi di rucola bio

Preparazione del terreno per la rucola

La rucola è una pianta poco esigente in termini di terreno e concime, ma come per tutto l’orto anche per questa coltura una buona preparazione del suolo è importante e permette di ottenere risultati migliori, prevenendo la maggior parte dei problemi.

La lavorazione del terreno comincia con una vangatura profonda, da eseguire con vanga o forca da vangatura. La presenza di sostanza organica favorisce la pianta, per questo può valer la pena di mettere un po’ di compost maturo o letame, che verrà zappettato almeno una settimana prima di seminare.

Lettura consigliata: coltivare la rucola

Hai trovato questo articolo utile? Lascia un commento.

Se vuoi restare aggiornato puoi iscriverti alla newsletter di Orto Da Coltivare o cercarlo su Facebook e Instagram.

2018-09-24T21:51:01+00:00Categorie: Semina|Tag: , , , , |

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.