Le migliori varietà di pomodoro da coltivare

Il pomodoro è un ortaggio che si declina in centinaia di varietà diverse, dai piccolissimi pomodori a ciliegina, fino ai frutti enormi dei cuor di bue, dal classico rosso intenso, fino a pomodori di colore giallo, verde e addirittura pomodori neri. Può essere quindi utile, in particolare a chi ha appena iniziato a fare l’orto, qualche buon consiglio su come scegliere quali pomodori seminare. Cercheremo anche di indirizzarvi su dove trovare sementi biologiche di pomodoro.
riga verde dei consigli

Un consiglio veloce

Se non volete leggervi tutto l’elenco delle varietà vi consiglio i miei preferiti: come pomodoro da tavola sicuramente il classico cuore di bue (i semi li trovate qui), per variare il green zebra (semi qui), pianta resistente e gusto particolarissimo. Se avete bambini o se coltivate sul balcone piantate i ciliegina, i migliori di tutti sono quelli neri Black Cherry (semi qui). Per la salsa andate sul sicuro col San Marzano (semi qui). Se siete alle prime armi seminate invece il Rio Grande (semi qui), che è uno dei più rustici cultivar di pomodoro.
riga verde dei consigli

Due consigli a priori

frutti di pomodoroScegliete varietà locali e semi antichi. Un primo consiglio che ci sentiamo di dare è quello di recuperare se possibile varietà antiche della propria zona: salvare i semi della tradizione contadina dei nostri nonni continuando a replicarli è una missione importante per mantenere una parte fondamentale della nostra cultura. Inoltre se si tratta di varietà di pomodoro coltivate nelle vostre zone da tempo saranno sicuramente tra le più adatte al vostro clima e quindi daranno ottimi risultati. Dove trovare sementi antiche di pomodoro non ve lo possiamo dire qui, dovreste informarvi tramite associazioni di seed savers, in particolare quelle attive dalle vostre parti. Ci sono spesso in giro per l’Italia eventi di scambio semi e sono i posti migliori dove trovare qualche varietà interessante.

Evitate gli ibridi (F1). Le sementi ibride, contrassegnate dalla sigla F1, sono quelle varietà selezionate in laboratorio per cui si cerca di sviluppare determinate caratteristiche (come la resistenza ad alcuni parassiti o malattie), sono però pomodori che non sono in grado di riprodurre la propria semente, obbligandovi ogni anno a ricomprare i semi.

riga verde dei consigli

Come scegliere i semi di pomodoro.

Questione di gusto. Nello scegliere quali pomodori coltivare nell’orto dovete tener conto dei vostri gusti e di quelli della vostra famiglia: c’è chi divora pomodorini ciliegina o datterini anche a merenda, chi cerca pomodori da insalata grossi e sugosi, chi vuole pomodori tipo San Marzano per fare la salsa e chi ama il gusto aspro dei green zebra.

Questione di spazio. Se dovete coltivare pomodori in spazi stretti oppure se state intraprendendo una coltivazione di pomodori sul balcone dovrete cercare varietà che non sviluppino piante enormi. Se invece avete un campo non dovrete pensare alle dimensioni della pianta ma considerare di predisporre supporti adeguati a sostenerla. Ci sono anche tipi di pomodoro con pianta a crescita determinata, che non richiede sostegno.

Questione di clima. Ci sono alcune varietà di pomodoro che hanno bisogno di molto sole e calore per dar frutti dolci, altre che si adattano meglio anche a climi più rigidi e possono esser coltivate anche in orti di montagna. Scegliete la varietà considerando anche dove e quando coltiverete il pomodoro, ogni qualità ha un suo ciclo colturale.

riga verde dei consigli

Le principali varietà di pomodoro

Ecco un lungo elenco di varietà di pomodoro testate e decisamente consigliate. Se non sapete quale pomodoro piantare nell’orto date un’occhiata, vi sarà utile qualche suggerimento.

Pomodori da tavola o da insalata

frutti di pomodoroSi tratta di varietà adatte a esser mangiate in insalata, sono conosciuti anche come “pomodori da mensa” e spesso si raccolgono ancora verdi, aspettando che maturino in cassetta per prolungarne la durata. Il frutto raggiunge grandi dimensioni e può essere liscio o costoluto, in genere le piante sono esigenti in quanto a irrigazione e concimazione, hanno un ciclo medio lungo e richiedono sempre sostegni. Non sono molto adatti a esser coltivati in vaso. Ecco alcuni di questi pomodori che ci sentiamo di consigliarvi:

  • Cuor di bue. Pomodoro famosissimo, eccellente come varietà da tavola, particolarmente adatto per le insalate. Frutto grande, nasce liscio ma si declina poi in diverse varietà, con buccia molto sottile e polpa carnosa, pochi semi. Ciclo tardivo. I semi di pomodoro cuor di bue, certificati bio li trovate qui.
  • Costoluto fiorentino o genovese. La pianta è rustica e di semplice coltivazione, il frutto grande e di polpa carnosa, buono sia da tavola che per fare la salsa, varietà quindi a duplice vocazione. Sementi qui.
  • Marmande. Varietà antica dalla coltivazione precoce, il frutto si può raccogliere al verde, per cui è un ottimo pomodoro da mensa, buone dimensioni del frutto, dalla forma schiacciata. Pianta semi determinata. Potete comprare i semi di pomodori marmande qui.
  • Pantano romanesco o romano. Il frutto di questa varietà è costoluto e molto saporito, adattissimo agli orti famigliari per via della raccolta scalare.
  • Pomodoro Rio Grande. Frutti di media dimensione, color rosso vivo, forma a uovo. Pianta rustica, dalla crescita determinata, resistente a fusarium e verticillium. Consigliato per orticoltori principianti, trovate qui i semi bio.
  • Pomodoro Nero di Crimea. Un pomodoro di gran moda con striature tra il nero ed il marrone scuro che sono dovute all’alto contenuto di licopene, per questo è un alimento molto salubre. Il frutto è di buone dimensioni, molto dolce. I seme di questa varietà li trovate qui, si tratta di sementi non ibride e certificate bio.
  •  Pomodoro Green Zebra. Varietà di pomodoro di colore verde a striature zebrate su fondo giallo, frutto tondo di dimensioni medie, succoso e di ottimo gusto, un po’ aspro. Consigliato a chi vuole stupire con un pomodoro diverso e a chi ama il sapore aspro, quasi da pomodoro acerbo. I semi di questa varietà consigliamo di prenderli qui.
  • Il rosa di Berna. Varietà antica di origine Svizzera, pomodoro da insalata dal frutto di dimensioni medio grandi, polpa carnosa con pochi semi, gusto delicato e poco acido, colore rosato pallido. Pianta dal ciclo abbastanza precoce. Ecco dove trovare le sementi bio di questo pomodoro rosa.

Pomodorini ciliegina o datterini

la pianta del pomodoro
Solanacee

Pomodori dal frutto piccolo, che si sviluppa a grappolo, dolci e saporiti, molto amati dai bambini. Questi pomodorini colorano le insalate, si sposano con la mozzarella e sono di effetto sulla pizza o nei sughi. Le piante sono generalmente di dimensioni più ridotte, meno esigenti come spazi e quindi più adatte anche a coltivazioni in vaso. Ecco qualche consiglio in proposito:

  • Pomodoro ciliegina. Varietà classica e diffusissima, la pianta è a crescita indeterminata e richiede supporti, produce moltissimi grappoli di pomodorini dolcissimi. Si adatta molto bene a diverse condizioni climatiche. Le sementi bio di questo pomodoro si trovano qui.
  • Pomodoro Zuckertraube. Pomodoro ciliegia veramente molto produttivo dalla crescita intensa, con lunghi grappoli, frutti piccoli e molto saporiti. Un consiglio: per ottenere un sapore ancora più dolce proteggeteli dalla pioggia. Se volete le sementi biologiche e biodinamiche di questa varietà andate qui.
  • Ciliegino nero Black Cherry. Ecco un pomodoro ciliegino di varietà da salvare, coinvolto nel progetto di salvaguardia di ProSpecie Rara. Buonissimo, gusto pochissimo acido, e molto particolare, il colore nero è dovuto al licopene, che lo rende anche una verdura che fa bene alla salute. Vi consigliamo di prendere qui le sementi bio di black cherry.
  • Principe borghese. Pianta di pomodoro con crescita indeterminata (da impalcare), produce grappoli di piccoli frutti di forma ovale e ottimo sapore. I semi bio potete trovarli qui.

Pomodori da salsa

Il pomodoro da salsa deve essere poco acquoso, dalla polpa carnosa adatta a esser conservata in barattoli. Se coltivate pomodori per l’imbottigliamento dovrete scegliere piante molto produttive con una raccolta non scalare, in modo da poter fare la salsa tutta in una volta.

  • Pomodoro San Marzano. La cultivar più conosciuta come pomodoro da salsa, frutti allungati e a grappolo, poco acquoso e per questo adatto alla conserva in barattolo piuttosto che al consumo fresco. Ecco dove trovare le sementi del San Marzano Nano.
  • Pomodoro Roma. Cultivar di pomodoro dai frutti abbastanza piccoli, con una buona produzione per ogni pianta. Gusto poco acido e polpa carnosa, caratteristiche che fanno del Roma un’ottima varietà da conserva. I semi di questa varietà certificati bio possono essere reperiti qui.riga verde dei consigli

 

Share

9 comments on “Le migliori varietà di pomodoro da coltivare

    1. hai ragione, verificato ora e corretto. Il cuor di bue nasce liscio, si declina poi in diverse varietà come il cuor di bue ligure di Albenga e il rosato, alcune di queste sono decisamente costolute. Grazie Massimo della preziosa precisazione!

  1. ristoratore Torino
    coltivo un pomodorino di colore giallo arancio una antica varietà che mio nonno e mio padre coltivavano ad ISCHIA e che io mi sono portato a Torino 42 anni fà e che coltivo tutt’ora in vasi mi piacerebbe donare dei semi a qualche orticoltore nei paraggi di Torino
    per aumentare la produzione , la particolarità è che sono pomodorini tenuti appesi si conservano fino al nuovo raccolto io li tengo fino a luglio / agosto

    se qualcuno interessato mi fate contattare

  2. Ma se trovo degli ottimi pomodori dal fruttivendolo ,dopo averli fatti fermentare (i semi) per aumentare la germinabilità, mi nasceranno? ^-^ grazie

    1. Probabilmente i semi nasceranno. Tieni conto però che se si tratta di varietà ibride F1 i semi potrebbero non nascere, oppure comunque dar vita a ortaggi che non hanno le stesse caratteristiche, il successo non è quindi garantito. In genere meglio farsi i semi in proprio, scambiarli con altri orticoltori o comprare sementi, per evitare di lavorare per niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *