Le semine di ottobre

Cosa seminare nell’orto di ottobre

Semine
Trapianti
Lavori
La luna
Raccolto

cosa piantare a ottobreCosa si mette nell’orto ad ottobre? Man mano che ci si avvicina all’inverno diminuiscono le piante da seminare in pieno campo perché stanno per arrivare le gelate, conviene soprattutto seminare in semenzaio perché il calore faccia germinare prima le piantine. Attenzione quindi al calendario e alle temperature prima di decidere cosa piantare.

Ci sono coltivazioni veloci a crescere come molte insalate che ancora si può pensare di raccogliere prima del gelo e poi ci sono coraggiosi ortaggi che staranno nell’orto durante tutto l’inverno come aglio e fave.

Acquista sementi bio

Le semine di ottobre

pianta di spinaci

Spinaci

aglio a spicchi

Aglio

bacilli di piselli

Piselli

rucola nell'orto

Rucola

verdi foglie di lattuga

Lattuga

le carote

Carote

radicchio

Radicchio

coste nell'orto

Bieta da coste

ravanelli

Ravanelli

cicorie

Insalata grumolo

lo scalogno

Scalogno

le cime di rapa in campo

Cime di rapa

cicoria

Cicoria da taglio

coltivazione di cipolle nel terreno

Cipolle

le fave verdi

Fave

Le semine. Da un lato si possono ancora seminare quegli ortaggi a ciclo breve che fanno in tempo ancora ad andare in raccolto prima dell’inverno: spinaci, cime di rapa, rape, barbabietole, broccoletti, ravanelli e poi le insalate (lattughe da taglio, indivia, scarola, rucola, valerianella, cicoria da taglio).

Nelle regioni settentrionali andranno riparati con mini tunnel o coperture di tessuto non tessuto per evitare che il troppo freddo ne danneggi il raccolto.

Da metà o fine ottobre si mettono anche fave e piselli, che poi oltre a produrre arricchiranno il terreno con azoto da bravi legumi. Se volete qualche consiglio leggete l’articolo su quali varietà di piselli seminare.

Inoltre ottobre è un buon mese per impiantare cipolle invernali (bulbilli) e aglio.

I trapianti di ottobre. Siamo pronti per trapiantare le biete da coste, vari cavoli (cappuccio, broccolo, cavolo verza, cavolfiore), cime di rapa, finocchi e porri invernali.

Per le semine i nostri consigli sono sempre di fare attenzone alla rotazione colturale (potete usare il nostro calcolatore di semina) e di usare sementi di vostra produzione oppure sementi certificate bio (se vi servono potete trovarle qui). Buon lavoro!

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina facebook.

17 Commenti

  1. carmelo abbate 27 settembre 2016 al 3:51 - Rispondi

    E interessante

  2. Francesco 29 settembre 2016 al 13:53 - Rispondi

    Ottimo complimenti e utile

  3. Marco 1 ottobre 2016 al 8:47 - Rispondi

    Mi aiuti molto acapire cosa fare grazie

  4. Marco 2 ottobre 2016 al 16:03 - Rispondi

    Con la crisi accetto di fare orto. Il proverbio dice..chi semina raccoglie… e’ vero.

  5. VINCENZO 5 ottobre 2016 al 20:29 - Rispondi

    NON HO MAI FATTO L’ORTOLANO, CI PROVO.

  6. nonsonounortolana27 25 ottobre 2016 al 13:04 - Rispondi

    mi hanno proposto di fare l’orto, pensavo fosse bello, sono capitata su questo sito………… ho cambiato idea.

    • Matteo Cereda 25 ottobre 2016 al 13:05 - Rispondi

      Fare l’orto è bellissimo. Spiega cosa hai letto di così terribile da farti cambiare idea.

      • nonsonounortolana27 25 ottobre 2016 al 13:19 - Rispondi

        è che qui sopra tutto è così noiosooooooo …..!!!!!!!!!!!!

        • Matteo Cereda 25 ottobre 2016 al 13:24 - Rispondi

          Se ti riferisci al sito web, io ho cercato di fare un sito utile e pieno di consigli su come coltivare, mi spiace che a te risulti noioso. Fare orto ti assicuro che non è per nulla noioso, ma è giusto che ognuno segua le sue passioni.

          • nonsonounortolana27 25 ottobre 2016 al 13:31

            se prima la mia passione poteva essere fare l’orto, stai tranquillo che ora non lo sarà mai……….

          • Matteo Cereda 25 ottobre 2016 al 13:33

            Ti fai scoraggiare facilmente, se ti è bastato leggere un articolo. L’orto insegna la pazienza e la costanza e le premia con grandi soddisfazioni.

        • alessio m 25 ottobre 2016 al 14:04 - Rispondi

          Altro che noioso. Questo sito è fantastico e ricco di consigli utilissimi! All’ortolana mancata qui probabilmente manca la voglia di lavorare e sporcarsi le mani. Ahahaha

  7. Riccardo 21 settembre 2017 al 9:18 - Rispondi

    Bravi, ottimi consigli. Sito molto utile, assolutamente necessario per svolgere l’attività agricola. Quando uno ha voglia di fare non si lascia mai scoraggiare da niente. Il mio motto è: se il destino è contro di noi, peggio per lui!

  8. Enrico 22 settembre 2017 al 15:15 - Rispondi

    Sapete una cosa? Chi pensa che l’orto o il giardino siano noiosi e di poca soddisfazione è bene che stia in città. Meno male che c’è gente che la pensa così! Vi immaginate se a tutti piacesse la campagna? Comunque grazie per i consigli e per tutto quello che si legge qui, io vi seguo e sono molto soddisfatto. Lavoro nel mio giardino e nell’orto da sempre con tanta passione e soddisfazione.

    • Ataru 25 settembre 2017 al 19:46 - Rispondi

      Chi ha scritto che fare l’orto è noioso è un bell’esempio di troll che molto probabilmente gioca a quei giochini dove fai finta di fare il campagnolo…

  9. james 1 ottobre 2017 al 11:18 - Rispondi

    Coltivare e stare nell’orto non è solo una passione ma anche una necessità per avere tutti i giorni dell’anno frutti e ortaggi freschi di stagione senza acquistarli (dalla dubbia provenienza e quali veleni hanno usato durante tutto il periodo vegetativo) a dei prezzi esagerati o troppo bassi! Sveglia: l’orto è salutare sia perché stai all’aria aperta lavorando, sia perché coltivi quello che mangi! e al giorno d’oggi non è male! buon orto a tutti.

  10. Claudia Paggi 3 ottobre 2017 al 11:53 - Rispondi

    👍

Scrivi un commento