Come e quando raccogliere l’origano

L’origano è una delle più buone erbe aromatiche mediterranee, vi abbiamo già spiegato come coltivarlo, ora facciamo un rapido focus su come raccoglierlo ed essiccarlo. Per le erbe aromatiche la raccolta è un momento di fondamentale importanza, scegliendo il momento giusto si riesce ad avere un maggior profumo e una miglior qualità della spezia. La conservazione è l’altro passaggio fondamentale in cui ci si gioca il sapore, proviamo quindi a spiegare come farla al meglio.

Come e quando raccogliere

pianta di origano aromaticoL’origano si può raccogliere sempre, foglie e infiorescenze sono sempre buone come aroma, in qualsiasi momento vengano prelevate, ci sono però momenti migliori, in cui la pianta profuma di più, bisogna inoltre bilanciare la raccolta in modo da non “pelare” mai completamente la pianta, così che possa durare a lungo e svilupparsi bene.

Ecco alcuni consigli in pillola sulla raccolta:

  • Evitate di raccogliere quando la piantina è molto piccola, meglio aspettare che sia robusta e ben sviluppata prima di privarla di alcuni rami.
  • Raccogliete l’origano durante la fioritura, è il momento migliore. Il periodo di fioritura varia in base all’età della pianta e al clima, in genere da giugno fino a settembre.
  • Raccogliete quando il terreno è un po’ umido, non completamente secco. In alternativa bagnate il giorno prima della raccolta, senza esagerare.
  • Usate forbici da potatura per recidere il rametto, non strappatelo per non rischiare di danneggiare la piantina.
  • Tagliate il ramo appena sopra al colletto, senza intaccare la base della pianta.
  • Raccogliete i rami di origano con i fiori, sono una parte profumata che si usa insieme alle foglie come spezia aromatica.

Come essiccare l’origano

Lorigano‘origano è un’erba aromatica da conservare secca. Appena colta bisogna passare al processo di essiccazione, un’operazione estremamente semplice da fare.

Il luogo di essiccazione deve essere fresco, ombreggiato e ventilato, si può fare ad esempio sotto un portico. I rametti di origano vanno legati a mazzetti che si possono appendere per farli essiccare. Una volta secco l’origano viene il momento di togliere le foglioline e i fiori dal ramo e mettere la spezia in vasetti di vetro.

Impossibile dire quanto tempo occorre per essiccare, tutto dipende dal clima e dall’umidità del luogo dove appendete i mazzetti. E’ facilissimo capire quando le foglie sono secche, basta guardarle e toccarle.

Si può anche usare con ottimi risultati un essiccatore, permette di avere più rapidamente l’origano secco e di mantenere al meglio il suo profumo.

Questo articolo è stato utile?  Puoi lasciare un commento con un parere, consigli, domande o altro, un feedback fa sempre piacere.

Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire Orto Da Coltivare su Instagrame e facebook.

2018-03-14T10:14:49+00:00Categorie: Erbe aromatiche, Raccolta|Tag: , , , |

14 Comments

  1. eli 31 gennaio 2016 al 17:06 - Rispondi

    Articoli interessanti, avete fatto un buon lavoro, grazie tante.
    Il libro ” la rivoluzione del filo di paglia” di Fukuoka fa parte della mia modesta biblioteca da più di 30 anni, ciao

  2. sandro 18 maggio 2018 al 20:30 - Rispondi

    il sito mi piace molto come tutti quelli istruttivi bravi continuate cosi 10++++
    SANDRO lidi ferraresi

  3. Rita 10 giugno 2018 al 7:30 - Rispondi

    Ottimo

  4. Michele corcione 21 giugno 2018 al 6:53 - Rispondi

    Grazie, è stato un ottimo consiglio.

  5. Giuseppe Martello 29 giugno 2018 al 23:02 - Rispondi

    grazie del consglio

  6. Marco Olmo 2 luglio 2018 al 10:09 - Rispondi

    ero dell’idea che solo i fiori bisognava far seccare, invece da quanto ho capito anche le foglie?

    • Matteo Cereda 2 luglio 2018 al 15:25 - Rispondi

      Anche le foglie dell’origano hanno potere aromatico, confermo.

  7. Maria Antonietta 2 luglio 2018 al 21:28 - Rispondi

    Ottimi consigli!!! Ma come si taglia finito il periodo di fioritura prima dell’ inverno? Grazie

    • Matteo Cereda 2 luglio 2018 al 22:18 - Rispondi

      Non serve tagliare, se non per raccogliere l’aromatica oppure per regolare la dimensione del cespuglio. L’origano non ha bisogno di potature, ci si limita a eliminare eventuali rami secchi o sofferenti.

  8. Paolo 6 agosto 2018 al 17:06 - Rispondi

    L’articolo è stato utle in quanto non ero a conoscenza del periodo di raccolta dell’Origano.
    Grazie.

  9. Cristina 19 agosto 2018 al 11:04 - Rispondi

    Dopo aver raccolto i rametti di origano occorre lavarli prima dell’essiccazione?

    • Matteo Cereda 20 agosto 2018 al 6:14 - Rispondi

      Ciao Cristina, una volta seccate le foglie non potranno più essere lavate, se i rami sono sporchi di terra o altro vanno puliti, idealmente sarebbe meglio evitare.

  10. Iucolano Eleonora 22 agosto 2018 al 10:18 - Rispondi

    Grazie. Molto interessante. Ho una bella pianta di origano piena di fiori e non sapevo come fare. Ora ho le idee chiare! Grazie ancora.

  11. daniela 24 agosto 2018 al 19:35 - Rispondi

    Sì l’articolare è stato utile per le giuste indicazioni date.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.