Erbe spontanee commestibili

Erbe spontanee commestibili 2017-06-21T14:52:35+00:00

Nell’orto troviamo tante erbe infestanti, spesso vengono chiamate erbacce, ma in natura non esiste nulla di inutile. Le erbe spontanee sono una risorsa: è molto utile imparare a riconoscerle, alcune sono commestibili e anche molto buone.

Qui di seguito vediamo alcune erbe spontanee mangerecce che possiamo imparare a raccogliere ed eventualmente a coltivare nell’orto. Essendo piante infestanti sono coltivazioni semplicissime, che permettono di portare in tavola sapori particolari e spesso deliziosi. Alcune di queste piante come amaranto, portulaca o tarassaco hanno anche proprietà nutritive molto utili.

piantaggine
Piantaggine
portulaca o erba porcellana
Portulaca
tarassaco coltivazione
Tarassaco
coltivare l'amaranto nell'orto
Amaranto
borragine in fiore
borraggine

Raccogliere erbe spontanee mangerecce

Non tutti sanno che i prati incolti sono ricchi di esemplari vegetali mangerecci: molte tra le erbe spontanee si possono mangiare e sono anche molto buone. Per riconoscerle conviene munirsi di una buona guida al riconoscimento delle erbe, da portare con sé durante ogni passeggiata, ad esempio consiglio questo libro. Non scrivo una guida al riconoscimento di queste erbe perché penso sia meglio affidarsi a un testo botanico, con immagini precise in modo da non sbagliare. Su Orto Da Coltivare comunque trovate le schede di alcune erbe corredate da indicazioni su come coltivarle, in caso vi piacciano tanto da decidere di inserirle nel vostro orto.

Sparse nella campagna o alle bordure dell’orto potete trovare “erbacce” che in realtà sono molto buone da mangiare, ad esempio tra le erbe mangerecce possiamo ricordare l’ortica, la malva, il rosolaccio, il farinello, la parietaria, la viola, la cicoria, la portulaca e la piantaggine.

Prima di strappare le erbacce dall’orto controllate: potrebbero essere erbe mangerecce buone quanto le verdure dell’orto, alcune piante spontanee come il tarassaco, la borraggine e l’amaranto si possono anche coltivare.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina facebook.

Scrivi un commento