In questa pagina trovate gli ortaggi che potete coltivare nel vostro orto. Ve li presentiamo uno per uno, con una guida alla coltivazione biologica per ogni coltura. Trovate tutti i consigli utili per far crescere la pianta: il periodo di semina, il sesto di impianto, le varie tecniche e lavori necessari, fino all’utilizzo e alle proprietà di ogni verdura. Questi consigli sono sempre rispettosi del metodo biologico, che utilizza esclusivamente prodotti naturali ed evita pesticidi chimici o altri prodotti tossici.

Per sapere quali ortaggi coltivare, in relazione al mese di semina e alla rotazione delle colture vi consiglio di provare anche il calcolatore delle semine di Orto Da Coltivare, uno strumento unico nel suo genere.

Come coltivare le verdure nell’orto

coltivazione di cipolle

Cipolla

una zucca enorme di colore arancione

Zucca

pianta del pomodoro

Pomodoro

la pianta delle zucchine in fiore

Zucchine

aglio a spicchi

Aglio

fagioli rossi messicani

Fagioli

meloni coltivati

Melone

semina delle carote

Carote

la melanzana coltivata

Melanzane

peperoni coltivati

Peperoni

le patate, tuberi

Patate

il carciofo in orto

Carciofi

i fagiolini verdi

Fagiolini

le noccioline coltivate

Arachidi

l'anguria coltivata in orto

Anguria

bacilli di piselli

Piselli

due finocchi

Finocchi

asparagi

Asparagi

pianta di spinaci

Spinaci

verdi foglie di lattuga

Lattuga

le fave verdi

Fave

cavolo capuccio

Cappuccio

cavolfiore nell'orto

Cavolfiore

broccoletti

Broccoli

radicchio

Radicchio

il sedano da coste

Sedano

coste nell'orto

Bieta da coste

valerianella o soncino

Soncino

cetrioli verdi allungati

Cetrioli

tuberi di topinambur

Topinambur

peperoncini piccanti

Peperoncini

cespi di catalogna

Catalogna

rucola nell'orto

Rucola

ravanelli

Ravanelli

lo scalogno

Scalogno

erbette nell'orto

Erbette da taglio

i ceci, legumi da orto

Ceci

pannocchie

Mais

le cime di rapa in campo

Cime di rapa

barbabietola da coltivare

Barbabietole

cicoria

Cicoria da taglio

una coltivazione di porri

Porro

la verza

Verza

fiore del cardo

Cardi

il cavolo rapa nell'orto

Cavolo rapa

cavolo nero crespo

Cavolo nero

tuberi di batata in raccolta

Batata

rafano, radice

Rafano (Cren)

la pianta del rabarbaro

Rabarbaro

indivia bianca

Insalata Belga

cicorie

Insalata grumolo

coltivare la okra

Okra

pianta dei capperi

Capperi

la radice della pastinaca

La pastinaca

scorzonera

Scorzonera

la spugna di luffa

La luffa

stevia rebaudiana

Stevia

pianta di lupino

Lupini

cono femminile

Luppolo

la lenticchia da coltivare

Lenticchie

sedano rapa nell'orto

Sedano rapa

brassica mizuna orientale

Brassica Mizuna

barba del frate

Agretti

broccoletti di bruxelles

Cavoletti di Bruxelles

Come fare l’orto

L’orto è una passione alla portata di tutti, per ottenere dei buoni risultati richiede alcune accortezze, buona volontà e costanza, ma coltivare può rivelarsi più semplice di quel che si crede.

Su orto da coltivare trovate molti consigli relativi alla coltivazione, nello specifico sul nostro sito si parla sempre di metodo biologico, evitando di inquinare l’ambiente e contaminare le verdure con pesticidi o altri prodotti chimici. Impareremo nelle varie pagine del sito a coltivare al meglio le diverse piante orticole dalla semina fino alla raccolta. Un buon punto di partenza per imparare le varie operazioni colturali può essere la pagina indice dedicata alla coltivazione.

l'orto

Scegliere la dimensione giusta

L’orto si può fare di qualsiasi misura: può essere un vero e proprio campo destinato alla produzione di ortaggi da vendere oppure un piccolo appezzamento familiare, per decidere la dimensione bisogna ragionare sulla disponibilità di spazio, ma anche di tempo per curarlo, oltre che considerare i consumi di una famiglia.

La dimensione giusta di un orto per l’autoconsumo è approfondita nell’articolo dedicato a quanto fare grande l’orto familiare, a spanne si può considerare circa 30 metri quadri per persona, che se gestiti bene possono produrre buona parte delle verdure che si consumano nell’anno.

L’importanza del terreno

L’elemento primario di un buon orto biologico è senza dubbio il substrato su cui si coltiva, ossia il terreno. Non dobbiamo dimenticare che le piante vivono immerse nel suolo, l’apparato radicale ha una dimensione equivalente o superiore alla parte aerea.

Dalla terra la pianta trae nutrimenti e acqua che permettono ad essa di svilupparsi e arrivare al raccolto, per questo un terreno fertile è fondamento per avere risultati in termini di verdura soddisfacenti. Il terreno deve essere anche soffice e ben strutturato, in modo che le radici delle piante non trovino ostacolo nel penetrarlo, a questo scopo bisogna curare la sua lavorazione, con attrezzi quali vanga e zappa, ed eventualmente macchine motorizzate come motozappa, motocoltivatore o vangatrice. Per saperne di più su questo fondamentale argomento consiglio di leggere la sezione dedicata al terreno dell’orto.

La giusta concimazione

La nutrizione delle piante da orto è un fattore che chi coltiva non deve trascurare e che abbiamo trattato nel dettaglio su Orto Da Coltivare, realizzando un’intera sezione dedicata ai concimi consentiti dall’agricoltura biologica e a come far avere alle piante tutte le sostanze di cui hanno bisogno.

Gli elementi nutritivi principali sono azoto, fosforo e potassio, ma è importante tener conto anche di molti altri microelementi quali ferro, calcio, magnesio e zinco, che sono indispensabili al corretto sviluppo della pianta e da cui dipende il successo del nostro lavoro.

terreno e lavorazione dell'orto

Il calendario dell’orto

Altra caratteristica fondamentale per fare l’orto è scegliere il periodo giusto in cui fare ogni lavoro. Se si seminano le piante nel momento adatto gli ortaggi incontreranno un clima favorevole che permetterà la maturazione della verdura, se invece si sbaglia periodo un eccessivo caldo oppure le gelate invernali possono determinare problemi e anche far morire le orticole.

Per aiutare a individuare il momento giusto è utile consultare il calendario dell’orto, che su Orto Da Coltivare è presentato in modo completo: trovate mese per mese i calendari relativi a semine, trapianti, fasi lunari, lavori in campo e raccolto. Dal menu potete anche trovare la possibilità di scaricare gratis il pdf con il calendario di quest’anno, che vi guida giorno per giorno attraverso le stagioni della coltivazione.

Seminare o trapiantare le piante

Per cominciare a fare orto si può scegliere se optare per la semina oppure per il trapianto. Partire dal seme è più appassionante, anche se richiede qualche cura in più, in particolare volendo realizzare un semenzaio. comprare piantine da orto in vivaio è più semplice e permette di avere le colture già cresciute, risparmiando molto tempo, anche se si spende qualcosa in più e si perde la magia di veder spuntare i germogli.

L’operazione di semina merita approfondimenti per imparare a gestire i vari metodi e a costruire un semenzaio efficace, altri strumenti importanti che trovate su OdC sono i calendari di semine e trapianto e il già citato tool del calcolatore di semina che permette di decidere in modo semplice cosa mettere in campo in ogni momento dell’anno.

Metodi di coltivazione

Ci sono diversi metodi per coltivare le piante da orto, su Orto Da Coltivare approfondiremo solo quelli ecosostenibili, per cui non si parlerà mai di difendersi dai parassiti con pesticidi chimici o di altre pratiche non consentite in agricoltura biologica.

Anche all’interno della coltivazione bio ci sono molte scuole di pensiero, che approfondiremo man mano.

Quali verdure coltivare in vaso

Anche chi non ha un terreno a disposizione può fare l’orto, avvalendosi di vasi pieni di terriccio. Certo coltivare in contenitore non è come coltivare in piena terra ma può essere il modo per avviare piccole esperienze orticole urbane. Bisogna saper scegliere con cura quali verdure  si possono coltivare in vaso e avere una tecnica adeguata nel gestirle. Trovate per questo la guida all’orto sul balcone.

Classificazione degli ortaggi

Ortaggi da frutto, seme o fiore
Ortaggi da costa e da foglia
Ortaggi da radice, tubero o bulbo
Classificazione per famiglie

Le verdure si possono classificare in vari modi. Certamente la divisione principale è in base alla famiglia botanica di appartenenza, altra distinzione utile per chi coltiva l’orto è quella relativa alla stagionalità, per cui possiamo distinguere ortaggi primaverili, ortaggi estivi, ortaggi autunnali e ortaggi invernali.

Principali famiglie di piante da orto

un orto a cassoniLe piante dell’orto si dividono in diverse famiglie, può essere utile conoscere la divisione famiglia per famiglia delle varie piante perché hanno caratteristiche comuni. Una buona regola di rotazione colturale da tenere nell’orto sinergico è quella di variare famiglia, ovvero non coltivare mai di seguito in una stessa aiuola due piante che sono “parenti” tra loro. Ad esempio i peperoni non dovrebbero seguire i pomodori e le zucchine non devono seguire i cetrioli. Una delle famiglie più presenti tra le verdure coltivate è quella delle solanacee, a cui appartengono tra le altre patate e peperoni, le cucurbitacee sono invece piante che fanno ortaggi da frutto di grandi dimensioni, come le zucchine e le angurie. La famiglia delle leguminose è preziosa perché ha la caratteristica di fissare l’azoto nel terreno, inoltre produce ottime verdure ricche di proteine: dai piselli ai fagioli. Ci sono poi le ombrillefere di cui fanno parte la carota e il finocchio, le chenopodiacee che è una famiglia soprattutto di verdure da foglia, come spinaci e coste, le valerianacee di cui fa parte la valeriana, la famiglia delle liliacee che comprende aglio e cipolla. Alla famiglia delle crucifere o brassicacee appartengono invece tutti i cavoli e le rape, mentre le composite o asteracee comprendono lattughe e cicorie. Le piante lamiacee sono soprattutto erbe aromatiche come il basilico, la salvia e il rosmarino, mentre tra le rosacee troviamo frutti di bosco come fragole e lamponi.

Ecco le verdure che troverete prossimamente su Ortodacoltivare divise famiglia per famiglia:

Famiglia delle crucifere o brassicaceae:

  • Cavolo cappuccio
  • Cavolo cinese
  • Rapa
  • Senape rossa
  • Tatsoi
  • Romolaccio

Famiglia delle ombrellifere:

  • Cerfoglio
  • Achillea

Famiglia delle leguminose:

  • Lenticchie
  • Cicerchia
  • Lupini

Famiglia delle liliacee:

  • Guide di coltivazione completate per tutti gli ortaggi principali.

Famiglia delle composite o asteracee:

  • Crespino
  • Girasole
  • Camomilla
  • Cartamo
  • Scorzonera e scorzobianca

Famiglia delle chenopodiacee:

  • Quinoa
  • Borsa del pastore
  • Erbette (bieta da taglio)
  • Agretti o Barba del frate
  • Atreplice o atriplice