Coltivazione del topinambur

tuberi di topinamburQuesto tubero di provenienza americana oggi è diventato una pianta infestante anche da noi. Si trova spontanea lungo i fiumi e si riproduce dal tubero come le patate. Si tratta di un ortaggio poco conosciuto ma molto facile da coltivare. Il topinambur prende anche il nome di rapa tedesca.

E’ una pianta della famiglia delle composite molto resistente, indenne da malattie, dal fusto legnoso che supera tranquillamente i due metri di altezza, emette dei caratteristici fiori gialli dalla forma simile a quella delle margherite di diametro 10 centimetri. La parte commestibile per cui il topinambur viene coltivato è il tubero.

riga verde

Dove coltivarlo. Si tratta di una pianta molto poco esigente e decisamente infestante, una volta piantati i topinambur non vi sarà facile liberarvene e quasi sicuramente la pianta tornerà ad infastidire la vostra coltivazione successiva. Per questo meglio delimitare accuratamente l’aiuola dell’orto dedicata a questo ortaggio raro e magari metterla ai margini del vostro campo. Come posizione si accontenta e può stare anche in zone non molto soleggiate, il suo habitat sarebbe la riva del fiume per cui non deve essere un terreno troppo arido.

L’impianto del topinambur. Il topinambur si semina dalla fine dell’inverno (tra fine febbraio e maggio) e si raccoglie poi come ortaggio invernale. I tuberi si interrano a fine inverno, lasciando i germogli verso l’alto, come sesto di impianto occorre tenere almeno 50 cm di distanza tra le piante, la profondità di semina consigliata è di  10-15 cm.

pianta del topinambur

La pianta del topinambur

Coltivazione. Alla pianta non servono cure particolari e il topinambur non teme malattie, per questo non necessità alcun trattamento fitosanitario o antiparassitario. Occorre controllare l’apporto idrico irrigando se necessario e sarchiare periodicamente.

Malattie. Il topinambur non teme malattie, ed è poco soggetto agli attacchi di insetti e parassiti. Il suo principale nemico sono i topi che possono danneggiare i tuberi.

Raccolta e consumo. Il topinambur si raccoglie scavando i tuberi da sotto il fusto della pianta, si scava fino a 10 cm di profondità, più il fusto esterno della pianta è grosso più possiamo aspettarci di trovare grossi topinambur. La raccolta avviene da dopo l’estate, potete raccogliere in maniera scalare man mano che volete consumare la verdura e ottenete un ottimo ortaggio invernale sempre a disposizione, ideale per l’orto domestico. I tuberi si puliscono spazzolandosi e si cucinano senza essere sbucciati, sono commestibili anche crudi. Il topinambur è un ortaggio poco conosciuto ma molto gustoso, ha un sapore amarognolo molto simile a quello del carciofo. I tuberi cotti hanno un leggero effetto lassativo e proprietà digestive. Un consiglio di cucina: provateli fritti… Piaceranno in particolare ai bambini. La raccolta del topinambur è quasi sempre molto soddisfacente perchè è una pianta veramente molto produttiva in termini quantitativi.

I topinambur producono tuberi in profondità, è quindi molto difficile raccoglierli tutti e restano spesso nel terreno continuando a svilupparsi gli anni successivi. Si può tenere la coltivazione anche per più anni ma bisogna sempre lasciare pochi tuberi, altrimenti ne risentirà la dimensione del raccolto.

Dove trovare i topinambur. Non è sempre facile reperire i topinambur da semina, noi li abbiamo trovati da Agraria Ughetto anche acquistabili online.

riga verde

 

 

2017-05-30T14:10:32+00:00 Categorie: Ortaggi|Tag: , , , , , |

31 Commenti

  1. Cinzia Artizzu 27 settembre 2015 al 15:19 - Rispondi

    Salve, dove posso trovare i semi di topinambur

    Grazie

    Saluti

    • orticoltore 28 settembre 2015 al 16:16 - Rispondi

      ciao Cinzia. I topinambur si seminano piantando il tubero (come le patate). Per consigli su come trovare i semi ti consiglio di leggere questa risposta che abbiamo scritto per un altro orticoltore che stava cercando la stessa cosa.

    • Raffaele 25 ottobre 2016 al 9:03 - Rispondi

      Io sono di torino se vuoi posso darti un po’ di topinambur.

      • Roberto 5 maggio 2017 al 12:53 - Rispondi

        Raffaele posso approfittare?Vorrei piantare i topinambur nel mio orto,mi aiuti?

        • Stefania 18 maggio 2017 al 15:56 - Rispondi

          ho piantato nel mio giardino alcuni anni fa una piantina di topinambur solo perché molto bella, senza sapere che fiore fosse. Ogni anno avevo due o tre piante che fiorivano ed ero felicissima. Ma quest’anno sono spuntate decine di piccole foglie che stanno invadendo tutta l’aiuola. Ho scoperto essere il topinambur! Sto togliendo decine di “patate” che nascono sotto tulipani, viole e …. rose!! rose enormi che sono costretta quasi a sradicare per non avere tutto il giardino pieno di questo bellissimo ma, ahimè, infestante fiore. Avessi saputo… lo avrei semplicemente ammirato nei fossi!

          • Matteo Cereda 19 maggio 2017 al 6:43

            Effettivamente l’effetto infestante è davvero notevole… In compenso prova a cucinare i tuberi, non delude.

  2. niki 29 ottobre 2015 al 8:22 - Rispondi

    In Casentino /Toscana ho trovato i tapinambur rossi biologici alla Fattoria di Selvoli. Partire con seme biologico è meglio che quelli ” contaminati” dei supermercati, specie se li si vuole produrre da sè.
    A Selvoli producono anche la Farina di Mais Marano (specie antica piccola dai chicchi rossi) buonissima, il farro monococco- in grani e farina, il sale alle erbe, e ora i Topinambur. i loro prodotti si trovano alle fiere Casentinesi e alla Fierucola di Firenze a volte, ma contattateli e magari ve li spediscono… 🙂

  3. donato 11 ottobre 2016 al 8:55 - Rispondi

    ho un piccolo terreno in montagna,dove oltre le solite cose ha deciso di seminare il topinambur, ho semplicemente acquistato un tubero con molte perturbanze,che ho tagliato e ho lasciato essiccare per qualche giorno,poi le ho impiantate alla stessa profondita delle patate 15/20 cm, a distanza di 5 mesi sono creciute fino a raggiungere i 3m d’altezza, ma non hanno ancora fiorito,considerando che hanno gia’sviluppato frutti molto belli alcuni oltre 3hg, posso gia raccoglierli o debbo aspettare la fioritura? e come, e per quanto tempo si consernano? grazie.

    • Matteo Cereda 12 ottobre 2016 al 9:17 - Rispondi

      Raccogli pure, ti consiglio di raccogliere in modo scalare (man mano che hai bisogno scavi i topinambur). Si conservano come le patate.

  4. Rosalba 1 novembre 2016 al 11:22 - Rispondi

    Ho comprato quattro bellissimi topinambur enormi, ma se li metto in terra adesso che succede, si rovinano?

    • Matteo Cereda 1 novembre 2016 al 17:05 - Rispondi

      Metterli nel terreno ora è poco utile, si rischia marciscano o vengano mangiati dai topi. Meglio aspettare la primavera.

  5. Viktoria 3 novembre 2016 al 9:41 - Rispondi

    Dove si può conservare le radici fino a primavera?
    Grazie

    • Matteo Cereda 3 novembre 2016 al 9:46 - Rispondi

      In un luogo fresco, ombreggiato e asciutto. E’ come conservare le patate.

  6. donato 23 novembre 2016 al 9:05 - Rispondi

    sig.Matteo grazie per i tuoi preziosi consigli.!!! Visto che sei un esperto ti volevo chiedere : è normale che 10/11 piante di topinambur abbiano prodotto oltre 50kg di tuberi ,alcuni oltre kg 1,500 dipeso?? grazie tante.

  7. franco54 23 novembre 2016 al 15:36 - Rispondi

    Vorrei installare una piccola coltivazione di topinanbur. Ho trovato da voi interessanti informazioni.

    • Matteo Cereda 28 novembre 2016 al 10:16 - Rispondi

      Ciao Franco, ti auguro un buon successo della tua coltura. Il topinambur è davvero semplice da far venire, vedrai che ti stupirà al momento del raccolto.

  8. Paolo Riili 30 novembre 2016 al 20:31 - Rispondi

    Buona sera volevo delle informazioni volevo piantare i topinanbur non so dove comprare i bulbi e quanto costano ….grazie anticipatamente

    • Matteo Cereda 30 novembre 2016 al 23:33 - Rispondi

      Il topinambur si propaga da tubero, basta comprarlo in un negozio punto vendita bio come verdura e poi piantarlo nel terreno. Dopo averli comprati la prima volta li conservi di anno in anno.

  9. fusti 18 dicembre 2016 al 11:31 - Rispondi

    ho raccolto per la prima volta il topinanbur, in pezzatura non molto grossa, nonostante le spazzolate, il lavaggio, e le ulteriori spazzolate, ci sono nicchie in cui si annida la terra, con possibilità che nasconda animaletti, che non si riesce a pulire, se non con la pelatura piu o meno profonda, perdendonsi in tal modo il profumo o il gusto di carciofo, resta un qualcosa tra il torsolo del broccolo e il ravanello dolce, voi che gia li coltivate, quanta acqua sprecate? come eliminate la terra?

    • Matteo Cereda 19 dicembre 2016 al 14:33 - Rispondi

      Io spazzolo con una spazzola di quelle per pulire la verdura, viene ben pulito in genere, senza usar molta acqua. Per parti molto terrose uso la spugna “paglietta”, dove sono in difficoltà su qualche anfratto uso il coltello.

  10. ENZI 14 gennaio 2017 al 11:48 - Rispondi

    Salve, ho raccolto dei tuberi selvatici di topinambur sulle sponde di un canale che a fine ottobre/novembre si riempie dei suoi fiori. Sono abbastanza piccoli circa cm. 5 e pieni di terra. li posso interrare a fine inverno? sono commestibili? Come posso conservarli bene per non rovinarli? Grazie.

    • Matteo Cereda 14 gennaio 2017 al 21:47 - Rispondi

      Il topinambur si conserva come le patate. Quello che non so dirti è se ciò che hai raccolto è commestibile. Probabilmente sì, immagino si tratti di topinambur, ma capirai bene che non mi posso prendere la responsabilità di confermarti una cosa del genere, in particolare senza neppure averli visti.

  11. Elisa 2 marzo 2017 al 14:54 - Rispondi

    Salve ho comprato dei topinambur al supermercato. Volevo sapere, x metterli nel terreno, devo tagliarli a pezzi. Oppure li metto così come sono. Grazie

    • Matteo Cereda 2 marzo 2017 al 14:59 - Rispondi

      Ciao Elisa come per le patate anche i topinambur possono essere tagliati nella semina, ovviamente devi lasciar qualche germoglio in ogni pezzo. E’ semplicissimo davvero far crescere questo tubero.

      • Elisa 2 marzo 2017 al 17:08 - Rispondi

        Grazie. Per germogli intende le protuberanze che hanno? Perché questi sono topinambur sodi, buoni da mangiare, non vecchi. Intende germogli come quelli delle patate quando diventano vecchi?

        • Matteo Cereda 3 marzo 2017 al 11:03 - Rispondi

          Intendo gli “occhi”, come le patate. Se hai dei dubbi non affettarli o fai pezzi ben grandi.

  12. Max 20 marzo 2017 al 17:10 - Rispondi

    Buonasera a tutti
    Scusate non ho capito molto.. forse perchè ho letto di fretta…
    Alcune domande
    Ammesso di riconoscere gli “occhi” il bulbo si puo’ tagliare a pezzi?
    Se si quanto grandi per garantire che la pianta emetta le radici?
    Di solito piantando a marzo a 10 cm di profondità (temperatura di questo periodo 8 gradi la notte 16 di giorno) in quanto tempo si dovrebbero vedere le piantine fuoriuscire dal terreno?
    Grazie anticipatamente a chi mi risponde

    • Matteo Cereda 21 marzo 2017 al 7:27 - Rispondi

      Ciao Max. Il tubero si può tagliare, non è la dimensione che conta ma il fatto di avere l’occhio. La garanzia in agricoltura non esiste, visto che il tubero getta quasi sempre io sono dell’idea di mettere sempre tuberi interi se sono piccoli e di dividerli a metà se sono un po’ grandini, senza esagerare nel farli a pezzettini. Il costo di un tubero in proporzione a quanto produce è irrisorio quindi tanto vale.
      La fuoriuscita delle piante dipende da troppi fattori (temperature, sole, umidità, terreno), consiglio di avere un po’ di pazienza che tanto il topinambur è una pianta che difficilmente delude.

      • Max 21 marzo 2017 al 14:30 - Rispondi

        Grazie 1000 per la risposta quasi immediata Matteo
        io li ho divisi in 3.. spero che su 7 trapianti almeno 5 possano dare un risultato.
        Dopo quasi due settimane pero’ non è “spuntato” ancora nulla… è vero che non ha piovuto,
        la temperatura la mattina si attesta sui 5-8 gradi e io non ho innaffiato per paura di eventuali marcescenza. Eventualmente il termine ultimo di semina potrebbe essere la settimana santa ad Aprile? Saluti a tutti

        p.s . chi sa dirmi la percentuale o il contenuto di inulina in 100 gr di prodotto?

        • Matteo Cereda 21 marzo 2017 al 14:35 - Rispondi

          Prego! Il termine per la semina è la buona conservazione dei tuberi da seminare, se vedi che germogliano o si vanno smollando troppo vanno piantati, altrimenti poi non sono più buoni, si possono seminare ad aprile. Non ha piovuto e mi pare di capire che faccia ancora freddo, non preoccuparti se non cresce nulla. Annaffia pure senza esagerare, i tuberi di topinambur resistono molto più delle patate all’acqua in eccesso. Non conosco l’inulina presente, mi spiace!

Scrivi un commento