Calendario delle raccolte nell’orto

Calendario delle raccolte nell’orto 2018-04-04T14:28:38+00:00

Il bello di avere un orto famigliare è di poter avere sempre in tavola verdura fresca, per questo è opportuno saper programmare le coltivazioni in modo da avere una raccolta costante che accontenti i bisogni e i gusti di tutta la famiglia. Può essere utile quindi un calendario con gli ortaggi di stagione, per sapere quali verdure si possono cogliere nell’orto mese per mese, da gennaio a dicembre. Per progettare al meglio l’orto domestico è utile conoscere le diverse piante e sapere quali sono gli ortaggi invernali e quelli estivi.

Nel nostro calendario si considerano le casistiche di coltivazione in Italia (relative a una zona climatica media, tipo la pianura padana), si ipotizza l’eventuale uso di tunnel freddo, pacciamatura o tessuto non tessuto per proteggere le piante nei mesi più freddi e prolungare un poco i periodi di coltivazione e di raccolta. Ovviamente in zone molto calde oppure molto fredde, come gli orti di montagna, le stagionalità sono differenti.

Programmare il raccolto

Per programmare il raccolto correttamente bisogna conoscere due elementi: il calendario di semina, ovvero quando è possibile seminare ogni ortaggio, e la durata del ciclo colturale delle verdure desiderate, ovvero quanto tempo impiega mediamente la pianta dalla semina al raccolto. Il secondo dato dipende molto dalla varietà seminata, si può trovare indicato sulle bustine di semente.

Per un orto famigliare è molto utile fare semine scalari, ovvero non seminare in blocco una tipologia di ortaggi ma scaglionare il più possibile le operazioni di semina. In questo modo anche il raccolto sarà graduale e si prolunga il periodo in cui è disponibile ogni tipo di verdura.

La verdura di stagione

Vediamo per ogni mese quali sono gli ortaggi di stagione e cosa si può cogliere nell’orto.

Ortaggi di gennaio e febbraio

A gennaio nell’orto è possibile raccogliere vari ortaggi invernali: le bietole, la barbabietola, molte insalate (come la catalogna, l’indivia, il radicchio, la rucola),  praticamente tutti i cavoli (cavolfiore, cavolo rapa, cavolo cappuccio, broccolo, cavolini di Bruxelles, cavolo verza), finocchi, sedano rapa, pastinaca, spinaci, ravanelli, carote, cime di rapa, scorzonera e scorzobianca, porri, zucca. Ci sono poi varie erbe aromatiche come rosmarino, salvia e timo il cui raccolto si prolunga per quasi tutto l’anno.

cavoli
spinacini

Ortaggi di marzo

A marzo si raccolgono ancora ortaggi invernali come cavoli, pastinaca, finocchi, porri e ancora qualche zucca. Continuano spinaci, cime di rapa, carote, rapanelli, le varie insalate in coltura protetta e le già citate aromatiche. Si aggiungono cipolle, aglio, barbabietola, carciofi, patate.

Raccolto di aprile

Aprile è un mese di passaggio nel nostro calendario di raccolta: troviamo nell’orto gli ultimi ortaggi invernali (finocchi, porri e cavoli), continuiamo con carciofi, aglio e cipolle e con tutte quelle colture che si seminano scalarmente e che stanno bene in tunnel:  rucola, lattuga da cespo e da taglio, carote, rapanelli, prezzemolo. Arrivano poi le prime verdure primaverili come i piselli e iniziano a spuntare anche le coste e il rabarbaro.

Raccolto a maggio, giugno e luglio

In questi mesi la produzione dell’orto entra nel vivo e abbiamo a disposizione la maggior parte delle verdure che arrivano a maturazione tra primavera ed estate. Grande varietà quindi nell’orto e in tavola: possiamo raccogliere aglio, cipolle, carote, rapanelli, bietole, rucola, radicchio, lattuga, spinaci, piselli, asparagi, patate, prezzemolo. Iniziamo a trovare le prime melanzane, pomodori, fagiolini, zucchine e cetrioli. Si aggiungono con l’arrivo dell’estate peperoni, fagioli e zucche. Ci saranno poi a disposizione quasi tutte le erbe aromatiche, dall’erba cipollina alla salvia, passando per menta, timo, rosmarino e salvia. Se abbiamo un frutteto o se abbiamo coltivato i piccoli frutti ci daranno soddisfazione proprio in questi mesi.

Ortaggi di agosto e settembre

Agosto è un altro mese molto ricco per l’orto, come luglio, in cui l’orticoltore coglie i frutti del duro lavoro primaverile. Troviamo nell’orto le angurie, le barbabietole, il sedano, zucche e zucchine, broccoli, cetrioli, peperoni e peperoncini piccanti, pomodori, melanzane, alchechengi, fagioli, patate e cipolle, nei dettagli potete leggere quali sono frutta e verdura di stagione ad agosto. Il mese di settembre è un ponte tra l’estate e l’autunno, quindi troviamo ancora le varietà estive, in particolare peperoncini, pomodori e zucchine. Si tratta anche del mese ideale per le aromatiche: vanno raccolte soprattutto quelle come il basilico che poi chiudono il ciclo colturale. Pronti a cucinare un buon pesto alla genovese?

estate
autunno
novembre

Raccolto di ottobre

Ottobre nel calendario del raccolto vede l’inizio degli ortaggi autunnali: sono pronti da cogliere i cardi e i finocchi, continuano zucchini, zucche e cetrioli. Troviamo nell’orto gli ultimi peperoni e melanzane e non mancano anche le crucifere (i vari cavoli e cavolfiori), alcune insalate (lattughe, rucola, valerianella), carote, spinaci, e rapanelli.

Verdure di novembre e dicembre

Novembre e dicembre sono mesi più poveri di varietà, esistono comunque diversi ortaggi invernali che possiamo raccogliere in questi mesi freddi. Inoltre possiamo aiutarci proteggendo le colture con teli o tunnel freddi: troviamo nell’orto carote, rapanelli, lattuga, spinaci, rape, cicorie e le varie specie di cavoli, tutte verdure resistenti che non temono l’inverno.

Le indicazioni sulla raccolta delle verdure sono necessariamente molto imprecise, perché le condizioni climatiche e il periodo di semina influiscono e possono far variare la maturazione degli ortaggi. Il calendario va tenuto quindi come una traccia orientativa, sta a ogni orticoltore poi capire quando vanno raccolti gli ortaggi, guardando come stanno le sue piante.

Come si raccolgono gli ortaggi

Nel dettaglio alcuni consigli sulla raccolta delle verdure: i periodi giusti per cogliere e come capire la maturazione dei vari ortaggi.

  • fiori di zafferano durante il raccolto

Raccolta e mondatura dello zafferano

Come si raccoglie lo zafferano: dal momento della fioritura tutti i consigli per ottenere la spezia migliore, cogliendo e mondando i fiori nel modo giusto.

  • tuberi di topinambur

Come e quando raccogliere i topinambur

Il topinambur si raccoglie in autunno, scavando i tuberi dal terreno e si può conservare per qualche mese. Vediamo tutti i consigli su raccolta e conservazione di questo ortaggio.

  • il melone maturo a fette

Quando raccogliere il melone

Riconoscere un melone maturo è lavoro per tutti i cinque sensi, per capire quando è il momento giusto per cogliere questo frutto ecco 4 criteri più una prova finale.

  • pannocchie

Quando raccogliere il mais: capire se la pannocchia è pronta

Non è semplice capire qual è il momento giusto per raccogliere il granoturco in modo da gustare la pannocchia dolce e ben matura: qualche trucco utile a scegliere il momento migliore per la raccolta del mais.

  • l'anguria in orto

Quando raccogliere l’anguria

Non è semplice intuire il momento giusto della raccolta, ecco come riconoscere un'anguria pronta, dalla polpa matura, dolce, sugosa e croccante.

  • domande sull'orto

La raccolta scalare e la luna

Si può fare l'orto famigliare con raccolte scalari e tener conto della luna nelle semine?

  • una coltivazione di porri

Quando si raccolgono i porri

Le tempistiche dei porri, per sapere quando raccoglierli.

  • una zucca enorme di colore arancione

Quando si raccoglie la zucca: come capirlo

Bisogna saper scegliere il momento giusto per cogliere la zucca, in modo da preservarla dalle gelate che rovinerebbero il raccolto e avere il nostro ortaggio profumato.

Vedi tutti gli articoli sul raccolto

Questo articolo è stato utile?  Puoi lasciare un commento con un parere, consigli, domande o altro, un feedback fa sempre piacere.

Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina facebook.

Scrivi un commento