Coltivare la pastinaca

Ecco un ortaggio poco conosciuto ma semplice da coltivare, della famiglia delle ombrellifere, quindi parente stretto delle carote: la pastinaca. Può essere soddisfacente introdurre nel vostro orto questa coltivazione, conosciuta in Inghilterra e nell’Europa settentrionale, in particolare se siete alla ricerca di sapori nuovi e di qualcosa da raccogliere in inverno.

Come coltivare la pastinaca

la radice della pastinaca

La pastinaca sativa, detta anche carota bianca, è un ortaggio antico, diffuso in Europa dagli antichi romani. Fa parte della famiglia delle ombrellifere e sviluppa la radice commestibile nel sottosuolo con foglie a ciuffo come parte aerea. Questo ortaggio si consuma cotto, è una verdura a pasta morbida e gusto dolce, che ricorda quello della patata e della carota.

Anche se viene coltivata soprattutto nel nord Europa si trova benissimo anche nel clima italiano, può essere quindi una piacevole novità per l’orto. Trattandosi di un ortaggio invernale offre all’orto verdura da portare in tavola in una stagione in cui di solito c’è meno varietà e questo la rende una coltura doppiamente interessante.

La semina della pastinaca

La pastinaca si semina tra febbraio e giugno in pieno campo. Occorre fare attenzione perché il seme ha vita breve e deve essere quindi di recente produzione, se la semente ha più di due anni si rischia di non veder nascere nessuna piantina. Visto che la germinazione è abbastanza difficile e si consiglia di mettere a bagno i semi una notte prima di andare a piantare le pastinache nell’orto. Un’idea interessante è quella di fare un bagno ai semi con la camomilla. Nella coltivazione di questo ortaggio far germinare i semi è in genere lo scoglio principale.

Come seminare la pastinaca: il seme deve essere posto a 1 cm o 1,5 cm di profondità, si può tener conto che con 30/50 grammi di semente si coprono 100 metri quadri di coltivazione.

Sesto d’impianto: la pastinaca si semina in file distanti 30/50 cm ponendo i semi a 15 cm l’uno dall’altro.

Dove trovare i semi di pastinaca: vi consigliamo di prendere le sementi di pastinaca QUI (varietà tender and true) oppure QUI (varietà Turga), in entrambi i casi si tratta di sementi biologiche.

Acquista semi di pastinaca

Preparare il terreno: clima e concimazione

Suolo e lavorazione. La pastinaca ama un terreno leggero e soffice, non devono esserci ristagni d’acqua e un terreno sassoso può essere di ostacolo allo sviluppo della radice che è la parte che ci interessa di questo ortaggio. Bisogna lavorare bene il terreno perché sia sciolto e lasci ingrossare la radice senza opporre resistenza, non basta quindi una semplice vangatura ma bisogna lavorare la terra dell’orto a più riprese arrivando in profondità (40 cm).

Concimazione. Per concimare questa coltura è meglio evitare di usare il letame fresco e fertilizzanti azotati, eccessi di azoto possono privilegiare lo sviluppo fogliare, a discapito dell’ingrossamento della radice. Lavorando il terreno si può utilizzare letame maturo o compost da incorporare nei primi 15 centimetri di suolo.

Clima. La pianta della pastinaca non teme il gelo che anzi rende più dolce il gusto della radice, ama però l’esposizione al sole per cui conviene metterla in zone dell’orto non ombreggiate.

La pianta della pastinaca: caratteristiche

La pastinaca sativa è una pianta ombrellifera biennale che sale a fiore nella primavera del secondo anno, ma ovviamente nell’orto viene raccolta prima. Il suo cespo raggiunge i 40 cm di altezza e in larghezza circa 15 cm, si mangia la radice come nella carota.

Consociazioni, parassiti e avversità

Insetti e malattie. La pastinaca è una coltivazione che presenta gli stessi parassiti e problemi che colpiscono la carota, per cui attenzione a ferretti e nematodi come parassiti, ad alternaria, peronospora e sclerotinia come malattie funginee, a Xantomonas ed Erwina Carotovora come batteriosi. Per maggiori dettagli si leggano le indicazioni per le carote.

Consociazioni e rotazioni. La pastinaca beneficia della consociazione con aglio, scalogno, porro e cipolla, che tengono lontani la mosca della carota. La rotazione colturale ottimale prevede di non seminare pastinaca in seguito a cavoli, spinaci, biete, cipolle, porri, finocchi, carote, sedano.

Raccolta e conservazione della pastinaca sativa

La raccolta avviene in autunno o inverno, estraendo completamente la pianta dal terreno dell’orto. Volendo si può lasciare a lungo la pianta in terra dove si conserva perfettamente, proteggendola con una pacciamatura di paglia. Dopo aver raccolto la pastinaca bisogna farla asciugare (serve circolo d’aria e temperatura media) e poi si conserva in posti bui e asciutti.

Uso in cucina: come cucinare la pastinaca

La pastinaca si può raccogliere in autunno o in inverno, quella invernale è più buona perché il gelo trasforma gli amidi in zuccheri. Conviene tenerne conto nel pensare quando seminarla e raccoglierla e come gestire gli spazi nell’orto.

Dal punto di vista nutritivo è particolarmente ricca di fibre e contiene rame, potassio, magnesio e vitamina C.

Si può mangiare cruda grattugiandola come le carote ma il suo meglio lo esprime se viene cucinata come la patata. Sbucciandola e cucinandola al forno, fritta, al vapore oppure bollita.

la pastinaca pronta da cucinare

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina facebook.

4 Commenti

  1. Donato Marroffino 11 marzo 2016 al 16:42 - Rispondi

    Ho conosciuto la parstinach in germania e mi è piaciuta molto. Ora voglio provare a colavarla nel mio orto.

  2. Mario Brignone 18 aprile 2016 al 4:24 - Rispondi

    Bell’articolo! Visto che ormai ci sono anche le carote coltivate nei contenitori alveolari con pane di terra, credete ch si possa fare la stessa cosa anche con la pastinaca? Potrebbe essere una soluzione per contrastare le difficoltà di germinazione?

    • orticoltore 18 aprile 2016 al 10:02 - Rispondi

      Sarebbe da provare, in generale penso sia meglio mettere la pastinaca in piena terra, piuttosto seminando fitto e diradando.

  3. Filippo 20 agosto 2016 al 11:36 - Rispondi

    Seminata a Maggio, sono germinati poco più di metà dei semi, ora le piante sono alte circa 25 cm e sono belle floride. Ma è una pianta che ha un estremo bisogno d’acqua. Consiglio irrigazione goccia a goccia serale.
    Sono curiosissimo di assaggiarla!!

Scrivi un commento