Come si combattono i nematodi

nematodi, vermetti da ortoI nematodi sono dei parassiti di piccola dimensione, dei vermetti da 2-6 cm di grandezza che attaccano i tessuti delle piante da orto. Per via della loro forma vengono conosciuti anche come anguillule.

Succhiano i tessuti della pianta, si formano le caratteristiche galle da cui possiamo intuire l’attacco di questi vermi, trasmettono inoltre virosi alle orticole. I danni alle radici favoriscono anche batteriosi e malattie funginee che provocano poi marciumi all’apparato radicale.

I nematodi si manifestano quando la temperatura si scalda un po’ e sale sopra ai 15/20 gradi, a partire dalla primavera.

Per difendere l’orto dai nematodi si possono utilizzare piante nematodicide come il rafano, la senape bianca o il tagete, le cui radici rilasciano sostanze tossiche che uccidono o inibiscono la riproduzione di questi vermetti.  Queste piante si possono disseminare nell’orto o anche fare un sovescio per sterminare i parassiti.

Un metodo che uccide i nematodi è la solarizzazione, in cui sfruttando il sole si disinfetta il terreno con il calore, per farlo bisogna coprire il suolo umido con teli trasparenti, rincalzati di terra sui bordi e lasciare per almeno 3/4 settimane.

La rotazione colturale previene i nematodi, evitando che si diffondano a spese di una coltura a loro gradita.

Esistono anche nematodi entomopatogeni, che sono invece utili all’orto in determinate situazioni perché possono servire ad uccidere altri parassiti, questo metodo di lotta biologica è utile ad esempio per liberarsi dalle larve di maggiolino e dall’ozziorrinco.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina facebook.

2017-10-06T12:36:36+00:00 Categorie: Parassiti e insetti|Tag: , , , |

6 Commenti

  1. Sabry 26 novembre 2015 al 8:37 - Rispondi

    Salve mi sa indicare qualche ortaggio o qualche verdura che non e soggetta a nematodi?

    • orticoltore 26 novembre 2015 al 8:55 - Rispondi

      senape, rafano e tagete li respingono, la maggior parte delle verdure invece possono patire gli attacchi di questi vermetti. Il consiglio è di metter qua e là il tagete, che colora l’orto coi suoi fiori e allontana i nematodi.

  2. francesco 11 giugno 2017 al 20:29 - Rispondi

    Salve orticoltore, ma se io coltivo queste piante di tagete mica possono danneggiare il mio orto?

    • Matteo Cereda 12 giugno 2017 al 7:56 - Rispondi

      Ciao Francesco. Certo che no, il tagete è un fiore molto utile all’orto.

  3. Anu 6 ottobre 2017 al 12:32 - Rispondi

    Ciao! Ho appena scoperto che il mio orto da una parte ha l’infestazione di nematodi. Posso mettere ora le piante di tagete anche se ormai siamo in autunno? Oppure devo aspettare per la prossima primavera? Grazie.

    • Matteo Cereda 6 ottobre 2017 al 12:37 - Rispondi

      No, il tagete deve essere seminato in primavera, meglio aspettare marzo. Meglio ancora del tagete è il rafano.

Scrivi un commento