you get out

Ci sono tanti parassiti che attaccano ortaggi e alberi da frutto, ma ci sono anche fastidiosi insetti che colpiscono l’essere umano, il più noioso tra questi è senza dubbio la zanzara.

La presenza di zanzare è un grosso fastidio durante primavera ed estate e può rovinare il piacere di stare in giardino o dar noia mentre si lavora nell’orto. Per evitare di essere divorati o di doversi tappare in casa al riparo di zanzariere e zampironi occorre pensare a dispositivi per eliminare questi insetti.

Abbiamo già parlato di come prevenire le pappatacee, con una trappola che cattura le larve, ora vediamo come catturare gli insetti adulti, parlandovi di YouGetOut, una trappola cattura zanzare proposta da No Fly Zone. L’utilizzo delle trappole contro gli insetti è positivo come metodo perché non comporta l’impiego di prodotti insetticidi.

La trappola cattura zanzare

Questa trappola funziona attirando gli insetti mediante una speciale fonte luminosa e con la produzione di anidride carbonica (effetto fotocatalitico).

Inoltre per migliorare l’efficacia è disponibile Activix Pro, un attrattore realizzato con componenti naturali a base di acidi carbossilici presenti nel sudore. Activix produce stimoli olfattivi simili a quelli della nostra pelle e combinato all’anidride carbonica forma un’esca irresistibile.

Il gioco di You Get Out è quello di simulare l’essere umano, per attrarre le zanzare e risucchiarle con la sua funzione aspirante. In questo modo la cattura è abbastanza selettiva, visto che insetti innocenti non sono interessati ad anitride carbonica e all’attrattore, anche se alcuni possono essere invogliati dalla luce.

La YouGetOut è impermeabile, quindi non teme umido e pioggia, funziona a elettricità, per cui bisogna comunque tener riparato il trasformatore. La sua portata dichiarata è di 1000 metri quadri, ovviamente su giardini di minor superficie migliora la sua efficacia, per cui la consigliamo soprattutto su estensioni da 500/600 metri quadri o inferiori.

La trappola deve essere posizionata in un luogo ombroso, per dar modo alle emissioni luminose di agire con la massima efficacia. Per liberarsi dalle zanzare è opportuno utilizzare la trappola appena terminato l’inverno, ai primi di marzo, in questo modo non si lascia tempo agli insetti di proliferare intercettandoli da subito.

Articolo di Matteo Cereda

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina Instagram e Facebook.