Seminare le fave: come e quando

semi di favaLa fava è un legume davvero prezioso per l’orto: in primo luogo perché il suo seme resiste all’inverno in campo ed è quindi una delle pochissime piante orticole che si può seminare nel mese di novembre, in secondo luogo perché come le altre piante leguminose apporta azoto nel terreno, arricchendo il suolo.

Approfondiamo modalità e tempistiche di semina di questa coltura, chi volesse poi continuare la lettura può passare alla guida completa su come coltivare le fave nell’orto biologico. Dalla profondità di semina alle fasi lunari vediamo insieme tutte le informazioni utili per iniziare a coltivare questo legume.

Quando seminare le fave

Ci sono due possibili periodi di semina per la fava (vicia faba): si può scegliere di mettere il legume nel terreno in autunno, per cui tra ottobre e novembre, oppure propendere per una semina primaverile, piantando il seme tra febbraio e marzo. La semina invernale accelera lo sviluppo della pianta che appena finito il freddo invernale può svilupparsi al meglio, nelle zone dove fa molto freddo però è meglio aspettare che arrivi marzo.

La giusta fase lunare per le fave

Per prima cosa occorre specificare che non c’è prova scientifica di un reale influsso sull’agricoltura da parte delle fasi lunari, tuttavia nella tradizione agricola basata su secoli di esperienza è ancora radicata l’usanza di seguire la luna per le semine. La fava è una pianta coltivata per i suoi frutti e quindi dovrebbe essere seminata in luna crescente, che si dice abbia influenza positiva per lo sviluppo della parte aerea dei vegetali e in particolare per la fioritura e la fruttificazione. I legumi sono comunque semi molto robusti e piante che si sviluppano in ogni caso: se anche le fave vengono seminate in luna calante non è un problema.

Profondità di semina e sesto di impianto

Una vecchia regola è quella di interrare ogni seme di almeno due volte la sua dimensione, applicandola alla fava non sbagliamo. Mettiamo quindi i semi a una profondità di 4-5 centimetri. Non occorre curare il verso del seme, si può interrare il legume come capita, riuscirà comunque a farsi strada verso la superficie, si tratta di un seme particolarmente vigoroso.

Le fave si possono seminare per fila, scavando un solco di semina, oppure a postarelle. Se si decide di metterle nel solco si facciano le file a circa 70 centimetri di distanza tra loro e si pongano i semi ogni 20 centimetri, se si preferiscono le buchette vanno tenute ad almeno 60 centimetri l’una dall’altra.

Queste distanze possono essere modificate in relazione alle diverse varietà di fava seminata: se si scelgono piante nane si possono mettere più vicine, se si tratta di varietà rampicanti molto vigorose meglio lasciare uno spazio maggiore.

Acquista semi di fava bio

Prima di seminare

Il terreno prima della semina della fava deve essere lavorato in profondità, consiglio di smuovere la terra con una vanga o meglio ancora con una forca da vangatura. Si rompono poi le zolle zappettando ed eventualmente incorporando sostanza organica e nutrimenti al terreno, la fava può essere concimata con letame maturo o compost, in moderata quantità. E’ positivo anche spargere cenere di legna come concime, ma anche in questo caso non si deve eccedere. Dopo aver lavorato il terreno bisogna affinare il letto di semina, livellandolo con un rastrello. Su questo piano si tracceranno i solchi delle file oppure si scaveranno le buchette per le postarelle in cui mettere le fave.

Lettura consigliata: coltivare le fave

Hai trovato questo articolo utile? Lascia un commento.

Se vuoi restare aggiornato puoi iscriverti alla newsletter di Orto Da Coltivare o cercarlo su Facebook e Instagram.

8 Comments

  1. Diego Trevisan 17 febbraio 2018 al 2:33 - Rispondi

    Mi hanno donato una pianticella di fave, qui in Venezuela. È cresciuta ed ha fruttificato. Vorrei moltiplicarla.
    Semi di fava. Sono i “fagioli” contenuti nei baccelli, vero? Si seminano ancora freschi o si devono seccare (all’ombra?)? Si possono mettere in acqua perchè inizino a germinare? Grazie per la risposta.

    • Matteo Cereda 17 febbraio 2018 al 10:24 - Rispondi

      Ciao Diego, confermo che i semi della fava sono il contenuto dei baccelli, le stesse fave che vengono poi mangiate. Per seminarle vanno lasciate seccare in luogo non umido e ombreggiato. Sono semi molto semplici a germinare, non occorre metterli in acqua.

  2. Edmondo 7 novembre 2018 al 1:25 - Rispondi

    Le ha spiegato in fila un seme ogni 20 cm file distanti una dall’alta,e le buchette quanti semi si mettono in ogni buca?!!!grazie!!

    • Matteo Cereda 7 novembre 2018 al 9:17 - Rispondi

      Se si semina per fila basta un seme ogni 20 cm, con le postarelle da 2 a 5 fave ogni buchetta.

  3. Edmondo 7 novembre 2018 al 1:28 - Rispondi

    Molto interessante,io seminavo a luna calante,ed ho scoperto che va bene anche a luna crescente!!grazie molto!!

    • Matteo Cereda 7 novembre 2018 al 9:16 - Rispondi

      In tutta sincerità io sono piuttosto scettico sul discorso fase lunare. L’ho inserito nell’articolo per via delle molte domande.

  4. Angelo 20 novembre 2018 al 20:18 - Rispondi

    Salve dopo aver messo le fave a Novembre …..si devono annaffiare durante l’inverno?

    • Matteo Cereda 20 novembre 2018 al 22:08 - Rispondi

      Ciao Angelo, secondo me non serve annaffiare le fave, l’irrigazione dipende dal clima, difficilmente nella stagione invernale è necessaria. Se invece le coltivi in vaso dovrai bagnarle.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.