le semine a novembre Novembre è un mese in cui ormai l’autunno è inoltrato e siamo sulla soglia dell’inverno. Non sono molti gli ortaggi disposti ad affrontare la semina in questo periodo, visto che stanno per arrivare le gelate dei mesi più freddi dell’anno.

Il semenzaio risulta in genere vuoto: inutile far nascere piantine in condizioni protette adesso perché ci sono davanti ancora tutti i mesi dell’inverno, quindi non sarebbe possibile trapiantarle al momento giusto. In campo possiamo piantare quindi fave e piselli, che sono i legumi più resistenti, e i bulbi di aglio e delle cipolle.

L’orto a novembre: calendario e semine

Semine
Trapianti
Lavori
La luna
Raccolto

In coltivazione protetta (tunnel freddo) si può ancora mettere qualche insalata e gli spinaci a seconda del vostro clima. Nelle zone del nord Italia oppure per chi fa l’orto in montagna il gelo sarà tale da non poter lavorare la terra, quindi meglio lasciar stare anche queste poche semine di novembre e aspettare marzo.

Principali ortaggi da seminare a novembre

le fave verdi

Fave

bacilli di piselli

I piselli

valerianella o soncino

Soncino

pianta di spinaci

Spinaci

aglio a spicchi

Aglio

Non c’è molto da seminare a novembre nell’orto, sono tanti in compenso i lavori da fare (tra raccolti, protezione delle piante e soprattutto preparazione del terreno per l’anno successivo, con relative concimazioni). A questo proposito si può fare anche la semina di un sovescio autunnale.

Una cosa utile da fare a novembre è pensare all’anno prossimo, si possono già comprare le sementi per l’orto dell’anno successivo. Se vi servono sementi biologiche consiglio di guardare qui.

Acquista sementi bio

In pieno campo si mettono nel terreno le fave e i piselli, legumi che poi saranno pronti in primavera. Si consiglia di scegliere varietà adatte alla semina autunnale (per i piselli meglio le varietà a seme liscio, più resistenti al freddo, per le fave bisogna scegliere le varietà tardive).

Oltre a queste anche se è un po’ tardi ma si può ancora tentare con spinaci, cime di rapa, valeriana e lattughini, magari coprendoli la notte con tessuto non tessuto o mettendoli in serra fredda.

Novembre è anche il mese dell’aglio, si piantano i bulbi, inoltre si possono trapiantare anche i bulbilli di cipolla (varietà invernali). Se siete però in una zona fredda meglio aspettare la fine dell’inverno e quindi l’inizio della primavera, per cui seminare aglio, fave e piselli a fine febbraio o inizio marzo.

Questo nell’orto all’aria aperta, mentre insalate, carote e rapanelli possono stare in coltura protetta dove le condizioni climatiche lo permettono.

Queste indicazioni valgono in generale, ciascuno dovrà poi valutare la sua zona climatica per decidere effettivamente cosa piantare. Dove il clima è molto freddo non conviene effettuare semine a novembre, ma vale la pena aspettare la fine dell’inverno. Viceversa in zone miti si può valutare qualche semina in più.

Sull’argomento di cosa seminare a novembre possiamo dare un’occhiata anche al video di Sara Petrucci, sul canale Youtube di Orto Da Coltivare.

Coltivazioni di novembre

Abbiamo in questo articolo parlato di semine di novembre, citando solo quelle colture che vengono messe in campo nel mese di novembre.

Le piante dell’orto autunnale come finocchi, porri, cavoli di ogni genere, cime di rapa, radicchio, sono quindi in campo e ci danno un raccolto proprio in questo mese. In zone miti anche alcuni ortaggi estivi come zucchine e persino pomodori resistono fino a novembre, in particolare con il clima ballerino degli ultimi anni.

Approfondimenti sulle semine di novembre

Ecco qualche lettura utile per approfondire nel pratico come fare le singole semine fattibili in questo periodo:

Articolo di Matteo Cereda

video corso sull'orto biologico

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire Orto da Coltivare su facebook e Instagram.



scarica la tabella di semina