Il prezzemolo nell’orto

il prezzemolo in un orto famigliareIl prezzemolo è un’erba aromatica famosa per stare bene dappertutto in tavola, non può certo mancare nel vostro orto.

Le foglie di prezzemolo vengono usate per insaporire, senza mai esagerare perché grandi quantità non fanno bene al fegato.

La pianta fa parte della famiglia delle ombrellifere, anche il prezzemolo è una pianta biennale come finocchio e sedano, è semplice da seminare e coltivare e produce velocemente e parecchio, per questo certamente è interessante per l’orto domestico, si raccoglie praticamente tutto l’anno, da marzo a dicembre.

Il terreno e la semina del prezzemolo

Clima e terreno. Le piante di prezzemolo temono il gelo, ma dopo l’inverno generalmente non muoiono, ricacciano poi per la primavera e poi fioriscono. Sopportano meglio il freddo le piante più giovani perché con l’età il prezzemolo emette radici verso l’alto. Si adatta a qualsiasi tipo di terreno, si può concimare moderatamente con stallatico maturo, questa aromatica cresce anche in aiuole di mezzombra.

Semina. Il prezzemolo teme il gelo, per questo non si deve seminare prima di metà aprile e si continua a piantarlo fino a luglio, come molte piante biennali se la temperatura scende sotto ai 10 gradi e sente l’arrivo di una gelata la pianta può andare in pre fioritura. Il seme impiega 10 giorni per nascere, ama temperature tra i 15 e i 25 gradi, può essere utile una copertura di tessuto non tessuto per scaldare e favorire la germinazione. Si può tranquillamente seminare in vasetti il prezzemolo e poi trapiantarlo. I semi vanno interrati a meno di un centimetro di profondità, dopo la semina si raccomanda una moderata annaffiatura a pioggia.

Sesto di impianto. Se si vuole coltivare il prezzemolo conviene seminare per fila tenendo distanze di 30 cm tra le file e 10 cm tra le piantine.

Come si coltiva questa aromatica

Irrigazione. Il prezzemolo ama avere costantemente acqua, per cui meglio irrigare. Nei mesi più caldi meglio ombreggiarlo un po’ con teli o reti se avete un orto in zone molto calde e assolate.

Rincalzatura prima del freddo.Le piante di prezzemolo possono superare le gelate invernali, anche se temono il freddo, per ricacciare e fiorire nella primavera successiva. Sono le piantine seminate tardi (luglio) quelle che hanno più resistenza perché il prezzemolo tende col tempo a far radici verso l’alto. E’ utile rincalzare le piante prima della brutta stagione, di solito si fa in autunno.

Pacciamatura. La pacciamatura è indicata, in particolare usando telo nero che consente di scaldare il prezzemolo.

Avversità da cui difendere il prezzemolo

Parassiti. Gli afidi non fanno crescere il prezzemolo, tagliando le parti della pianta colpite si possono eliminare. Sono fastidiose anche le larve di maggiolino.

Malattie. Il prezzemolo subisce le stesse malattie che possono colpire anche le altre piante ombrellifere (si vedano le malattie della carota). Inoltre teme la cercospora che si presenta a macchie sulle foglie che arrivano a seccare la pianta. Meglio sostituire il prezzemolo ammalato piuttosto che spendere tempo e risorse in un trattamento.

Raccolta, conservazione e varietà

Raccolta. Il prezzemolo si raccoglie già 15 giorni dopo il trapianto prelevando foglie, si inizia quando la pianta supera i 20 cm di altezza, una sola piantina complessivamente può produrre anche un chilo di erba aromatica, si raccoglie a più ricresce e si tratta di un’erba che più viene tagliata più produce, si può quindi tagliare le cime o gli interi steli lasciando qualche centimetro da terra.  Il periodo di raccolta dipende ovviamente dalla semina, ma si può avere prezzemolo fresco da marzo a dicembre. Il prezzemolo è più saporito tritato appena colto, ma si può comunque essiccare o congelare se volete conservarlo.

Varietà di prezzemolo. Non sono molte le varietà di prezzemolo, le principali sono il prezzemolo comune, quello gigante e il prezzemolo riccio, meno saporito e più decorativo che aromatico.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire Orto Da Coltivare su facebook e instagram.

7 Comments

  1. Gianlorenzo 20 maggio 2018 al 16:01 - Rispondi

    Salve. Cosa succede se si semina il prezzemolo non nella luna giusta, ossia quella calante? In questi giorni dovevo seminarne una bustina ma per una cosa o l’altra ho sempre rimandato, poi ieri quando mi sono deciso ho visto che sulla bustina c’è scritto di seminare in luna calante ma siamo in luna crescente da qualche giorno. Posso seminare ugualmente o devo aspettare che torni la luna?

    • Matteo Cereda 20 maggio 2018 al 16:11 - Rispondi

      Puoi seminare ugualmente, l’influsso della luna non ha prove scientifiche e personalmente sono scettico.

  2. Gianlorenzo 20 maggio 2018 al 16:24 - Rispondi

    ho appena visto cercando online che tutti dicono che il prezzemolo andrebbe seminato invece in luna crescente, ma allora perchè sulla bustina tra i vari simboli che indicano come coltivarlo il primo è un disegno di una luna con sotto la scritta “luna calante”?

    • Matteo Cereda 20 maggio 2018 al 16:27 - Rispondi

      Ti spiego subito: sono diverse opinioni… Il prezzemolo si coltiva per la foglia e si vuole evitare che vada in fiore, quindi l’ideale (volendo credere alle teorie sulla luna) sarebbe la luna calante, che ritarda la montata a seme. Tuttavia essendo semi un po’ lunghi a germogliare la luna crescente (si dice) può dare una mano alla piantina a nascere.

  3. Gianlorenzo 20 maggio 2018 al 16:30 - Rispondi

    Ho letto ora il suo commento, dopo che avevo inviato un altro commento.
    In effetti non ho del tutto chiaro chiaro nemmeno io se la luna abbia effettivamente delle influenze come dicono, so solo che (siccome di tanto in tanto vado a fare legna nel bosco) il consiglio è di tagliare gli alberi in luna calante per evitare di ritrovarsi con della legna piena di acqua, quindi più rognosa da segare in loco, più pesante da trasportare, più difficile da asciugare e seccare per essere usata. In quel caso la luna ha la sua influenza, non so se l’abbia anche per ciò che riguarda gli ortaggi. Del prezzemolo dicono di seminarlo in luna crescente perchè, essendo una pianta a crescita lenta, con questa luna ci sarebbe una crescita più rapida.
    Grazie in ogni caso della risposta

  4. Gianlorenzo 20 maggio 2018 al 16:39 - Rispondi

    Già che ne stiamo parlando, se non sono troppo invadente, sa se si siano mai effettuati studi con metodo scientifico per verificare l’influenza delle fasi lunari sugli ortaggi? Oppure magari ha direttamente già trattato l’argomento qui sul suo sito?

    • Matteo Cereda 21 maggio 2018 al 9:34 - Rispondi

      Ciao Gianlorenzo. Molto difficile fare esperimenti scientifici in agricoltura, perché le condizioni climatiche e del terreno presentano infinite variabili, è impossibile quindi seminare in luna calante e in luna crescente lo stesso ortaggio mantenendo inalterate tutte le altre caratteristiche. Su Orto Da Coltivare puoi trovare un post su luna e agricoltura.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.