Cosa seminare a giugno

calendario semine di giugnoIl mese giugno vede arrivare nell’orto il caldo estivo, che scongiura il rischio di gelate tardive e permette di coltivare la gran parte delle verdure in pieno campo. Per questo a giugno si semina soprattutto in campo, senza ricorrere al semenzaio riparato, che viene utilizzato nei periodi più freddi per anticipare le colture. Diverso ovviamente il discorso se fate l’orto in montagna o in zone particolarmente fredde.

Le semine di giugno riguardano soprattutto gli ortaggi che saranno protagonisti del raccolto autunnale come i cavoli (di ogni tipo, dal cavolfiore alla verza), i porri, e le zucche. Tra le erbe aromatiche è il momento del prezzemolo, del basilico e della salvia. Gli ortaggi estivi invece si potrebbero anche piantare ora, ma siamo un po’ in ritardo: era ideale metterli nei mesi scorsi per avere un periodo di raccolta più lungo.

Tra le semine di giugno elenchiamo anche una serie di colture a ciclo breve che si possono coltivare per gran parte dell’anno, per cui conviene effettuare una periodica semina scalare: si tratta di insalate come rucola, songino, lattughe e cicorie, di carote e rapanelli.

L’orto di giugno: luna e semine

Semine
Trapianti
Lavori
La luna
Raccolto

Volendo seguire il calendario lunare si consiglia di seminare le verdure di cui ci interessa la parte aerea, come quelle da bacca o frutto, durante la fase crescente, che si dice favorisca lo sviluppo della parte fogliare e fruttifera, mentre le verdure “sotterranee” come radici e bulbi, e quelle da foglia di cui si teme la montata a semente anticipata, meglio metterle con luna calante.

Ecco cosa seminare a giugno nell’orto

una coltivazione di porri

Porro

piante di prezzemolo

Prezzemolo

una zucca enorme di colore arancione

Zucche

il sedano da coste

Sedano

sedano rapa nell'orto

Sedano rapa

la verza

Verza

cavolo cappuccio

Cappuccio

cavolo nero crespo

Cavolo nero

il cavolo rapa nell'orto

Cavolo rapa

le carote

Carote

fagioli rossi messicani

Fagioli

coste nell'orto

Bieta da coste

valerianella o soncino

Soncino

pianta di spinaci

Spinaci

i fagiolini verdi

Fagiolini

rucola nell'orto

Rucola

la pianta delle zucchine in fiore

Zucchina

la pianta del pomodoro

Pomodoro

piante di basilico

Basilico

scorzonera

Scorzonera

pannocchie

Mais

ravanelli

Ravanelli

cavolfiore nell'orto

Il cavolfiore

broccoletti

Broccoli

cicorie

Insalata grumolo

barbabietola da coltivare

Barbabietole

cicoria

Cicoria da taglio

cespi di catalogna

Catalogna

barba del frate

Agretti

erbette nell'orto

Erbette

la radice della pastinaca

Pastinaca

Acquista sementi bio

Ecco alcuni ortaggi che potete seminare nel mese di giugno: coste, barbabietole, broccoli, cavolfiori, cavolini, cavoli e cavolo verza, rapanelli, rucola, mizuna, lattuga, indivia, catalogna, cicoria, cardi, carote, cetrioli, zucchini e zucche, pomodori, peperoni dolci e piccanti, finocchi, fagioli e fagiolini, piselli, porri e sedano. Tra le erbe aromatiche possiamo seminare camomilla, salvia, basilico, rosmarino, prezzemolo.

Giugno è anche un mese ottimale per i trapianti di quanto seminato in semenzaio durante i mesi precedenti. Si possono mettere nell’orto piantine di zucche e zucchine, pomodori, peperoni e melanzane, le aromatiche e le fragole.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire Orto da Coltivare su facebook e Instagram.

2019-06-28T08:24:53+02:00

8 Comments

  1. Flavio Tenani 1 Giugno 2016 al 12:42

    Per la prima volta sto intraprendendo il lavoro dell’orto.
    premetto che non so nulla e vorrei imparare seguendo i vostri consigli, grazie
    Ciao

  2. Sergio 1 Maggio 2017 al 15:38

    Sono un po’ di anni che faccio l’orto, però c’è sempre da imparare.😊

    • Matteo Cereda 5 Giugno 2017 al 10:24

      Verissimo! L’uomo coltiva da millenni e non ha ancora capito tutto, ed è giusto così.

  3. Giorgio 12 Giugno 2018 al 15:10

    Quindi anche i fagiolini rampicanti posso ancora seminare… Credevo fosse già un po’ tardi

    • Matteo Cereda 12 Giugno 2018 al 16:23

      Ciao Giorgio, tutto dipende dal clima: l’Italia è lunga e le indicazioni generali sono necessariamente orientative. Come fagiolini seminando ora in genere meglio le varietà nane piuttosto che rampicanti, hanno ciclo colturale più rapido e questo supplisce al ritardo nel periodo di semina.

  4. Rinaldo 10 Giugno 2019 al 15:45

    Grazie,dei continui stimoli e promemoria utilissimi,poi come spesso accade a chi lavora nell’orto…s’impara lavorando in armonia con i tempi e cicli naturali bye bye Rinaldo

  5. Riccardo 11 Giugno 2019 al 20:33

    Ma come faccio a stabilire il grado di matirazione della carota?

    • Matteo Cereda 12 Giugno 2019 al 8:38

      Ciao Riccardo. La prima cosa che devi sapere è che la carota in realtà non matura: si tratta di una radice e non di un frutto, quindi ingrossa ma è sempre commestibile anche quando è piccola. L’importante è non farla diventare vecchia, se no è fibrosa. Alla luce di questo ti conviene raccogliere le carote quando hanno una dimensione sufficiente, puoi vederlo osservando la pianta e al limite ispezionando col dito nei primi centimetri di terra.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.