Marzo agricolo: tutti i lavori

Semine
Trapianti
Lavori
La luna
Raccolto

lavori di marzoMarzo è un mese fondamentale per i lavori dell’orto, in particolare per le semine, visto che si impostano molte colture che poi determineranno la produttività del nostro orto in estate e in autunno. Non  bisogna quindi trascurare la seminiera.

In questo mese il clima inizia a essere più favorevole per l’agricoltura anche nelle regioni settentrionali e si allontana il rischio delle gelate dell’inverno, la vegetazione inizia a rinverdirsi e a fiorire.

Nell’orto domestico come in quello professionale viene quindi il momento di rimboccarsi le maniche, perché c’è molto lavoro da fare. Vediamo in sintesi quali sono le principali occupazioni contadine di questo periodo, anche se ovviamente a diverse zone climatiche corrispondono diversi lavori, ad esempio dove il freddo è intenso quello che qui si dice di fare a marzo può essere fatto ad aprile, viceversa in posti molto caldi i lavori si anticipano.

Vangare e concimare

Lavorazioni del terreno. Il terreno dovrebbe essere stato per gran parte preparato a gennaio e febbraio, ma è sempre bene mettersi a vangare prima delle semine. A marzo è anche il momento di interrare il concime negli appezzamenti dove in aprile e maggio si trapianterà, in questo modo la terra che conterrà elementi nutritivi e materia organica a sufficienza, utile a nutrire le piante orticole.

Sovescio. Volendo fare concimazione con la tecnica del sovescio si può iniziare a seminare, si tratta di un sistema molto utile per chi coltiva con metodo biologico e periodicamente vale la pena farlo, magari effettuandolo a rotazione nei vari appezzamenti dell’orto.

Compostaggio. In questo periodo è opportuno rivoltare i cumuli di compost, in modo da uniformare i materiali, ossigenare quelli più interni e favorire la corretta decomposizione prima che arrivi il caldo estivo.

Pulizia e riordino

Sistemazione dell’orto. Visto che a breve inizieranno le principali semine in campo e i trapianti è fondamentale preparare l’orto e assicurarsi che sia tutto in ordine: ci sono importanti lavori di sistemazione delle aiuole dell’orto. Bisogna predisporre i vialetti dell’orto e i canali di scolo, assicurarsi di essere pronti ad affrontare i mesi caldi con il recupero dell’acqua piovana, per cui pensare a tettoie con grondaie, bidoni o cisterne.

Pulizia delle malerbe. Occorre pulire bene l’orto da tutte le erbe infestanti che si saranno radicate nei mesi invernali, inoltre con l’arrivo della primavera iniziano a crescere erbe nuove. Siccome molte piante sono state appena seminate e quindi sono di piccola dimensione è importante non lasciare che vengano danneggiate dalla concorrenza delle erbe spontanee. Un attrezzo utilissimo per questo mestiere è il frangizolle sarchiatore.

Semine e trapianti

Le semine. Marzo è un mese di semina: intensa l’attività del semenzaio e dove il clima lo consente sono numerosi anche gli ortaggi da piantare in pieno campo (vedi tutte le semine di marzo). Tra le varie colture in marzo si piantano le patate e si continuano gli impianti di aglio e cipolla.

Divisione dei cespi. A fine marzo si possono dividere i cespi delle erbe aromatiche e di altre colture perenni (ad esempio il rabarbaro), per aumentare la superficie coltivata e ottenere nuove piantine.

Cure colturali

Attenti al gelo. Se si vive in una zona fredda anche a marzo bisogna avere occhio per scongiurare il rischio di gelate tardive, una copertura di tessuto non tessuto all’occorrenza può essere una precauzione decisiva. Per questo bisogna tenere d’occhio il termometro e le previsioni meteo, i teli è meglio acquistarli prima in modo che nel momento del bisogno siano già a disposizione.

Articolo di Matteo Cereda

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire Orto da Coltivare su facebook e Instagram.

scarica la tabella di semina