Ciao, quest’anno vorrei fare un’orto. Ho letto vari articoli di come iniziare dal suo blog e mi piace tanto come scrive e descrive tutto. Volevo chiederti come impostare il mio orto che sono un po’ in crisi. Potrebbe darmi una mano? La dimensione è 4,30 metri per 3 tre metri, mi può dare una mano o consigli su come organizzarlo? Grazie.

(Carla)

Ciao Carla

Provo a risponderti anche se la progettazione di un’orto non si può fare a distanza, sulla carta. Non conosco una serie di informazioni importanti: ad esempio la zona in cui ti trovi, come è esposto al sole l’orto, quanto il terreno è drenante… Tutte cose utili a stabilire cosa è meglio coltivare. Sulla dimensione ti consiglio di leggere l’articolo su quanto grande dovrebbe essere un orto, ci trovi forse alcuni dati interessanti.

Altra cosa fondamentale da non dimenticare: io non so quali verdure piacciano a te e ai tuoi familiari. Per fare un esempio non avrebbe senso coltivare peperoni che non mangia nessuno, mentre tralasciare i pomodori di cui siete tutti ghiotti. Per questo molta della progettazione la dovete fare voi, io posso limitarmi a qualche suggerimento.

Suggerimenti per un orto piccolo

  • Un orto piccolino. Il tuo orto è molto piccolo, poco più di 12 metri quadri, per questo eviterei gli ortaggi poco produttivi (ad esempio ceci, lenticchie) e quelli che occupano molto spazio, ad esempio patate, zucche e zucchine. Se proprio vuoi coltivare zucchine, che producono bene, valuta che ogni pianta “ruba” circa un metro quadro, quindi non mettere più di due o tre piante.
  • Coltiva i legumi. Nell’ottica di lungo periodo dovresti inserire un piccolo appezzamento dedicato ai legumi, consiglierei i fagiolini nani, poco impegnativi. Sono importanti perché forniscono azoto al terreno e quindi sono un elemento cardine della rotazione colturale.
  • Le giuste distanze. Anche se lo spazio è poco non cercare di far stare troppe piante, è molto importante tenere la giusta distanza tra le coltivazioni per evitare la diffusione di malattie.
  • Consociazioni utili. Per prevenire molti problemi cerca di mettere delle consociazioni positive, puoi trovarne elencate diverse nell’articolo sulle consociazioni.
  • Biodiversità. Ritaglia un angolino per le erbe aromatiche e lascia crescere qua e là qualche fiore (consiglio calendula e tagete), ne beneficia tutto l’ambiente.
  • Poche varietà. Se è la prima volta che fai un orto scegli pochi tipi di verdura: ti consiglio di piantare quattro o cinque tipologie, non di più. Così hai modo di seguirle meglio, imparando a gestirle, piano piano introdurrai qualche novità ampliando la tua gamma e la tua esperienza.
  • Camminamenti. Calcola sempre gli spazi in modo da poter lavorare comodamente: ci devono essere dei camminamenti nell’orto che ti permettono di raggiungere tutte le piante senza calpestare le aiuole coltivate.

Risposta di Matteo Cereda

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina Facebook e Insagram.