Le formiche nell’orto: come allontanarle

una formicaLe formiche nell’orto possono essere veramente antipatiche, sono due gli effetti negativi per cui dobbiamo temere e allontanare questi insettini dalle nostre coltivazioni: rubano i semi e portano afidi sulle piante.

Le formiche hanno anche alcune funzioni positive, ragione per cui sarebbe meglio in un orto biologico non sterminarle ma allontanarle.

Ovviamente anche le formiche come tutti gli insetti e parassiti vanno combattute con metodi naturali, senza usare pesticidi tossici e non consentiti in agricoltura biologica.

I danni provocati dalle formiche

Il primo problema causato dalle formiche nell’orto è che questi insetti spesso vanno a portare via i semi, possono quindi rovinare completamente una semina se la si effettua in pieno campo direttamente a dimora. Basta che una formica si accorga della presenza di semi perché arrivi poi una fila di formiche operose che vanno a riempire le dispense del formicaio. Sono abilissime nello spazzolare completamente le sementi durante la notte.

La seconda scocciatura sono gli afidi. E’ veramente incredibile l’organizzazione delle formiche che allevano letteralmente questi pidocchi delle piante allo scopo di raccogliere la melata. Durante l’inverno le formiche ospitano le colonie di afidi nel formicaio e in primavera li depositano sulle piante. Se vedete quindi formiche aggirarsi sulle piante fate grande attenzione perché potrebbero colonizzarle trasportandoci afidi.

Lati positivi della presenza di formiche

Le formiche scavano nel terreno, arieggiandolo, a dire il vero viste le dimensioni dei tunnel non è un effetto particolarmente significativo ma tutto contribuisce a tenere viva la terra da coltivare.

Questi insetti mangiano alcuni insetti che possono essere nocivi per le nostre piantine, soprattutto quando sono larve, per questo possono tener pulito il terreno e evitare altri danni alle verdure.

Le formiche girando per l’orto possono contribuire a impollinare i fiori aiutandoci nella coltivazione.

Prima di decidere di combattere le formiche bisogna chiedersi se sono un problema reale, oppure se la loro presenza è limitata e tollerabile e i piccoli danni che possono portare non si compensano con i pregi. In genere il metodo di giudizio è la quantità, una piccola colonia di formiche non dà fastidio, mentre contro un’invasione occorre prendere contromisure.

Scacciare le formiche dall’orto

Alcune erbe aromatiche sono considerate repellenti rispetto alle formiche. Parliamo di lavanda, maggiorana, menta e tanaceto. Anche la lattuga, in maniera minore, sembra scoraggiare questi insetti. Molto efficace in questo senso anche l’aglio.

Vi sono varie sostanze che infastidiscono questi insetti: potete spruzzare le piante con macerato di aglio oppure usare peperoncino o cenere di legna.

Un ottimo prodotto naturale per scacciare le formiche è il macerato di menta, che potete autoprodurvi in modo semplicissimo ed economico.

Un sistema per allontanare le formiche molto semplice e senza usare nessun trattamento è quello di individuare il formicaio e spostarlo fisicamente, avendo cura di distruggerlo e di rimuovere la gran parte degli insetti. Se non trovate il formicaio oppure se è in un posto scomodo si può anche cercare di attirare le formiche in un punto: ad esempio un vaso di terracotta capovolto scalda la terra e crea l’ambiente ideale per un formicaio.

Come si uccidono le formiche

La polvere di piretro elimina le formiche ed è un insetticida consentito in agricoltura biologica, ricavato da una pianta. Bisogna comunque fare attenzione perché il piretro potrebbe uccidere anche insetti utili. Siccome le formiche non sono un danno diretto per le piante dell’orto non c’è ragione di ammazzarle, la cosa migliore è sempre dissuaderle scacciandole.




2017-07-12T13:03:00+00:00 Categorie: Parassiti e insetti|Tag: , , , , |

27 Commenti

  1. Muratore Giuseppe 15 settembre 2015 al 13:15 - Rispondi

    I miei cavolfiore vengono tutti mangiate dalle bestioline sottoterra cosa bisogna fare

    • orticoltore 15 settembre 2015 al 13:30 - Rispondi

      Ciao Giuseppe. Se ti mangiano la pianta da sotto non sono formiche, dovresti capire se sono topi, ferretti o altri animali, cerca vicino alla pianta mangiata (se sono topi trovi le gallerie). Se invece che mangiata è marcita può essere un marciume radicale. In base a quello che è il problema si trova il modo di difendersi.

  2. Marta 6 maggio 2016 al 20:25 - Rispondi

    Salve io devo piantare dei fiori su un aiuola ma sotto terra ci sono delle formiche forbici che fiori posso piantare che loro non mangino ?

    • orticoltore 7 maggio 2016 al 13:20 - Rispondi

      in teoria le forbicine non fanno grosso danno alle piante, se sono molte però devi scacciarle. Prova con il macerato di ortica.

  3. bruno 22 giugno 2016 al 9:54 - Rispondi

    Ho letto con atternzione come si scacciano le formiche, seguendo le Vs. indicazioni proverò ad allontanarle.

  4. fabrizo 22 giugno 2016 al 13:50 - Rispondi

    ciao a tutti. mi sono accorto che ho le piante di melanzane invase fa formiche (piccole e nere). vedendo qualche frutto, ho notato che hanno bucato il “cappello” verde sopra la melanzana.
    leggendo in giro non ho capito molto bene alcune cose: sembra che le formiche non rovinino i frutti ma riescono ad “allevare” afidi che (loro) rovinano la pianta. ma guardando bene non ho visto afidi o pidocchi o altre cose oltre le formiche.
    oltre ad insetticidi (che non ho intenzione di usare) ho letto vari rimedi naturali, dal macerato di aglio o a delle “polpette di mais” (che a loro dire si gonfierebbe nello stomaco della formica uccidendola) ma non so se sia la strada da seguire.
    in realtà oltre alle melnzane ancora piccole e qlc rovinata non capisco se ho un “problema” oppure no.
    mi potete far chiarezza e/o consigliare qualcosa?
    ciao e grazie a tutti

    • orticoltore 22 giugno 2016 al 14:00 - Rispondi

      I danni delle formiche a piante già formate sono in genere tanto esigui da non meritare intervento, a parte appunto la brutta abitudine di allevare gli afidi. Non so dirti il caso specifico delle tue melanzane. Se sei in dubbio il macerato di aglio o di ortica è naturale, ecologico e non costa nulla, puoi spruzzarlo sulla pianta e nei 50 cm di terreno circostanti per dissuaderle, ripeti tre o quattro volte il trattamento a distanza di qualche giorno.

      • massimo 27 giugno 2016 al 4:17 - Rispondi

        Ho lo stesso identico problema stanno letteralmente divorando le mie piantine di melanzane…che fare?

  5. Luca 9 luglio 2016 al 14:08 - Rispondi

    Preso dalla disperazione e da una notte insonne,mi hanno mangiato al meno,70 80 melanzane,i miei futuri boccacci sotto olio… le ho iniziate a provare tutte,in fine,l’unico metodo emergenziale trovato,e stato,mettere un po di carta argentata alla base del tronco,ripiegarla un po,mettendoci gelatina per i capelli,quella scadente,barattoli che non costano più di un euro a confezione,stare attenti che non ci siano foglie che poggiano a terra o altre piante che si toccano,su una,queste inteligentone,hanno posato pietruzza su pietruzza per fare un ponte,quindi,osservare una volta al giorno,si può trovare sempre qualche falla da otturare … se avessi avuto la stampante 3D avrei costruito degli anellini da incastrare sulla basa,e poi riempirli con un po di olio ma sempre con un po di carta argentata avvolta sul tronco,a volte,risalgono proprio dalle base del tronco,spuntano dalle radici … metodo non velenoso,spero di essere stato di aiuto …

    • orticoltore 10 luglio 2016 al 11:51 - Rispondi

      Buon metodo ma attenzione che il gel per i capelli non è un prodotto molto naturale… In caso di pioggia finisce nel terreno e addio coltivazione biologica. Si potrebbe cercare qualche sostanza simile ma biodegradabile.

  6. enza 6 agosto 2016 al 10:15 - Rispondi

    nel mio giardino le formiche hanno invaso l’edera ricoprendo i rami di sostanza nera appiccicosa e insettini neri e hanno scavato tanti formicai sotto le piante . L’ edera e’ malata ?

    • orticoltore 6 agosto 2016 al 12:44 - Rispondi

      ciao Enza. Probabilmente le formiche hanno portato gli afidi sull’edera, gli afidi fanno la melata (la sostanza appiccicosa) che può far ammalare la pianta. Quindi meglio scacciare le formiche e lavare gli afidi con sapone di marsiglia.

      • Nicoletta 21 agosto 2016 al 12:34 - Rispondi

        Ciao ho una piccola coltivazione di cicoria , i gambi sono infestati di afidi piccolissimi neri, cosa faccio x sterminarli? Anche io ho tante formiche, ora le sto trovando anche in casa ma sono microscopiche , che faccio? Grazie ciao a tutti Nicoletta

  7. Federica 17 maggio 2017 al 8:42 - Rispondi

    che bello aver scoperto questo sito! Proverò i vostri consigli per ridimensionare un formicaio di quasi 2metri quadri nel bel mezzo del mio piccolo orto

  8. Luisa 5 giugno 2017 al 10:07 - Rispondi

    Ho una piccola pianta di melo, carico di frutti. La lotta alle formiche e agli afidi è veramente impari. Le ho provate tutte. senza risultati apprezzabili. L’alberello ha 3 anni e non cresce a causa di questo tormento. Mi è venuto in mente di provare a spalmare una sezione alla base del tronco con colla per i topi. Pare che questo metodo funzioni. Finalmente il via-vai di questa autostrada di insetti si è femato. Vedremo se il tempo mi darà ragione.

    • Matteo Cereda 5 giugno 2017 al 10:15 - Rispondi

      La colla per topi è una sostanza chimica, io ne sconsiglio l’utilizzo. Se proprio devi farlo scegline una non velenosa, altrimenti rischi di mietere vittime tra uccellini e animali domestici, magari non spalmarla direttamente sul tronco ma usa un telo o altro per non avere la colla direttamente sulla corteccia.

  9. Luisa 5 giugno 2017 al 12:13 - Rispondi

    Grazie del consiglio. Ho omesso di dire che effettivamente ci avevo pensato. Per tanto ho avvolto prima il tronco con una benda di plastica. Saluti e buon lavoro

  10. Luisa 11 giugno 2017 al 7:53 - Rispondi

    Buon giorno, aggiorno sull’esperimento della colla per topi usata per impedire alle formiche di attaccare in forma massiccia il mio alberello di mele.
    Ad oggi , ho notato che ormai le formiche lo hanno definitivamente abbandonato. Anche se alla base continuano a mantenere il loro nido. Sono poche e disorientate perché ho avuto cura di incalzare il tronchetto con uno strato di cenere e fondi di caffè. La colla non ha creato danni ad altri insetti, solo qualche mosca, vespe ed un paio di farfalle notturne. Ho notato però che da quando le formiche hanno abbandonato il loro allevamento di afidi, la piantina riscuote un certo interesse da parte delle vespe. E’ possibile che abbiano la stessa funzione delle formiche? Quella di spostare gli afidi da una foglia all’altra? Fatto sta che la lotta contro gli afidi quest’anno è veramente impari. Il macerato d’ortica nebulizzato, non entra che in minima parte nelle foglioline accartocciate. Intanto gran parte delle formiche, si è spostata sul prezzemolo e il sedano. Non mi era mai accaduto che il prezzemolo fosse infestato dagli afidi. Ma qui debellarli è più facile visto che stanno alla base delle piantine e non sulle foglie. L’astuzia di questi laboriosi insetti è notevole. In questo caso cercano di nascondere il loro allevamento incalzando le piantine e coprendone il cuore con un sottile strato di terriccio leggero.
    Tornando al mio melo, sto pensando che forse l’unica soluzione sia quella di tagliare tutte le punte che portano foglie novelle infestate dagli afidi. Anche se mi dispiace perché pur essendo la piantina carica di frutti, è piuttosto striminzita non essendo in grado di creare nuovi rami. Ha qualche consiglio da darmi? Grazie Luisa

    • Matteo Cereda 12 giugno 2017 al 7:58 - Rispondi

      Piuttosto che tagliare non si riesce a lavar via gli afidi con sapone di marsiglia?

      • Luisa 12 giugno 2017 al 16:46 - Rispondi

        Potrebbe essere un ottima idea. Ci provo subito. Grazie del consiglio

  11. Luca 11 giugno 2017 al 16:41 - Rispondi

    Il mio vigneto è invaso da formiche, soprattutto alcune piante; ho paura che la loro azione possa portare alla morte delle piante e alla riduzione della resa quando i grappoli cominceranno ad essere maturi. Attualmente il vigneto è pieno di grappoli in maturazione, quale trattamento mi consigliate per debellarle definitivamente?

    • Matteo Cereda 12 giugno 2017 al 7:56 - Rispondi

      Ciao Luca, come metodo naturale autoprodotto puoi usare il macerato di menta.

  12. Emilio 14 giugno 2017 al 15:19 - Rispondi

    Anche io ho usato la colla per topi atossica ( così c’è scritto sulla scatola) per il mio albero di limone. Ho messo attorno al tronco della pellicola trasparente e, in alto alla pellicola, ho messo un filo di colla per impedire il passaggio alle formiche. Il metodo sembra funzionare, però mi è colata un po’ di colla sul tronco, spero di non aver fatto danni alla pianta!!!!

  13. renato pani 6 luglio 2017 al 13:28 - Rispondi

    Le piantine di fagiolini serpenti alla fioritura sono devastate dalle formiche. Ho provato ad utilizzare sulle piante l’insetticida (marca rimossa, insetticida bio a base di olio di neem) e consentito in agricoltura biologica. Risultato: al bagnamento fai fuori le formiche in azione, ma dopo breve tempo tutto torna come prima. Che fare?

    • Matteo Cereda 6 luglio 2017 al 13:48 - Rispondi

      Ciao Renato. Ho cancellato il nome dell’insetticida che hai usato. Non offenderti, lo faccio perché purtroppo se permettessi la menzione di prodotti commerciali nei commenti molte aziende farebbero commenti pilotati solo per ottenere visibilità, per cui adotto questa politica.
      Comunque il prodotto usato è corretto, biologico ed efficace. Ovviamente come hai tu stesso rilevato serve a uccidere ma le formiche tornano. Puoi provare a scoraggiarle con un macerato di menta e distruggendo i formicai vicini, tieni conto che ci vorrà un po’ a far spostare la colonia con metodi naturali.

Scrivi un commento