una formicaLe formiche nell’orto possono essere veramente antipatiche, sono due gli effetti negativi per cui dobbiamo temere e allontanare questi insettini dalle nostre coltivazioni: rubano i semi e portano afidi sulle piante.

Le formiche hanno anche alcune funzioni positive, ragione per cui sarebbe meglio in un orto biologico non sterminarle ma allontanarle.

Ovviamente anche le formiche come tutti gli insetti e parassiti vanno combattute con metodi naturali, senza usare pesticidi tossici e non consentiti in agricoltura biologica.

I danni provocati dalle formiche

Il primo problema causato dalle formiche nell’orto è che questi insetti spesso vanno a portare via i semi, possono quindi rovinare completamente una semina se la si effettua in pieno campo direttamente a dimora. Basta che una formica si accorga della presenza di semi perché arrivi poi una fila di formiche operose che vanno a riempire le dispense del formicaio. Sono abilissime nello spazzolare completamente le sementi durante la notte.

La seconda scocciatura sono gli afidi. E’ veramente incredibile l’organizzazione delle formiche che allevano letteralmente questi pidocchi delle piante allo scopo di raccogliere la melata. Durante l’inverno le formiche ospitano le colonie di afidi nel formicaio e in primavera li depositano sulle piante. Se vedete quindi formiche aggirarsi sulle piante fate grande attenzione perché potrebbero colonizzarle trasportandoci afidi.

Lati positivi della presenza di formiche

Le formiche scavano nel terreno, arieggiandolo, a dire il vero viste le dimensioni dei tunnel non è un effetto particolarmente significativo ma tutto contribuisce a tenere viva la terra da coltivare.

Questi insetti mangiano alcuni insetti che possono essere nocivi per le nostre piantine, soprattutto quando sono larve, per questo possono tener pulito il terreno e evitare altri danni alle verdure.

Le formiche girando per l’orto possono contribuire a impollinare i fiori aiutandoci nella coltivazione.

Prima di decidere di combattere le formiche bisogna chiedersi se sono un problema reale, oppure se la loro presenza è limitata e tollerabile e i piccoli danni che possono portare non si compensano con i pregi. In genere il metodo di giudizio è la quantità, una piccola colonia di formiche non dà fastidio, mentre contro un’invasione occorre prendere contromisure.

Scacciare le formiche dall’orto

Alcune erbe aromatiche sono considerate repellenti rispetto alle formiche. Parliamo di lavanda, maggiorana, menta e tanaceto. Anche la lattuga, in maniera minore, sembra scoraggiare questi insetti. Molto efficace in questo senso anche l’aglio.

Vi sono varie sostanze che infastidiscono questi insetti: potete spruzzare le piante con macerato di aglio oppure usare peperoncino o cenere di legna.

Un ottimo prodotto naturale per scacciare le formiche è il macerato di menta, che potete autoprodurvi in modo semplicissimo ed economico.

Un sistema per allontanare le formiche molto semplice e senza usare nessun trattamento è quello di individuare il formicaio e spostarlo fisicamente, avendo cura di distruggerlo e di rimuovere la gran parte degli insetti. Se non trovate il formicaio oppure se è in un posto scomodo si può anche cercare di attirare le formiche in un punto: ad esempio un vaso di terracotta capovolto scalda la terra e crea l’ambiente ideale per un formicaio.

Come si uccidono le formiche

La polvere di piretro elimina le formiche ed è un insetticida consentito in agricoltura biologica, ricavato da una pianta. Bisogna comunque fare attenzione perché il piretro potrebbe uccidere anche insetti utili. Siccome le formiche non sono un danno diretto per le piante dell’orto non c’è ragione di ammazzarle, la cosa migliore è sempre dissuaderle scacciandole.

Articolo di Matteo Cereda

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina Instagram e Facebook.