Decotto di aglio contro batteri e parassiti

aglio a spicchi

L’aglio ha proprietà antibatteriche e repellenti verso molti dei parassiti delle piante da orto, inoltre come tutte le piante della famiglia delle liliacee ha un buon contenuto di zolfo, per cui può contrastare alcune malattie funginee come l’oidio. Per utilizzare queste proprietà al meglio si può fare un decotto coi bulbi dell’aglio da spruzzare poi sulle piante. Il decotto all’aglio è un antibatterico naturale potente, non si tratta di un insetticida bio perché ha una funzione repellente più che omicida ma è comunque un ottimo sistema per scacciare i parassiti dalle piante da orto.

Come fare il decotto di aglio

Preparare il decotto è semplicissimo: si possono utilizzare i bulbi più piccoli, meno adatti al consumo e quindi praticamente di scarto. Questo preparato ci permette di difendere l’orto senza spendere un euro in prodotti chimici e in modo completamente naturale. Come dosi si possono considerare 40 o 50 grammi di aglio per ogni litro di acqua, si tiene a bollore per 10-15 minuti e il decotto è pronto. Si può anche mischiare all’aglio i bulbi di cipolla durante la cottura, altra pianta che repelle gli insetti in modo efficace.

Utilizzare il decotto di aglio per le piante da orto.

Il preparato antibatterico che abbiamo ottenuto si usa senza diluizione, agisce al meglio quando le temperature non sono troppo alte: da marzo a giugno e poi settembre, ottobre e novembre. Può essere spruzzato con un semplice spruzzino tipo quello dei prodotti per i vetri oppure per orti di dimensione maggiore con l’apposita pompa per i trattamenti. Lo si spruzza sulle piante a titolo preventivo ogni 2-3 settimane, per scacciare gli insetti, in particolare gli afidi e la mosca della carota. Si utilizza anche per curare le batteriosi, in questo caso il trattamento va ripetuto a distanza di pochi giorni.

Il macerato di aglio

Volendo l’aglio si può usare anche in un macerato: si prendono 100 grammi di bulbi triturati e li si lascia 24 ore in 10 litri di acqua. Si può poi anche questo preparato usare nell’orto spruzzandolo sulle piante come repellente biologico degli insetti, anche se il decotto è più efficace.

Approfondimento. Per approfondire il discorso su preparati vegetali come insetticidi consigliamo di leggere il libro difendere l’orto con metodi naturali scritto da Francesco Beldì.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina Instagram e Facebook.

14 Comments

  1. Gianlorenzo 4 giugno 2018 al 13:34 - Rispondi

    Salve. Mi sto accingendo proprio oggi a fare un macerato di aglio, dato che ho letto che oltre ad essere antiparassitario e antifungino sarebbe anche sgradito a lumache e limacce e vorrei provarlo anche in questo senso, spruzzandolo attorno alle aiuole di lattughe appena trapiantate e buttandoci anche i residui di aglio triturati del macerato. L’aglio pare essere non solo sgradito a lumache e limacce, ma anche letale in caso di ingestione, se ricordo bene cos’avevo letto. Per caso sa già di esperienze sull’utilizzo di aglio contro lumache e limacce?
    Io provo ugualmente, visti i benefici generali del macerato.
    Ah, ieri ho fatto anche macerato di ortica e di pomodori (mi avanzavano molte piantine): ci sono controindicazioni a utilizzare macerati diversi allo stesso tempo? Tipo interazioni sfavorevoli o cose simili?

    • Matteo Cereda 4 giugno 2018 al 16:31 - Rispondi

      Nella mia esperienza il macerato di aglio non serve contro le lumache, contro le quali consiglio l’uso di trappole di birra o di trappolette Lima Trap piene di esca. Che io sappia nessuna interferenza tra i due macerati.

  2. Gianlorenzo 4 giugno 2018 al 13:36 - Rispondi

    Ah, dimenticavo: diluire il macerato per l’utilizzo o no? Leggendo qua e là vedo che qualcuno dice di diluirlo in ulteriori 10 litri di acqua, altri dicono di usarlo non diluito. Forse non diluito potrebbe essere troppo aggressivo, ustionante?

    • Matteo Cereda 4 giugno 2018 al 16:32 - Rispondi

      Non so a che dose tu abbia fatto il macerato, comunque non penso proprio tu stia dando dosi eccessive. Il bello di questi prodotti naturali è che sui dosaggi difficile fare danni.

      • Gianlorenzo 4 giugno 2018 al 18:27 - Rispondi

        Le dosi che ho fatto sono 500 g di aglio per 10 litri d’acqua, come ho trovato scritto on line da un’altra parte. Tutto fatto a pezzettini e ora in macerazione. In realtà ho messo un po’ più di acqua del previsto.

        • Matteo Cereda 4 giugno 2018 al 23:45 - Rispondi

          Vai tranquillo, diluirlo serve a farlo durare di più: hai usato molto aglio, ma non è grave.

          • Gianlorenzo 5 giugno 2018 al 7:23

            Bene così allora.
            Grazie ancora per le risposte e buona giornata!

  3. Gianlorenzo 12 giugno 2018 al 12:34 - Rispondi

    Salve. Come detto sopra ho fatto il macerato di aglio e lo ho usato in questi giorni praticamente nebulizzandolo su tutte le piante dell’orto. In base all’esperienza di questi giorni, anche se è presto per trarre conlusioni definitive, da quando ho nebulizzato questo macerato lumache e limacce sono praticamente scomparse, nonostante qui in questi giorni stia piovendo ogni giorno (la mattina dopo le pioggie comunque davo una ripassata per sicurezza). Mi alzo presto al mattino anche per dare un’occhiata all’orto per togliere eventuali lumache e limacce, e mentre prima di usare il macerato di aglio trovavo una quantità “normale” di questi animali, da quando ho cominciato a spruzzarlo (non solo sulle piante, ma anche sul terreno, sul perimetro delle aiuole e sui possibili luoghi di transito) praticamente non ne ho più trovati! Anzi, ho solo trovato una (una di numero, nemmeno due o tre) limaccia adulta (sarà sempre lei che ostinatamente si ripresenta?), che ho prontamente messo fuori dal perimetro delle aiuole.
    Quindi, almeno a giudicare da questa mia esperienza seppur di pochi giorni, direi che il macerato di aglio è un ottimo deterrente contro lumache e limacce. Non mi era mai capitato, specie in giorni di pioggia come questi, di ritrovare ogni giorno intatte, senza un solo buco sulle foglie, delle lattughe trapiantate da poco, di cui lumache e limacce fanno di solito stragi. Visti i risultati incredibili, ho già provveduto a fare altro abbondante macerato di aglio da utilizzare.

    • Matteo Cereda 12 giugno 2018 al 16:26 - Rispondi

      Ciao Gianlorenzo, grazie per aver condiviso la tua esperienza. A questo punto proverò anche io il macerato anti lumaca per vedere come funziona, nell’orto non si finisce mai di imparare e sperimentare. Dagli afidi ai vampiri a quanto pare questo aglio scaccia i parassiti a 360 gradi. Grazie ancora.

      • Gianlorenzo 13 giugno 2018 al 7:46 - Rispondi

        Di nulla, ci mancherebbe. Unica accortezza da adottare: filtrare bene il macerato, altrimenti se ci sono impurità lo spruzzino si intasa e si inceppa come mi è già successo. Io per filtrare uso un colino a maglie abbastanza fini come primo filtro posizionato sopra l’imbuto, seguito da un pezzo di zanzariera (vanno benisimo anche gli stessi retini con cui viene venduto l’aglio) come secondo filtro, questo posizionato all’uscita dell’imbuto.

  4. Gianlorenzo 23 giugno 2018 al 17:55 - Rispondi

    Buonasera, torno a scrivere dopo il mio ultimo commento di dieci giorni fa, solo per confermare che non ho più visto nell’orto lumache e limacce da quando ho comicniato a irrorare/spruzzare il macerato d’aglio attorno alle aiuole. Mai capitato di mettere a dimora piantine giovani di insalata, cicoria e altro ancora e di non ritrovarle il giorno dopo con questi animali a banchettarci sopra, ma soprattutto mai capitato che mi crescessero le lattughe senza un solo buco su una qualsiasi foglia! Per cui straconsiglio questo macerato.
    Unica cosa, che non so se dipenda dal macerato: ho dei pomodori in vaso avanzati e tenuti lì come riserva in caso di sostituzione di pomodori mingherlini nell’orto, e ci ho nebulizzato sopra, in ore lontane dal sole, il macerato di aglio. Dopo due giorni questi pomodori avevano le foglie tutte “rapprese”, che si chiudevano su sè stesse, e sono ancora così. Pensavo dipendesse dalla poca acqua ricevuta, ma anche dopo aver irrigato non si sono ripresi. Per cui ipotizzo una qualche azione “ustionante” sul fogliame da parte del macerato di aglio, almeno io altra spiegazione non la trovo.

    • Matteo Cereda 24 giugno 2018 al 14:57 - Rispondi

      Ciao Gianlorenzo, escluderei il macerato (salvo se lo hai nebulizzato con sole forte, ma mi pare di capire che tu sia stato attento). Controlla se non si tratta di ragnetto rosso o altro parassita.

  5. Bruno 24 settembre 2018 al 18:11 - Rispondi

    Il decotto di aglio va bene contro le cimici verdi e quelle asiatiche nell’orto?
    Grazie

    • Matteo Cereda 24 settembre 2018 al 21:24 - Rispondi

      Ciao Bruno, il decotto d’aglio in teoria infastidisce le cimici ma ha un effetto blando. Purtroppo questi insetti sono davvero difficili da eliminare, anche volendo usare insetticidi.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.