lumaca rossaLe lumache sono un disastro per l’orto: si nutrono di foglie delle piante e fiori e sono ostinate e voraci. Questi gasteropodi possono danneggiare i nostri ortaggi seriamente, sia distruggendo le piantine giovani che aggredendo piante più grandi. I danni maggiori li fanno mangiandosi direttamente le verdure a foglia, i cavoli e soprattutto biete e insalate sono prediletti.

Riconoscere i danni i danni delle lumache è semplicissimo: osservando le foglie mangiate si notano morsi di grandi porzioni, in genere a partire dai bordi, mentre insetti più piccoli fanno buchini di minor dimensione. Non è difficile anche sorprendere questi gasteropodi sul luogo del delitto, in particolare facendo controlli verso sera. Anche le strisce di bava sono inequivocabile indizio del loro passaggio.

Tra i gasteropodi nemici dell’orto abbiamo sia le chiocciole con guscio che le lumache senza guscio. Le più voraci sono proprio queste ultime: le limacee o limacce, conosciute anche come lumache rosse.

La difesa dell’orto da questi insaziabili predatori si può fare anche senza utilizzare prodotti chimici: è importante ricordare che molti dei lumachicidi in commercio sono altamente tossici. Bisogna quindi attrezzarsi con sistemi naturali, che non mancano: trappole di birra, sostanze dissuasive come i fondi del caffè oppure prodotti specifici ma consentiti in agricoltura biologica e infine con tanta pazienza la raccolta manuale.

Come scoraggiare le lumache con metodi naturali

Le chiocciole e le limacce vivono nell’umidità, per questo le troviamo attive più spesso al calar del sole che durante il giorno e proliferano con la pioggia. La minaccia che portano è invece ridotta in periodi secchi e con molto sole.

Cenere o caffè. Per dissuadere l’arrivo di questi parassiti si può usare qualsiasi sostanza polverosa: limacce e lumache temono le polveri perché vanno ad aderire al loro corpo molle e umido, seccandolo. A questo proposito si possono creare vere e proprie barriere protettive spargendo cenere o fondi di caffè lungo il perimetro dell’orto. Purtroppo però queste sostanze vengono lavate dalle piogge e l’umidità vanifica il loro effetto dissuasivo, bisognerebbe quindi rinnovare spesso questo tipo di protezione.

Sale. Il sale da cucina funzionerebbe ancora meglio, perché è in grado di disidratare completamente le limacce. Il problema è che a lungo andare diventa un diserbante e quindi danneggia il terreno dell’orto. Esistono delle strisce con sale applicato ma è un sistema non adatto alle grandi estensioni, inoltre in caso di pioggia occorre andare a togliere tempestivamente il perimetro difensivo salino, lasciando sguarniti gli ortaggi. Per questo non è un sistema che mi sento di consigliare.

Trappole per lumache

Un buon metodo per tener sotto controllo la “popolazione” di chiocciole e limacce nei dintorni dell’orto è realizzare delle trappole, che possano attrarre e uccidere i gasteropodi. Se si dispongono frequentemente le trappole possono ridurre molto il numero di lumache presenti, limitando i danni fino a renderli poco rilevanti.

La miglior esca naturale per attirare le lumache è la birra, di cui chiocciole e limacce sono incredibilmente ghiotte. Ogni vasetto può catturare 15-20 lumache in modo semplice e in poco tempo. Non è difficile fare trappole di birra: basta interrare un vasetto pieno per metà di birra (meglio usare quella da discount), le lumache si avvicineranno spontaneamente finendo per annegare.

L’inconveniente della trappola è che la pioggia riempie il vasetto rovinando l’esca, a questo proposito si può usare il prodotto Vaso Trap, un “tetto” di plastica che si fissa sulla sommità dei classici vasi in vetro (quelli che contengono 1 kg di miele). Questo assicura una maggior durata alla birra.

A livello di trappola per difendere l’orto dalle lumache esiste anche in commercio un sistema molto funzionale ed efficace: le trappole Lima Trap, da riempire di lumachicida. Sono pensate per non sprecare la lumachina ed evitare che vada nel suolo, ne abbiamo parlato dettagliatamente in questo articolo.

Fare trappole di birra
Le trappole Lima Trap

Esche per lumache e lumachicidi biologici

Esistono esche avvelenate che attirano e uccidono le lumache, sono sicuramente un sistema funzionale per tenerle sotto controllo ma attenzione perché alcune sono a base di metaldeide, sostanza non ammessa in agricoltura biologica e tossica tanto per l’ambiente quanto per l’uomo. Molto meglio scegliere i lumachicidi bio a base di ossidi di ferro (come ad esempio il Solabiol).

Questi prodotti non solo non sono nocivi ma arricchiscono il terreno di microelementi, una volta degradati dagli agenti atmosferici non lasciano residui tossici per l’uomo. Le esche possono essere sparse formando un perimetro oppure anche a mucchietti non troppo distanti. Per evitare sprechi di lumachicida consiglio di usare il sistema Lima Trap® di cui parlavamo sopra.

chiocciola nell'orto

La raccolta manuale

La lotta alle limacce nell’orto si conduce anche con metodi naturali: raccogliere manualmente le lumache è un sistema di difesa utile tanto quanto l’uso di esche, in particolare se si passa verso sera. Si possono mettere anche tavole o coppi che offrano riparo nelle ore più calde per poter trovare più facilmente le lumache e catturarle in blocco. Chi non volesse uccidere esseri viventi può semplicemente metterle in un secchio e portarle altrove.

Ovviamente la raccolta manuale è un sistema ottimale solo per chi coltiva piccole estensioni, ma se avete un orto familiare è inutile spendere soldi per esche, basta avere un poco di pazienza.

Acquista Lumachicida bio

Articolo di Matteo Cereda

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina Instagram e Facebook.