zuccheUno degli ortaggi che danno più soddisfazione al coltivatore è sicuramente la zucca. Si tratta di una pianta che richiede molto concime, ma ripaga ampiamente al momento del raccolto con una buona produzione e in molti casi regalando anche ortaggi di grandi dimensioni.

Questa abbondanza fortunatamente non deve essere consumata subito: infatti la zucca è una delle verdure più semplici da conservare a lungo, a condizione che non venga tagliata. Scopriremo quindi come si può conservare al meglio una zucca intera e a che temperatura deve stare.

Anche se la zucca aperta dura solo pochi giorni esiste qualche buona idea utile a evitare sprechi e c’è la possibilità di congelarla.

Conservare la zucca intera

La zucca intera può durare a lungo, anche sei mesi, l’importante è tenerla nel luogo giusto e curare che sia maturata bene prima di raccoglierla. Fortunatamente conservare una zucca è molto più semplice che conservare le zucchine, nonostante siano piante simili il frutto ha polpa e buccia molto differenti, la scorza della zucca è un ottimo isolante e la polpa è meno acquosa.

La corretta conservazione di questo ortaggio comincia durante la sua coltivazione, visto che è fondamentale che la zucca venga presa solo quando è completamente matura e ha così cominciato a seccare. Altrimenti se viene presa ancora un po’ acerba pur essendo commestibile comunque ha troppa acqua al suo interno e marcisce molto prima. Non è difficile capire quando una zucca è pronta per esser colta, qualche trucco lo potete leggere nell’articolo sul raccolto della zucca.

Altra importante accortezza è quella di non strappare il picciolo, ma di lasciarlo attaccato al frutto tagliandolo. Strappandosi infatti potrebbe lesionare la scorza lasciando una parte di polpa esposta all’aria, in questo caso dall’apertura si sviluppa facilmente il marciume dell’ortaggio.

Dove tenere la zucca

Molte verdure si mantengono bene al freddo, ma non è il caso della zucca. Se la temperatura scende sotto ai 10 gradi la polpa del nostro ortaggio autunnale può cristallizzare e poi si degraderà rapidamente. Per questo motivo la temperatura ideale a cui tenere la zucca è di 18 gradi, niente cella frigorifera quindi ma un semplice locale.

Oltre alla temperatura il posto giusto in cui tenere le zucche deve essere poco umido e soprattutto ventilato. Il ricircolo d’aria è essenziale a non favorire marciumi, smaltendo l’eventuale umidità in eccesso nell’aria.

Quanto dura una zucca

Una zucca intera, conservata nel modo giusto si preserva per mesi e dalla raccolta autunnale si può tenere fino alla primavera inoltrata e in alcuni casi anche in estate. Se viene tagliata però una volta aperta dura 5/6 giorni.

La durata della zucca dipende anche dalla sua varietà: esistono tipi selezionati proprio per conservarsi meglio, ad esempio la marina di Chioggia è una varietà ottima per la conservazione.

Conservare la zucca tagliata

Se una zucca intera dura a lungo una volta che viene aperto questo ortaggio deve essere consumato abbastanza in fretta, in pochi giorni rischia di andare a male. Per evitare sprechi è bene avere qualche idea su come utilizzare la zucca, visto che spesso si tratta di un ortaggio di grande dimensione.

Dopo aver tagliato la zucca una prima accortezza per facilitarne la conservazione è quella di rimuovere subito la parte interna con filamenti e semi, che è in genere la prima a marcire. Ricordate che i semi di questa verdura sono commestibili e potete decidere di tostarli.

Conservazione in frigorifero

La zucca si può mantenere per qualche giorno in frigorifero, conviene coprirla con l’apposita pellicola trasparente per evitare che prenda un cattivo odore.

Nel frigo comunque non si mantiene più di una settimana, col passare dei giorni la qualità della verdura diminuisce e quando cominciano a formarsi marciumi o muffe sarà da buttare via.

Congelare la zucca

Il congelatore può essere di aiuto per mantenere la zucca, che può essere surgelato sia crudo che cotto.

Metterla in freezer dopo averla cucinata può essere comodo, visto che permette di avere a disposizione dei piatti pronti. Qualche minuto di microonde sarà sufficiente per scongelare. Praticamente tutte le ricette con la zucca si possono congelare: cotta al vapore, bollita, in padella, grigliata, al forno,…

Altre idee: essiccazione, conserve in barattolo confetture

Ci sono delle preparazioni con la zucca che permettono di metterla in dispensa per qualche mese, si tratta di trasformazioni che aprono anche a nuovi sapori e utilizzi, come l’essiccazione, il sottolio e la confettura.

La zucca essiccata può essere utilizzata nei minestroni e in altre preparazioni culinarie, tritandola si ottiene una farina che si presta a diversi usi in cucina. Per ottenerla conviene utilizzare un essiccatore, visto che un’essiccazione al sole sarebbe complicata da gestire nella stagione autunnale, quando raramente il clima è d’aiuto.

La conserva in barattolo si può fare sottolio o sottaceto e permette di avere uno sfizioso contorno o antipasto sempre pronto all’uso.

La confettura di zucca si può fare sia dolce, da mangiare come marmellata col pane, che più agrodolce, tipo chutney, che risulta squisita per accompagnare carni e formaggi.

Articolo di Matteo Cereda

Questo articolo è stato utile?  Puoi lasciare un commento con un parere, consigli, domande o altro, un feedback fa sempre piacere.

Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire Orto Da Coltivare su Instagram e facebook.