Il melone giallo invernale

il melone giallo invernaleC’è chi lo chiama melone giallo, per via del colore della buccia, e chi lo chiama melone bianco, per via del colore della polpa, oppure lo si indica per stagionalità e allora è il melone d’inverno. Comunque dovremmo esserci siamo capiti: non stiamo parlando del classico melone arancione ma dell’altra varietà, caratterizzata appunto dalla buccia gialla, dall’interno bianco e da una maturazione decisamente più tardiva.

Per essere precisi la pianta di melone si chiama botanicamente “cucumis melo” e comprende tutte le varietà di melone, incluse quelle estive (tra cui i tipi di melone più diffusi, come cantalupo e retato). I meloni invernali sono un gruppo che viene indicato come “inodorus”, per via del minor profumo. I meloni invernali (cucumus melo inodorus, appunto) si dividono a loro volta in varietà.

Il melone invernale è un frutto meno dolce rispetto a quello con la polpa arancione, ma è ugualmente fresco e sugoso, e per questo comunque gradevole. Il sapore acquoso e zuccherino ricorda anguria e pera. Come tutte le varietà di meloni anche quello bianco si può mangiare tanto come frutto al termine del pasto quanto come antipasto o portata principale, abbinato a un buon prosciutto.

Coltivare il melone invernale nell’orto domestico è interessante, perché il frutto viene pronto più tardi rispetto a quello del melone tradizionale e si conserva più a lungo. Si può quindi scegliere di seminare due diverse tipologie di melone, in modo da avere un raccolto scalare, che fornisca il frutto per un periodo di tempo maggiore.

La coltivazione del melone bianco

Il melone giallo si coltiva esattamente come il melone arancio, non ci sono differenze significative. I semi hanno bisogno di temperature alte per germinare, per cui si piantano generalmente a partire da inizio maggio, ma seminando in semenzaio si può anche cominciare un mesetto prima. C’è bisogno di un terreno ricco e ben concimato, visto che come tutte le piante cucurbitacee è piuttosto esigente in termini di fertilizzante. Anche per i meloni invernali è utile un apporto supplementare di potassio, che rende più dolce il gusto del frutto. Visto che la pianta si espande in orizzontale si calcola di lasciare almeno un metro tra una pianta e l’altra.

Si può leggere l’articolo sulla coltivazione del melone per avere maggiori dettagli su come far crescere questa pianta con metodo biologico, imparando anche a riconoscere e contrastare le principali malattie e gli insetti nocivi. Tutte le indcazioni sono utili per coltivare il melone giallo.

La principale differenza tra melone estivo e melone d’inverno sta nel ciclo colturale: mentre un melone retato matura in due mesi dall’allegagione del fiore il melone giallo richiede quasi il doppio del tempo.

L’appellativo di melone invernale se lo guadagna poi grazie alla sua lunga conservazione: un melone a polpa bianca si mantiene per due o tre mesi dopo il raccolto e quindi è possibile tenerlo per l’inverno.

Approfondisci: la coltivazione del melone

Varietà di meloni d’inverno

La tipologia di melone a buccia gialla racchiude in realtà una moltitudine di varietà che differiscono tra loro per aroma e caratteristiche. Il tipo più diffuso ha la scorza esterna gialla e la polpa interna bianca, si declina in diverse varietà locali, come il giallo di Napoli, il cartucciaru di Paceco o il rugoso di Cosenza.

La polpa interna non è sempre di colore bianco puro, può essere tendente al rosa o al verde. Nel gruppo “inodorus” ci sono poi anche meloni dalla scorza verde oppure bianco grigia.

Quando si parla di “melone verde” bisogna capire se si fa riferimento alla buccia o all’interno: esistono infatti sia tipi di melone invernale dalla buccia verde con la polpa bianca che una particolarissima varietà ha la polpa verde e una scorza esterna liscia e grigia. Al primo tipo appartengono il Morettino e il melone di Malta, il secondo invece viene indicato in genere come melone verde.

D’obbligo citare anche l’ottimo melone di pane, varietà a polpa più soda e asciutta, diffusa in meridione e sempre appartenente al genere inodorus.

Acquista sementi bio di melone giallo

Proprietà del melone giallo

A livello nutritivo il melone invernale è un frutto con un alto contenuto zuccherino, ma comunque le calorie non sono molte: circa 33 kcal per 100 grammi di frutto. Essendo per oltre il 90% composto da acqua è ovviamente un frutto molto dissetante, considerando inoltre che ha un ottimo contenuto anche di sali minerali. I meloni gialli sono anche ricchi di vitamine, mentre altre sostanze nutritive com fibre e grassi sono contenute in quantità minori.

La varietà invernale non ha le stesse proprietà benefiche dovute all’alta concentrazione di betacarotene dei meloni estivi, che non a caso hanno la polpa arancione e non bianca.

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina facebook.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.