Meglio usare il letame o lo stallatico pellettato?

Le vostre domande

domanda sulle erbacce
Leggi altre risposte

Non avendo letame maturo a disposizione posso utilizzare lo stallatico pellettato? Secondo Voi svolge la stessa funzione?

(Errico, via Facebook)

Ciao Errico

Poni una domanda molto interessante, che interessa molti coltivatori alle prese con la concimazione di un orto.

Dal punto di vista degli elementi nutritivi necessari alle piante (azoto, fosforo, potassio e microelementi) lo stallatico pellettato è equiparabile al letame, infatti il pellettato non è altro che letame essiccato. In entrambi i casi si tratta di un concime completo di origine naturale, quindi sono soluzioni che vanno comunque bene per un orto biologico. Tuttavia usare il letame maturo a mio avviso è molto meglio, per vari motivi.

letame bovino

In primo luogo quando andiamo a mettere il letame nel terreno apportiamo molta più sostanza organica rispetto a un concime secco come il pellettato: un kg di letame equivale a 100 grammi di pellet. Quindi stiamo non solo concimando ma anche ammendando. Ammendare significa andare a migliorarne la struttura fisica: un terreno ricco di sostanza organica è maggiormente vivo (in termini di microrganismi utili), resta più scuro e soffice (quindi si fa meno fatica a lavorarlo) ed è più capace di trattenere l’umidità (quindi richiede meno irrigazione). Tutte queste caratteristiche significano un orto più fertile, anche se non in termini stretti di elementi nutritivi.

In secondo luogo i nutrimenti presenti nel concime essiccato sono molto più idrosolubili, questo significa che si tratta di una concimazione che viene facilmente dilavata dalla pioggia. Il letame invece deve essere processato e degradato dai microrganismi presenti nel suolo, che lo trasformano in humus disponibile alle piante. Si tratta di un processo più lento ma anche più naturale, da preferirsi. Per approfondire questo tema consiglio di leggere l’articolo sulla nutrizione delle piante in biodinamica, che spiega come mai una concimazione idrosolubile può indebolire le piante, mentre un buon humus è condizione per un orto sano.

Ovviamente lo stallatico in pellet è molto più comodo da usare: non richiede molto spazio, puzza meno, si reperisce facilmente. In particolare chi coltiva l’orto in città avrebbe difficoltà a procurarsi e stoccare deiezioni bovine, mentre i sacchi di stallatico sono decisamente più semplici da gestire. Per questo da molti viene preferito ad altri concimi. A chi però ne ha la possibilità consiglio di farsi un bel cumulo di letame, da lasciar maturare e poi distribuire ogni anno sul terreno dell’orto.

Risposta precedente
Fai una domanda
Risposta successiva

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento. Per restare in contatto puoi iscriverti alla newsletter o seguire la pagina facebook.

2018-03-14T09:59:16+00:00 Categorie: Domande e risposte|Tag: , , , |

Scrivi un commento