Analizzare il terreno dell’orto

la terra da analizzarePrima di iniziare a fare l’orto è molto importante andare ad analizzare il terreno che dovremo coltivare. Se siamo orticoltori biologici per passione non possiamo certo permetterci costose analisi di laboratorio per capire la composizione della nostra terra e ci affideremo ad alcuni semplici test.

Il ph. Un primo dato che ci serve capire è il ph del nostro terreno, per sapere se la quantità di calcio presente è corretta o se si dovrà intervenire per correggerla (approfondimento: misurazione del ph del terreno).

Il tipo di terra. La seconda informazione che ci serve è di che tipologia di terreno stiamo parlando e questo possiamo capirlo valutando la terra. Si può fare una prova prendendo in mano un pugno di terra oppure un test con un vasetto di vetro e  acqua. (approfondisci: valutare il tipo di terreno)

Le condizioni climatiche. L’analisi del terreno va di pari passo alla valutazione delle condizioni climatiche: occorre valutare l’esposizione al sole e al vento del nostro campo da coltivare in modo da progettare l’orto sulla base di queste informazioni. (approfondisci: l’esposizione del terreno al sole e al vento).

La presenza di acqua. Inoltre dobbiamo verificare prima di coltivare se abbiamo a disposizione l’acqua (approfondisci: l’irrigazione dell’orto). Dopo aver valutato il terreno siamo pronti per iniziare a fare l’orto biologico e si partirà con la semina dei primi ortaggi.linea di erba

5 Commenti

  1. Stefano 17 settembre 2016 al 7:48 - Rispondi

    Può essere utile anche valutare i principali elementi nutritivi (azoto, fosforo e potassio) e la quantità di sostanza organica.

    • Maurizio 18 febbraio 2017 al 9:14 - Rispondi

      Salve mi chiamo Maurizio vorrei sapere senza spendere molti soldi per i test della terra, le cose basilari da fare,
      grazie

      • Matteo Cereda 19 febbraio 2017 al 22:13 - Rispondi

        Analizza il ph del terreno, la cartina tornasole costa pochissimo. Poi puoi provare a verificare quanto è argilloso usando l’acqua e lasciando sedimentare la terra.

  2. Maurizio 18 febbraio 2017 al 9:16 - Rispondi

    un terreno molto argilloso e molto duro da lavorare, cosa bisogna fare per renderlo più morbido
    grazie Maurizio

Scrivi un commento