Gli alberi da frutto danno enormi soddisfazioni, coltivarli con metodo biologico significa poter avere frutta sana e succosa a propria disposizione. Tuttavia coltivare con metodi naturali non significa lasciare che il raccolto sia preda di insetti o animali, l’agricoltura biologica ha validi strumenti da mettere in campo per difendere la frutta e le piante dai parassiti.

Il frutteto biologico richiede di prestare attenzione nel monitorare e prevenire gli insetti nocivi, per questo è importante sapere quali sono e imparare a riconoscerli, per poi sapere intervenire con tempestività. Controllo, contrasto e prevenzione delle minacce sono operazioni alla portata di tutti, anche se richiedono costanza.

Qui di seguito alcuni guide sulla difesa delle principali piante da frutto e consigli utili su come effettuarla senza usare veleni chimici, per raccogliere frutta sana.

Insetti delle piante da frutto

una mela sul ramo

Melo e Pero

insetti del pesco

Pesco e Albicocco

ciliegia matura

Ciliegio

uccello sui rami di fico

Fico

olive verdi sul ramo

Ulivo

limone e difesa dai parassiti

Limone

kiwi rampicante

Actinidia

nocciole in maturazione

Nocciolo

bacca del mirtillo

Mirtillo

grappolo di ribes

Ribes

difendere le fragole

Fragole

drupa lampone

Lampone

Gli insetti più nocivi

Vediamo nel dettaglio alcuni dei peggiori nemici del frutteto e impariamo come difendere da questi nemici i nostri alberi da frutto, potete anche consultare la pagina dedicata agli insetti che attaccano l’orto se siete interessati anche alla difesa delle colture orticole oltre che a quella degli alberi da frutto.

pera danneggiata dalla carpocapsa

Carpocapsa

mosca mediterranea della frutta

Mosca della frutta

la mosca dell'olivo può danneggiare

Mosca olearia

drosophila suzukii, il moscerino della frutta

Drosophila

nido di vespe

Vespe e calabroni

tignola olivo

Tignola olivo

cocciniglia mezzo grano di pepe su olivo

Cocciniglia nera

biotrappola alimentare

L’importanza del monitoraggio

Per identificare subito la presenza di insetti dannosi tra gli alberi da frutto spesso non basta osservare i danni: è utile fare un monitoraggio che consenta di rilevare la minaccia appena si presenta.

Nel fare questo sono molto utili trappole cromotropiche oppure trappole alimentari, che possono catturare in modo selettivo i parassiti. Inserendo tra le piante un corretto numero di trappole e monitorandole con regolarità il coltivatore riesce a rendersi conto dell’arrivo di insetti ostili per tempo e può intervenire al momento giusto.

Le trappole biologiche tipo Tap Trap sono utili non solo per monitorare le minacce agli alberi da frutto ma anche per una cattura massiva che limiti la popolazione degli insetti. Minacce come la mosca della frutta, i lepidotteri, la drosophila suzukii o i calabroni possono essere contenute in modo efficace grazie al trappolaggio, evitando l’uso di pesticidi. Oltre agli insetti anche diverse malattie delle piante possono portare problema alle colture fruttifere.

afide e spinosadPrincipali insetticidi biologici

In agricoltura biologica ci sono alcuni rimedi possibili per far fronte all’attacco dei parassiti del frutteto, si tratta di prodotti di origine naturale, in genere meno nocivi rispetto ai pesticidi convenzionali. Se utilizzati al momento giusto gli insetticidi naturali possono essere efficaci e risolvere molti problemi prima che gli insetti arrivino a danneggiare il raccolto.

  • Piretro. Uno dei più utilizzati insetticidi biologici, realizzato a base di piretrine, estratte da un fiore, utile a largo spettro contro molti tipi di insetto. Bisogna fare attenzione nell’utilizzo, visto che ha una sua tossicità e può uccidere gli insetti utili.
  • Spinosad. Si ottiene facendo fermentare un microrganismo ed è molto utile per difendere il frutteto anche con alte temperature.
  • Olio di neem. L’olio ottenuto spremendo i semi del neem contiene azadiractina, è molto meno tossico di altri rimedi bio come piretro e spinosad e si può usare contro moltissimi insetti nocivi.
  • Sapone di Marsiglia. Il sapone molle è una sostanza che ha proprietà insetticide, grazie all’adesione al corpo dei parassiti può infatti soffocarli, utile soprattutto contro piccoli insetti quali afidi e cocciniglia.
  • Macerato di ortica. L’ortica macerata ha proprietà insetticide contro un buon numero di insetti e può essere molto utile per difendere le piante da frutto in modo ecologico e senza spendere nulla.
  • Bacillus thuringiensis. Il bacillus thuringiensis è un batterio che è in grado di uccidere molti tipi di larve, si usa in particolare contro i lepidotteri allo stato di bruco ed è atossico. Non apporta danni agli insetti utili e alle api.
  • Altri macerati e decotti naturali. Ci sono altri possibili rimedi di difesa naturale ottenuti macerando piante, che in genere non hanno azione insetticida, ma possono venire utili contro i parassiti perché repellenti.

Articolo di Matteo Cereda

attrezzi ars per potare